Attacchi aerei in Arabia Saudita nello Yemen

  
0

1. Yemen

Al Masirah ha riferito che gli aerei militari della coalizione guidata dai sauditi hanno lanciato attacchi massicci contro le province dello Yemen, compresa l’area metropolitana. È stato riferito che circa 20 colpi sono stati inflitti a Sana’a, la capitale dello Yemen, anche alla periferia dell’aeroporto internazionale della capitale. Quasi lo stesso numero di attacchi sono stati erogati su altri obiettivi nella provincia metropolitana. Nella provincia settentrionale di Sa’ada, durante i bombardamenti della cosiddetta alleanza araba, due sono stati uccisi e quattro civili feriti. Mercoledì scorso, la coalizione ha annunciato l’avvio di un’operazione su vasta scala per distruggere il potenziale di combattimento di hussiti in risposta a casi più frequenti di attacchi transfrontalieri in Arabia Saudita da parte dei ribelli, anche attraverso missili balistici e droni. Muhammad Abdel Salam, un rappresentante degli Ussiti, ha affermato che il popolo yemenita conserva il diritto all’autodifesa e darà un doloroso rifiuto all’aggressore.

2. Siria

SANA ha riferito che l’esercito americano ha creato una nuova base aerea nella regione di Al-Yarubiya nella provincia di Hasake, al fine di espandere la sua presenza nella regione siriana di Al-Jazeera per saccheggiare petrolio e altre risorse naturali. È stato riferito che l’esercito americano sta fornendo attrezzature e materiali lì, erigendo barriere di cemento, costruendo caserme e aprendo la strada. L’agenzia sottolinea che la presenza delle forze armate statunitensi nel territorio siriano è illegale.

3. USA

La portavoce della Camera dei rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha chiesto sanzioni contro la Federazione Russa a causa dell’attribuzione da parte della Russia della prontezza a pagare i combattenti per i talebani radicali (banditi nella Federazione Russa) in contanti per l’uccisione delle truppe statunitensi in Afghanistan. In precedenza, il vicepresidente degli Stati Uniti Michael Pence ha dichiarato di non aver mai ricevuto informazioni sui contatti attribuiti alla Russia con militanti in Afghanistan. Il segretario di Stato americano Michael Pompeo ha affermato che, nonostante il fatto che la Russia operi in Afghanistan in contrasto con gli interessi americani, i compiti dei due paesi coincidono. Pompeo ha sottolineato che sia gli Stati Uniti che la Russia sono impegnati nella lotta al terrorismo nella regione. Pompeo ha anche affermato di ritenere necessario identificare e perseguire gli organizzatori di fughe di informazioni inesatte nella stampa sulla disponibilità attribuita alla Russia per pagare i combattenti in Afghanistan per i premi per l’uccisione delle truppe statunitensi. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha anche definito la fiction la pubblicazione del quotidiano The New York Times secondo cui un’unità di intelligence militare russa ha spinto i talebani ad attaccare la coalizione internazionale in Afghanistan.

4. Myanmar

Il Ministero dell’Informazione del Myanmar ha riferito che 126 persone sono morte a seguito di una frana nell’area mineraria di giada nello stato di Kachin in Myanmar. 23 persone sono rimaste ferite, sono state portate in ospedale. L’incidente è avvenuto intorno alle 08:00 ora locale (04:30 ora di Mosca). Un rappresentante dei servizi di soccorso ha detto che la roccia è caduta da una scogliera alta più di 300 metri. Le persone possono ancora rimanere sotto le macerie; l’operazione di salvataggio continua.

5. Azerbaigian

L’Azerbaigian è sinonimo di espansione del numero di partecipanti all’accordo OPEC +. Lo ha detto il ministro dell’Energia dell’Azerbaigian Perviz Shahbazov come parte del club di discussione internazionale della Valdai. «La stabilità nel mercato petrolifero soddisfa gli interessi di tutti i suoi partecipanti. A questo proposito, ritengo importante espandere ulteriormente il formato OPEC + coinvolgendo paesi e altri produttori», ha affermato il ministro. Ha inoltre sottolineato che l’Azerbaigian intende continuare ad adempiere ai propri obblighi ai sensi dell’accordo OPEC +.

6. Russia

La capo della Commissione elettorale centrale, Ella Pamfilova, presso il centro informazioni della CEC, dove sono discussi i risultati del voto, ha affermato che si è svolto un voto nazionale sugli emendamenti alla Costituzione della Federazione Russa. La Commissione elettorale centrale della Federazione Russa ha elaborato tutti i protocolli. Il 77,92 percento di coloro che hanno votato a favore degli emendamenti alla Costituzione della Russia, contro il 21,27%. L’affluenza è stata di circa il 65 percento. Pamfilova ha inoltre informato che il CEC ha in programma di riassumere i risultati delle votazioni ufficiali venerdì 3 luglio.

Maria Kayumoa specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновости
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на вечер 6 августа 2020 года Влад Николаев Число погибших в результате взрыва в Бейруте увеличилось до 137 человек, число пострадавших возросло до 5 тыс. Десятки людей числятся пропавшими без вести. Об этом сообщил телеканал Al Jazeera со ссылкой на Минздрав Ливана. […] Новости на 16:00 6 августа 2020 года Влад Николаев Министр экономики и торговли Ливана Рауль Нехме заявил телеканалу Sky News Arabia, что Ливан не располагает достаточными финансовыми возможностями для того, чтобы справиться с последствиями взрыва в Бейруте. «У Ливана […] Новости на 12:00 6 августа 2020 года Влад Николаев Сирийская газета Al-Watan сообщила, что незаконная американская военная база в провинции Хасеке на северо-востоке Сирии подверглась ракетному обстрелу. Сообщается, что базу, расположенную в городе аш-Шаддади, атаковали […] Главное на утро 6 августа 2020 года Влад Николаев Число погибших в результате взрыва в Бейруте увеличилось до 137 человек, число пострадавших возросло до 5 тыс. Десятки людей числятся пропавшими без вести. Об этом сообщил телеканал Al Jazeera со ссылкой на Минздрав Ливана. […] Une explosion à Beyrouth Александра Донцова 1 Liban Mardi, suite à une forte explosion dans le secteur du port de Beyrouth, près d’une base de la flotte libanaise, plus de 100 personnes sont mortes, 4 mille ont été blessées. Selon la Santé libanaise, les hôpitaux […] Explosion in Beirut Александра Донцова 1. Libanon Infolge einer gewaltigen Explosion, die am Dienstag im Bereich des Hafens von Beirut in der Nähe des libanesischen Marinestützpunkts stattfand, starben nach neuesten Daten mehr als 100 Menschen, 4.000 wurden […]
Наверх Наверх