Circa 900 persone detenute in Venezuela

  
0

Questo fine settimana, ci sarà una sospensione degli obblighi statunitensi ai sensi del trattato sull’eliminazione dei missili a raggio intermedio e a corto raggio, ha detto il vice ministro degli Esteri Sergei Ryabkov. «Come comprendiamo, la fase successiva è in arrivo, la fase successiva inizia, vale a dire la sospensione degli obblighi da parte degli Stati Uniti ai sensi del Trattato INF, che apparentemente accadrà il prossimo fine settimana», ha detto Ryabkov a seguito di un incontro con il sottosegretario di Stato americano Andrea Thompson. Secondo lui, non c’è alcun progresso intorno alla situazione con il Trattato INF, la posizione della parte americana è «molto dura e ultimatum», riferisce RIA Novosti.

I membri del Congresso democratico Elizabeth Warren e Adam Smith hanno presentato una proposta di legge volta a vietare agli Stati Uniti di utilizzare prima le armi nucleari, secondo Interfax, citando The Hill. «La nostra attuale strategia nucleare non è solo obsoleta, è pericolosa», ha detto Warren, membro del Comitato delle Forze Armate del Senato, e Smith, presidente della commissione della Camera dei rappresentanti delle Forze Armate, ha detto in una nota. Il disegno di legge, che è intitolato «Atto di non applicazione prima», afferma che «la politica degli Stati Uniti non è quella di utilizzare prima le armi». Un comunicato stampa diffuso dall’ufficio di Adam Smith afferma che il disegno di legge migliorerà la sicurezza nazionale degli Stati Uniti riducendo il rischio di errore, ma mantenendo comunque la possibilità di un attacco nucleare in caso di un attacco nucleare contro un alleato o gli stessi Stati Uniti.

Secondo il Forum criminale venezuelano, un’organizzazione non governativa, la scorsa settimana, dal 21 gennaio al 27 gennaio, agenti delle forze dell’ordine venezuelane hanno arrestato circa 900 persone durante i disordini in corso, ha riferito la radio dell’Unione. Secondo il direttore esecutivo dell’organizzazione non governativa Forum criminale venezuelano, Alfredo Romero, dal 21 gennaio al 27 gennaio, 896 persone sono state detenute in Venezuela, riferisce TASS. Sostiene che «questo non riguarda solo i manifestanti, ma anche i parenti dell’esercito, in questo caso i sergenti che hanno parlato contro il governo».

I terroristi non stanno abbandonando i tentativi di falsificare l’uso di armi chimiche contro i residenti siriani, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. «Secondo le informazioni disponibili, il gruppo di attivisti, la famigerata organizzazione pseudo-umanitaria» caschi bianchi «ha preparato in diversi ospedali di Idlib l’attrezzatura necessaria per le riprese di tali azioni provocatorie,» RIA «Novosti» cita le sue parole. A novembre, il rappresentante permanente della Russia presso l’ONU, Vasily Nebenzya, in una riunione del Consiglio di sicurezza ha dichiarato che i terroristi in Siria, insieme ai caschi bianchi, continuano a lavorare su provocazioni usando sostanze velenose.

Il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov, in seguito a un incontro con il sottosegretario di Stato americano Andrea Thompson, ha dichiarato che Mosca continuerà a lavorare sul salvataggio del trattato sull’eliminazione dei missili a raggio intermedio e a corto raggio dopo la sospensione degli obblighi di Washington previsti dall’accordo. Secondo Ryabkov, durante le passate trattative con Thompson, le parti non hanno avanzato la discussione del trattato. Rapporti su di esso TASS.

главное за суткиитоги дняновостисобытие дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх