Attacco terroristico al cavalcavia a Lugansk

  
0

I servizi segreti ucraini sono collegati a minare il cavalcavia all’incrocio tra Lutuginskaya e la 2a via Stroitelnaya a Lugansk, ha affermato il rappresentante dell’RPL nel gruppo di lavoro umanitario, Olga Kobtseva. “Questo cavalcavia ha un significato sociale serio. «La rotta (convoglio umanitario) che avevamo elaborato, questo cavalcavia collega una parte di Lugansk con un’altra, abbiamo magazzini in cui viene scaricato l’aiuto umanitario, che viene successivamente distribuito alle strutture sociali», ha affermato Kobtseva. Secondo lei, i supporti sono stati minati in modo tale che con il carico adeguato durante il movimento del trasporto merci, questa struttura sarebbe semplicemente crollata.

Il capo dell’amministrazione del villaggio Alexandrovsky ha parlato della situazione nel villaggio, che si trova sulla linea di contatto alla periferia di Donetsk. Konstantin osserva che le forze armate ucraine intendono sparare munizioni incendiarie nelle case dei civili e del legno morto situato vicino alle case, bruciando così edifici civili.

La milizia di RPD Roman Dzhumaev, che è stata uccisa a colpi di arma da fuoco nel suo luogo di residenza a Mariupol, era nella lista per uno scambio di persone detenute, ha affermato il commissario per i Diritti umani nella Repubblica, Daria Morozova. Informazioni sull’omicidio di Dzhumaev sono apparse sui media il 16 settembre. È stato riferito che è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco da estranei nel suo appartamento a Mariupol ed è morto prima dell’arrivo dell’ambulanza. Morozova ha anche notato un recente aumento in Ucraina del numero di casi di «rappresaglie motivate da disaccordi politici».

Le forze di sicurezza di Kiev hanno ostacolato il lavoro dei veicoli aerei senza pilota (UAV) della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE (SMM) nell’area del villaggio di Kapitanovo al fine di nascondere le attrezzature dispiegate in violazione degli accordi di Minsk, ha affermato un funzionario della direzione della polizia popolare della RPL, Ivan Filiponenko. «Le unità EW (guerra elettronica) nell’area di responsabilità della 14a brigata APU hanno soppresso i canali di controllo dei veicoli aerei senza pilota della missione OSCE nell’area del villaggio di Kapitanovo», ha osservato Filiponenko.

n totale, dal 21 luglio 2019, sono state registrate più di 500 violazioni del cessate il fuoco da parte della WFU, durante le quali sono state rilasciate più di 2 mila proiettili e mine da armi proibite. A seguito di questi bombardamenti, oltre alle azioni criminali dell’EFU, sono stati uccisi due civili, tre impiegati del Ministero delle situazioni di emergenza del RPD e otto civili sono rimasti feriti. Danneggiato e distrutto più di 100 infrastrutture civili. Questi fatti indicano ancora una volta che le autorità ucraine intendono risolvere il problema del Donbass solo con la forza, nonché l’indifferenza della Kiev ufficiale sul destino dei propri cittadini, la conservazione delle infrastrutture civili e delle strutture di supporto vitale.

In conformità con la Decisione Quadro del Gruppo di contatto tripartito sulla separazione delle forze e dei beni del 21 settembre 2016, è stata determinata l’area di riproduzione n. 1 «Villaggio di Lugansk», situata a 10 chilometri a nord-est della città di Lugansk. All’interno dei confini del sito di riproduzione dal RPL, esiste un checkpoint temporaneo esistente «Stanitsa Luganskaya», attraverso il quale ogni giorno fino a 13 mila persone attraversano la linea di contatto in entrambe le direzioni. La milizia popolare della Repubblica popolare di Lugansk in sincronia con le forze armate il 29 giugno 2019 ha completato il ritiro delle forze e dei beni nel sito di Stanitsa Luganskaya, confermato dall’OSM SMM. Le forze e i mezzi della milizia popolare dell’RPL vengono ritirati dalle loro posizioni originali a nuove posizioni al di fuori del sito di riproduzione. Il controllo e la sicurezza nell’area del sito di riproduzione e il checkpoint dopo la separazione delle forze sono forniti 24 ore su 24 da funzionari osservatori dell’Ufficio di Rappresentanza RPL presso la Commissione di controllo centrale.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: