Eliminazione dei militanti in Siria

  
0

1.Siria

L’agenzia statale siriana SANA ha riferito che il presidente siriano Bashar al-Assad ha incaricato Hussein Arnus di formare un nuovo governo. Hussein Arnus servirà come capo del gabinetto siriano dall’11 giugno, quando il primo ministro Imad Khamis è stato licenziato dal suo incarico con decreto presidenziale. «Il presidente Assad ha emesso il decreto numero 210, in base al quale ha incaricato Hussein Arnus di formare un nuovo gabinetto dei ministri della Repubblica araba siriana», ha detto l’agenzia.

2. Siria

L’aviazione delle forze aerospaziali russe e dell’aeronautica militare siriana, con il supporto di artiglieria e forze speciali, nel periodo dal 18 al 24 agosto nel deserto siriano, ha distrutto 327 militanti del gruppo coinvolto nell’assassinio del consigliere militare russo il maggiore generale Vyacheslav Gladkikh il 18 agosto. Lo ha riferito l’agenzia TASS con riferimento al rappresentante del gruppo russo in Siria. È stato riferito che 134 rifugi, 17 posti di osservazione, sette magazzini con materiale e cinque depositi sotterranei per armi e munizioni sono stati distrutti. Il rappresentante del gruppo russo in Siria ha sottolineato che l’aumento dell’attività delle bande e degli ex membri dell’ISIS (bandito nella Federazione Russa) è stato osservato nel deserto siriano nel centro del Paese nell’ultimo mese. Si noti che la maggior parte dei militanti è apparsa nell’area dopo la cosiddetta amnistia effettuata dalla «amministrazione autonoma del nord-est della Siria» controllata dagli Stati Uniti. Il rappresentante del gruppo russo ha sottolineato che le azioni dei terroristi interrompono la ripresa socio-economica della Siria e l’instaurazione di relazioni tra le tribù arabe locali e Damasco.

3. Libia

Il portale di notizie Al Marsad ha riferito che si è svolta un’azione di protesta nella capitale libica Tripoli, alla quale hanno preso parte diverse migliaia di residenti. I manifestanti hanno espresso insoddisfazione per le azioni del governo di accordo nazionale del primo ministro Faiz Sarraj, il deterioramento della situazione socio-economica, l’impoverimento della popolazione generale e la corruzione. La manifestazione è stata seguita dagli ufficiali del ministero dell’Interno libico, che per la terza sera consecutiva ha cercato di contenere l’assalto dei manifestanti. Si segnala che grandi gruppi di giovani si sono riuniti davanti alla sede del Governo di Accordo Nazionale. Il presidente della Camera dei rappresentanti della Libia, Akila Saleh, ha definito gli attacchi delle forze dell’ordine ai partecipanti alle manifestazioni di strada a Tripoli come violenza ingiustificata e abuso di potere. Secondo quanto riferito, la polizia e gli agenti di sicurezza hanno usato armi in risposta ai tentativi dei manifestanti di assaltare gli edifici governativi. Ci sono anche segnalazioni di arresti di attivisti e istigatori di rivolte.

Lunedì scorso, parlando alla televisione nazionale, Faiz Sarraj si è impegnato a fare «cambiamenti urgenti nel governo, nominando le persone ai posti esclusivamente sulla base della competenza e dell’onestà». Ha anche assicurato che «il sistema giudiziario sarà usato contro tutti gli accusati di corruzione nelle file del governo».

4. Israele

Il servizio stampa del ministero della Difesa israeliano ha riferito su Twitter che in risposta alla sparatoria, le forze di difesa israeliane (IDF) hanno lanciato attacchi aerei contro i posti di osservazione di Hezbollah vicino al confine con il Libano. In precedenza, le Forze di Difesa Israeliane avevano riferito di un incidente al confine con il Libano, dove è stato trovato un passaggio realizzato con filo spinato. A sua volta, il canale televisivo Al-Hadath ha riferito che i combattenti dell’aeronautica militare israeliana sono apparsi nei cieli sopra le aree di confine del Libano, che hanno effettuato voli di ricognizione. In precedenza, l’artiglieria israeliana ha sparato razzi sugli insediamenti libanesi di Houla e Mays al-Jebel. Martedì sera, l’esercito israeliano ha setacciato la zona di confine vicino al villaggio israeliano di Manara per vedere se ci fosse stata un’infiltrazione di un gruppo armato di Hezbollah dal territorio libanese.

5. Libano

Il canale televisivo Al-Jazeera ha riferito che il Consiglio supremo di difesa del Libano ha deciso di presentare una denuncia al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per gli attacchi dell’aviazione israeliana nella zona di confine con la repubblica. «Il ministro degli Esteri è stato incaricato di presentare una denuncia al Consiglio di sicurezza riguardo agli attacchi di Israele ai confini meridionali», ha affermato il canale televisivo citando il comunicato del dipartimento militare.

итоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […] Proteste in Siria contro la presenza turca Александра Донцова 1. Siria I media siriani hanno riferito che le proteste contro la presenza militare turca nel paese si sono svolte in diverse province della Siria. I residenti della provincia di Idlib si sono riuniti presso i posti di […] Las protestas en Siria contra la presencia turca Александра Донцова 1.Siria Los medios sirios informaron que en varias provincias de Siria, incluso, Idlib, Hama y Alepo se habían realizado las protestas contra la presencia militar turca en el país. Varias decenas de personas participaron en […] Protests in Syria against the Turkish presence Александра Донцова 1 Syria The Syrian mass media reported about protests in several Syrian provinces against the Turkish military presence in Syria. The residents of the Idlib province gathered at the observation posts of the Turkish army with […] Главное на вечер 18 сентября 2020 года Влад Николаев Сирийские СМИ сообщили, что в нескольких провинциях Сирии прошли акции протеста против турецкого военного присутствия в стране. Жители провинции Идлиб собрались у наблюдательных пунктов турецкой армии с плакатами «Идлиб […] Новости на 16:00 18 сентября 2020 года Влад Николаев Президент Турции Реджеп Тайип Эрдоган заявил, что власти Турции огорчены планами главы Правительства национального согласия Ливии Фаиза Сарраджа уйти в отставку. Эрдоган также сообщил, что «на этой неделе могут пройти […]
Наверх Наверх