Attacco missilistico su Afghanistan

  
0

1.

Siria

Il tenente colonnello delle guardie Vladimir Marandidov, vicedirettore del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha dichiarato che il giorno scorso i militanti hanno effettuato 11 attacchi a insediamenti nelle tre province della Siria: Latakia, Idlib e Aleppo. Si sottolinea che non è stato registrato alcun bombardamento da parte di gruppi armati illegali controllati dalla Turchia.

2.

Afghanistan

Il canale televisivo TOLOnews, citando il Ministero della Difesa afgano, ha riferito che a seguito di attacchi missilistici da parte dei militari pakistani nella provincia di Kandahar nel sud-est dell’Afghanistan, nove persone sono state uccise e altre 50 sono rimaste ferite. Secondo quanto riferito, i militari pakistani hanno bombardato le aree residenziali nella contea di Spin Boldak. Altri dettagli non sono stati divulgati. Inoltre, non vengono fornite informazioni sullo stato di salute delle vittime.

3.

Azerbaigian-Armenia

Il Ministero della Difesa dell’Azerbaigian ha dichiarato che il giorno scorso al confine con l’Armenia, il cessate il fuoco è stato violato 49 volte. A sua volta, il Ministero della Difesa armeno ha dichiarato che la parte azera ha violato il cessate il fuoco al confine 14 volte a notte, sparando circa 155 colpi di armi leggere. Il segretario stampa del Ministero della Difesa armeno Shushan Stepanyan ha scritto su questo su Facebook.

4.

Afghanistan

Il canale televisivo Tolo News trasmette una dichiarazione del rappresentante ufficiale dell’ufficio politico del Qatar dei talIbani, Mohammad Sohail Shahin, in cui si afferma che il movimento talibano, illecito nella Federazione Russa, «ha rilasciato un gruppo di 82 prigionieri». Il numero totale dei membri delle forze di sicurezza afghane rilasciate era 1.005. Pertanto, il movimento radicale talibano ha completato il processo di trasferimento delle forze di sicurezza catturate alle autorità afghane, conformemente all’accordo firmato tra talibani e rappresentanti statunitensi a Doha. Sempre nell’ambito di questo accordo, gli Stati Uniti intendono ritirare finalmente le loro truppe dall’Afghanistan a maggio del prossimo anno. Lo ha detto il segretario di Stato Mike Pompeo, parlando alla commissione per gli affari esteri del Senato del Congresso. Pompeo ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno finora ridotto il numero delle sue forze in Afghanistan «di circa la metà rispetto al recente picco» del loro numero. «Siamo in procinto di ulteriori riduzioni», ha affermato il Segretario di Stato. Ha anche espresso la speranza di un vero dialogo inter-afgano.

5.

Ucraina

Il primo presidente ucraino, Leonid Kravchuk, che ha guidato la delegazione di Kiev ai negoziati del gruppo di contatto sul Donbass, ha annunciato la sua disponibilità a scendere a compromessi sulla questione della risoluzione del conflitto. Kravchuk ha detto questo in un’intervista con RBC-Ucraina. «C’è solo una missione: porre fine alla guerra, affinché regni la pace in Ucraina, in modo da vivere in pace: senza sangue, senza orrori, senza perdite, senza distruzione. Farò tutto il possibile per questo. Faremo compromessi», ha detto. Parlando dello status speciale di Donbass, l’ex presidente ha osservato che avrebbe sostenuto il passaggio dalle parole generali ad azioni concrete. «Che sia il governo a beneficio delle persone che vivono lì e le persone sentono di essere i padroni della loro terra», ha aggiunto. Allo stesso tempo, Kravchuk ha osservato che «ci sono cose che non possono essere compromesse». «Questa è sovranità, integrità territoriale, indipendenza, inviolabilità dei confini. Questo problema non è in discussione», ha sottolineato.

6.

Ucraina

Il ministro degli Esteri ucraino Dmitry Kuleba ha dichiarato in una riunione che l’Ucraina si sta preparando per un nuovo vertice in formato normanno. Il ministro ha aggiunto che l’osservanza di un cessate il fuoco sostenibile nel Donbass consentirà di passare all’attuazione di altri punti degli accordi raggiunti al vertice di Quattro Normanni. «È molto difficile per me immaginare come funzionerà il processo di Minsk senza il formato normanno, perché nel formato normanno gli accordi politici sono raggiunti al più alto livello, che sono poi attuati nel processo di Minsk», ha affermato Kuleba.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновости
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Israel atacó a las unidades chiítas en Siria Александра Донцова 1.Siria. El canal de televisión Al Hadath informó que la Fuerza Aérea Israelí había atacado el puesto del mando de las unidades chiítas de Hezbollah que luchaban junto con el ejército sirio. Los ataques se realizaron en la […] Израиль атаковал шиитские отряды в Сирии || Итоги дня 06.05.2021 Влад Николаев Израильские ВВС нанесли удары по командному пункту шиитских отрядов «Хезболлах», воюющих на стороне сирийской армии. Об этом сообщил телеканал Al Hadath. Удары были нанесены в сирийской провинции Эль-Кунейтра в 40 […] Сирийские ПВО отразили атаку Израиля || Итоги дня 05.05.2021 Влад Николаев Сирийские средства ПВО отразили ракетную атаку со стороны Израиля в районе провинции Латакия и города Масьяф в провинции Хама. Силам противовоздушной обороны удалось сбить несколько ракет. Удар был нанесен по складу […] Los sistemas de defensa aérea de Siria rechazaron el ataque israelí Александра Донцова 1.Siria. La agencia siria SANA informó que los sistemas de defensa aérea de Siria habían rechazado un ataque con misiles realizado por Israel en la provincia de Latakia y la ciudad de Masyaf, en la provincia de Hama. El […] The Syrian air defenses repelled an Israeli attack Александра Донцова 1 Syria The Syrian air defenses repelled a missile attack from Israel at the Latakia province, and at the city of Masyaf, in the Hama province. The air defenses managed to shoot down several incoming missiles. The Syrian news […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Вооруженные формирования Украины за сутки два раза обстреляли территорию ДНР, огонь велся на донецком направлении. Об этом сегодня сообщило представительство Республики в Совместном центре […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: