Home / NEWS  / in Italian  / In Libia hanno emesso un mandato per l’arresto di Haftar

In Libia hanno emesso un mandato per l’arresto di Haftar

Il procuratore militare libico ha emesso un mandato per l’arresto del feldmaresciallo Khalifa Haftar, che comanda l’esercito nazionale libico su Tripoli, secondo il governo di consenso nazionale del governo. L’ufficio del procuratore militare è subordinato al governo di accordo nazionale libico a Tripoli. In precedenza, il governo del consenso nazionale della Libia ordinò l’arresto di Haftar. A Tripoli, è accusato di aver ucciso civili.

2. Ucraina

I partecipanti al Gruppo di contatto Donbas per un insediamento pacifico non hanno potuto concordare un cessate il fuoco completo e stabile, ha dichiarato il plenipotenziario russo Boris Gryzlov. Il ministero degli esteri della Repubblica popolare di Donetsk ha sottolineato che Kiev ha rifiutato l’accordo. «Sfortunatamente, la discussione non ha portato al risultato. Kiev ha rifiutato di adottare ulteriori misure per rafforzare il regime di cessate il fuoco, che sono progettati per garantire una sicurezza duratura e una transizione verso una soluzione politica. Le proposte di Donetsk e Lugansk, sostenute dalla Russia e precedentemente sostenute dall’OSCE, sono state respinte «, la dichiarazione Tass del plenipotenziario della Russia cita TASS.

3. Serbia

Il ministro degli Esteri serbo Ivica Dacic, in un’intervista pubblicata venerdì sul quotidiano Izvestia, ha dichiarato che la Serbia non imporrà misure restrittive nei confronti della Russia, nonostante le forti pressioni esterne, riferisce TASS. Il ministro degli Esteri ha sottolineato che il desiderio della Serbia di entrare nell’Unione europea non impedirà lo sviluppo delle relazioni con la Russia. Ha osservato che Mosca aiuta Belgrado a difendere gli interessi nazionali, anche nella questione del Kosovo, e «sarebbe, per usare un eufemismo, molto scorretto imporre sanzioni dopo i paesi occidentali», ha detto Dacic.

4. Francia-Estonia

La Francia, in occasione della missione della NATO per rafforzare la presenza militare dell’Alleanza nei paesi baltici e in Polonia, il 23 aprile invierà quasi trecento truppe, quattro carri armati e venti veicoli da combattimento di fanteria in Estonia. Questo è affermato in una dichiarazione pubblicata sul sito web dell’Ambasciata francese in Estonia. Il contingente includerà soldati della seconda brigata dell’esercito francese e mercenari della Legione Straniera. Militari e attrezzature saranno schierati nella città di Tapa, che dista solo 140 chilometri dal confine russo. Secondo la missione diplomatica, i soldati francesi rimarranno in Estonia fino ad agosto. In precedenza, il Regno Unito ha inviato cinque elicotteri Apache in Estonia come mezzo per scoraggiare «molto probabilmente l’aggressione» dalla Russia.

5. Irlanda del Nord

Le riprese, che hanno avuto luogo nella città di Creggan, nell’Irlanda del Nord, hanno ucciso un giornalista di 29 anni, editore dell’edizione americana di Mediagazer Lyra Mackey. Come riportato dalla polizia nella provincia di Ulster, le forze dell’ordine considerano questo incidente un atto terroristico, la cui responsabilità è a carico dei membri del nuovo esercito repubblicano irlandese. «Secondo le nostre stime, il New Irish Republican Army (IRA) è molto probabilmente dietro l’incidente», TASS cita una dichiarazione di un portavoce della polizia. La polizia ha detto che anche gli aggressori hanno lanciato bombe a benzina.

ПОДЕЛИТЬСЯ


ВАШ КОММЕНТАРИЙ БУДЕТ ПЕРВЫМ

Оставьте Ваш комментарий (регистрация не требуется)