Home / NEWS  / Terratto a Damasco || Riassunto delle notizie, il 20 gennaio 2019

Terratto a Damasco || Riassunto delle notizie, il 20 gennaio 2019

Nel distretto meridionale di Damasco, si è verificata un’esplosione, secondo SANA. Stiamo parlando dell’attacco terroristico. L’esplosione è avvenuta su una grande autostrada. Come risultato dell’esplosione, ci sono feriti, ma il loro numero è ancora sconosciuto.

La coalizione araba, guidata dall’Arabia Saudita, ha attaccato la posizione degli Houthi nello Yemen, nel nord-ovest di Sana’a. La coalizione ha attaccato il campo della prima divisione corazzata a nord della città, l’unità del sistema di difesa antimissile hussita nell’area di Dzhadar a Sana’a e nella base aerea militare di Dulaymi. Inoltre, il campo di addestramento vicino alla casa del presidente è stato colpito.

Il Ministero degli affari esteri della Siria ha inviato una richiesta al Consiglio di sicurezza dell’ONU con la richiesta di fermare gli attacchi dell’aeronautica della coalizione internazionale sugli insediamenti pacifici nella provincia di Deir ez-Zor. Il documento sottolinea che i civili sono vittime di attacchi aerei quotidiani. In particolare, stiamo parlando di uno sciopero aereo nel villaggio di El-Beguz-Takhtani, dove sono state uccise più di 20 persone, tra cui donne e bambini. Le autorità siriane sottolineano che l’attacco è stato fatto quando un gruppo di civili ha cercato di uscire dall’area controllata dai terroristi dello Stato islamico, vietati in Russia.

Il Ministero degli affari esteri della Siria ha inviato una richiesta al Consiglio di sicurezza dell’ONU con la richiesta di fermare gli attacchi dell’aeronautica della coalizione internazionale sugli insediamenti pacifici nella provincia di Deir ez-Zor. Il documento sottolinea che i civili sono vittime di attacchi aerei quotidiani. In particolare, stiamo parlando di uno sciopero aereo nel villaggio di El-Beguz-Takhtani, dove sono state uccise più di 20 persone, tra cui donne e bambini. Le autorità siriane sottolineano che l’attacco è stato fatto quando un gruppo di civili ha cercato di uscire dall’area controllata dai terroristi dello Stato islamico, vietati in Russia.

Il bilancio delle vittime dell’esplosione di ieri in un oleodotto in Messico è salito a 76 persone, i media locali hanno riferito con riferimento al governo dello stato. Più di 70 persone sono rimaste ferite.

La questione della creazione di un comitato costituzionale siriano sarà al centro dell’attenzione dell’inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite Geir Pedersen a Mosca, in programma per la prossima settimana. Lo ha annunciato venerdì in una conferenza stampa del segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, rispondendo a una domanda del TASS.

«Ho appena parlato con lui per telefono, ha tenuto consultazioni costruttive a Damasco con il governo e l’opposizione, poi andrà a Mosca e, naturalmente, la questione della commissione costituzionale sarà al centro della discussione», ha detto.

Guterres ha anche sottolineato che l’ONU non stabilisce alcun termine per l’inizio dei lavori del comitato costituzionale. «Non abbiamo ancora tempo per questo, ma vorremmo che ciò accadesse il prima possibile», ha spiegato.

ПОДЕЛИТЬСЯ


ВАШ КОММЕНТАРИЙ БУДЕТ ПЕРВЫМ

Оставьте Ваш комментарий (регистрация не требуется)