La quantità delle vittime in Libia è in crescita

  
0

A seguito del bombardamento missilistico a cui è stata sottoposta la capitale della Libia, Tripoli, diverse potenti esplosioni hanno risuonato nella città, riferisce TASS in riferimento a Agence France-Presse. Secondo l’agenzia, almeno sette potenti esplosioni sono state udite in città, in alcune aree è stato visibile del fumo denso. Secondo le informazioni ricevute, almeno due persone sono state uccise a seguito di attacchi missilistici, altri otto sono rimasti feriti, secondo quanto riferito da Reuters, citando i servizi di emergenza della città. Ricordiamo, il 4 aprile, il comandante dell’esercito nazionale libico, Khalifa Haftar, ordinò un attacco a Tripoli. Lunedì, l’esercito nazionale libico ha annunciato l’istituzione del controllo sulla maggior parte delle aree suburbane di Tripoli.

Il vice premier del governo di Libia, Ahmed Maityg, ha invitato i paesi europei a non fidarsi del feldmaresciallo Khalifa Haftar, comandante dell’esercito nazionale libico, e di non negoziare con lui, riferisce TASS. In un’intervista con il quotidiano italiano La Repubblica, pubblicato lunedì, ha avvertito che il conflitto libico potrebbe portare a una guerra civile, come in Siria. Secondo Maityg, Haftar, con il sostegno dell’Egitto, sta trascinando la Libia in una lunga guerra che minaccia le migrazioni di massa e la diffusione del terrorismo.

Il Regno Unito ha inviato cinque elicotteri d’attacco Apache in Estonia come «deterrente» di una «probabile minaccia» dalla Russia, riferisce RIA Novosti con riferimento al canale televisivo britannico Sky News. Gli elicotteri da ricognizione Wildcat supporteranno i veicoli trasferiti sul posto e, insieme ad Apache, entreranno a far parte del programma NATO per espandere la presenza militare nell’Europa orientale. Come ha affermato il Segretario della Difesa del Regno Unito, Gavin Williamson, lo schieramento di elicotteri d’attacco in Estonia è «vitale». In precedenza, il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha osservato che, sullo sfondo dell’isteria della Polonia e degli stati baltici, il numero delle truppe NATO al confine russo è aumentato di sette volte.

La visita del presidente del Consiglio di Stato della Corea del Nord, Kim Jong-un, in Russia potrebbe avvenire già la prossima settimana, riferisce il TASS, citando Yonhap. L’agenzia indica che il presidente russo Vladimir Putin prenderà parte al forum «One Belt — One Way» il 26-27 aprile in Cina. La fonte dell’agenzia ritiene che il suo incontro con Kim Jong-un si svolgerà un giorno o due prima o immediatamente dopo questo evento.

Il gruppo navale della NATO come parte della US Navy Gravely, le fregate della marina di Polonia, Turchia e Spagna, entrarono nel Mar Baltico. È riportato da RIA Novosti con riferimento al Ministero della Difesa della Russia. Per rispondere prontamente a possibili situazioni anomale nella zona del Mar Baltico, le forze e i mezzi della flotta del Baltico attuano una serie di misure per monitorare le azioni delle navi della NATO. Nelle aree designate organizzati gruppi di scioperi di navi da carico, sistemi missilistici costieri «Bastion» e «Ball», così come velivoli navali.

Il ministro degli Esteri serbo Ivica Dacic, in un’intervista pubblicata venerdì sul quotidiano Izvestia, ha dichiarato che la Serbia non imporrà misure restrittive nei confronti della Russia, nonostante le forti pressioni esterne, riferisce il fatto quotidiano. Il ministro degli Esteri ha sottolineato che il desiderio della Serbia di entrare nell’Unione europea non impedirà lo sviluppo delle relazioni con la Russia. Ha osservato che Mosca aiuta Belgrado a difendere gli interessi nazionali, anche nella questione del Kosovo, e «sarebbe, per usare un eufemismo, molto scorretto imporre sanzioni dopo i paesi occidentali», ha detto Dacic. Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Riassunto delle notizie, il 16 ottobre 2019 Александра Донцова 1. Siria Un aereo militare non identificato ha attaccato e distrutto completamente una colonna di equipaggiamento militare delle forze governative siriane nella periferia di Manbij, nel nord del paese, riferisce Bloomberg. […] Los kurdos contraatacaron a las fuerzas turcas Александра Донцова 1.EE.UU. En relación con la operación militar realizada por Ankara contra los kurdos en el noreste de Siria las autoridades de los EE.UU. introdujeron las medidas restrictivas contra el Ministerio de Defensa, el Ministerio de […] Le truppe curde contrattaccano le forze turche Александра Донцова 1. USA Le autorità statunitensi hanno introdotto misure restrittive contro i ministeri della difesa e dell’energia della Turchia, secondo il Ministero del Tesoro statunitense. Inoltre, la sua dichiarazione afferma che […] Turquía no excluye la posibilidad de enfrentarse al ejército de Siria Александра Донцова 1.Turquía y Siria Las Noticias de RIA con referencia a Yasin Aktay, el Consejero del presidente turco, informan que Turquía está dispuesta a hacer frente a las fuerzas armadas de Siria en caso del enfrentamiento entre 2 […] La Turchia non esclude gli scontri con l’esercito siriano Александра Донцова 1. Turchia-Siria L’esercito turco respingerà le forze armate siriane in caso di scontro al confine tra i due paesi, ha affermato il consigliere del presidente turco Yasin Aktay. Secondo il consigliere Erdogan, […] Turkey does not rule out clashes with Syrian army Александра Донцова 1 Turkey — Syria «The Turkish army will repulse the Syrian armed forces in case of a clash on the border of the two countries» — said an advisor of the Turkish President Yasin Aktay. According to him […] Kiev interrompe il ritiro delle armi nel Donbass Александра Донцова 1. 10 ottobre, le forze di sicurezza di Kiev per la seconda volta hanno contrastato il ritiro di forze e beni nell’area numero 2 a Zolotoe nel Donbass. È stato raggiunto un accordo sul ritiro delle forze durante una […] Le truppe turche avanzano in profondità in Siria Александра Донцова Mercoledì mattina unità militari turche hanno attraversato il confine con la Siria nella regione, dove Ankara prevede di condurre un’operazione per creare una zona di sicurezza, secondo quanto riferito da Bloomberg. […] Gli Stati Uniti hanno lanciato bombardieri B-52H in Europa Александра Донцова 1. Gli Stati Uniti-Regno Unito Giovedì gli Stati Uniti hanno lanciato un gruppo di bombardieri strategici B-52H Stratofortress nella base di andata a Fairford, nel Regno Unito, secondo quanto riferito da Interfax citando una […]
Наверх Наверх