Battaglie per Sarakib

  
0

1. Siria

I corrispondenti di guerra di ANNA News riportano che le forze dell’esercito siriano hanno liberato la città di Kafr Awaid, situata nella parte meridionale della provincia di Idlib. Per un giorno da Kafr Nabeul, la 25a divisione passò rigorosamente ad ovest per più di 15 chilometri. L’altezza di Klekel è stata presa. SANA riferisce inoltre che le forze governative hanno restituito altri 15 villaggi nelle vicinanze di Kafr Awaid entro 24 ore, sconfiggendo bande di terroristi del gruppo Jebhat al-Nusra. Le truppe siriane hanno iniziato a sgombrare le aree residenziali e le strade.

2. Siria

Le informazioni di alcuni media turchi sul sequestro da parte delle truppe della «moderata opposizione» siriana della città di Sarakib nella provincia di Idlib non sono vere. È riportato da TASS con riferimento a una fonte militare. L’agenzia SANA riferisce che l’esercito siriano è impegnato in feroci battaglie con bande che «con grandi forze» attaccano le linee difensive delle truppe governative per riportare la città strategica sotto controllo. I militanti del gruppo terroristico Jebhat al-Nusra (illecito nella Federazione Russa) e le brigate dell’opposizione armata forniscono supporto di fuoco alle truppe turche. È stato riferito che l’artiglieria siriana infligge intensi colpi alle bande in avanzamento, nei loro ranghi ci sono dozzine di morti e feriti, diversi veicoli corazzati del nemico sono stati distrutti. In precedenza, Reuters, citando rappresentanti di gruppi armati illegali, ha riferito che gruppi armati della cosiddetta opposizione siriana, sostenuta dalla Turchia, affermano di essere riusciti a riprendere il controllo della città strategicamente importante di Sarakib.

3.USA

Il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Mark Esper ha dichiarato che gli Stati Uniti non hanno intenzione di riportare le proprie truppe al confine turco-siriano e di prendere parte al conflitto in Siria. Il capo del comitato del capo di stato maggiore degli Stati Uniti, Mark Milli, ha aggiunto che la preoccupazione principale degli Stati Uniti rimane la lotta contro il gruppo terroristico dello Stato islamico (bandito nella Federazione Russa) nella Siria orientale. «Non abbiamo né l’intenzione né i piani per prendere nuovamente parte alla guerra civile in Siria o per riportare le nostre forze al confine tra Siria e Turchia», ha sottolineato Milli.

4. Siria

L’agenzia iraniana Fars, citando fonti, riferisce che gli Stati Uniti hanno inviato centinaia di camion con materiali da costruzione e attrezzature per rafforzare le sue basi nella Siria nord-orientale. L’agenzia riferisce che in due giorni almeno 300 camion americani hanno attraversato il confine iracheno-siriano al checkpoint del confine Al-Walid e si sono diretti verso le province siriane nord-orientali di Hasek e Deir ez-Zor. Alcuni veicoli sono arrivati ​​nell’area di Tell Birak e Tell Baidar a Hasek. Un altro pezzo di materiale è stato consegnato al giacimento petrolifero di Al Omar, accanto al quale anche gli Stati Uniti intendono creare una zona fortificata.

5. Russia

Il segretario stampa del Presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov ha dichiarato che nei piani del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin il 5 marzo non si incontrerà il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Peskov ha anche detto che nel programma del presidente per il 5 marzo non c’è viaggio a Istanbul. Peskov ha osservato che esiste un dialogo tra Russia e Turchia a livello di esperti e di lavoro. «Prima di tutto, per discutere della crisi intorno a Idlib.» In precedenza, i piani per l’incontro con il presidente russo Vladimir Putin il 5 marzo a Istanbul sono stati annunciati il ​​26 febbraio dal residente turco Recep Tayyip Erdogan.

6. Qatar

Sohail Shahin, un rappresentante ufficiale dell’ufficio politico talebano del Qatar, ha detto che l’accordo tra gli Stati Uniti e il movimento radicale talebano (illecito nella Federazione Russa) sarà firmato sabato 29 febbraio. Lo riporta The Khaama Press. La cerimonia della firma si terrà nella capitale del Qatar, Doha. Alla cerimonia sono invitati ministri degli esteri e rappresentanti speciali di 26 paesi

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Новости на 12:00 28 сентября 2020 года Влад Николаев Пресс-секретарь Минобороны Армении Шушан Степанян сообщила, что армия обороны непризнанной Нагорно-Карабахской республики (НКР) в ходе ночных боев восстановила контроль над несколькими позициями, которые ранее были заняты ВС […] Главное на утро 28 сентября 2020 года Влад Николаев В Минобороны Армении сообщили, что бои в Нагорном Карабахе продолжились в ночь на понедельник. Об этом сообщил в Facebook официальный представитель Минобороны Армении Арцрун Ованнисян. «Ночью боевые действия […] Terroristische Provokationen in Idlib Александра Донцова Konteradmiral Alexander Grinkewitsch, stellvertretender Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, gab bekannt, dass Kämpfer der in der Russischen Föderation verbotenen Terroristengruppe […] Provocazioni militanti a Idlib Александра Донцова Il contrammiraglio Alexander Grinkevich, vice capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria, ha annunciato che i militanti del gruppo terroristico Hayat Tahrir al-Sham, bandito nella […] Las provocaciones de los rebeldes en Idlib Александра Донцова Alexander Grinkevich, el subjefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Hayat Tahrir al-Sham” (la organización terrorista que que está prohibida en la Federación de […] Terrorist provocations in Idlib Александра Донцова The deputy head of the Russian Center for the Reconciliation of the Warring Parties in Syria, Rear-Admiral Alexander Grinkevich, reported about a preparation of provocations, with the use of poisonous substances, in the south […]
Наверх Наверх