I rifugiati dal campo Rukban saranno rimossi entro 30 giorni

  
0

1. Arabia Saudita

Mercoledì scorso, il Ministero della Difesa saudita ha in programma di fornire prove del coinvolgimento dell’Iran negli attacchi alle strutture petrolifere saudite, ha riferito Al Ihbaria. Secondo lui, i certificati pertinenti dovrebbero essere pubblicati da un rappresentante del ministero in una conferenza stampa mercoledì sera. In precedenza, la società televisiva americana CBS, citando un alto rappresentante dell’amministrazione americana, riferiva che gli Stati Uniti avevano identificato i luoghi esatti in Iran, da cui era stato effettuato un attacco a impianti petroliferi in Arabia Saudita usando più di 20 droni e missili da crociera. Secondo la fonte della compagnia televisiva, i siti di lancio si trovano nell’Iran meridionale nella parte settentrionale del Golfo Persico.

2. USA-Venezuela

Washington ha ampliato gli elenchi di sanzioni per il Venezuela, aggiungendo a loro tre persone e 16 società, secondo una dichiarazione sul sito web del Ministero del Tesoro degli Stati Uniti. Gli elenchi delle sanzioni includevano prevalentemente società colombiane, una italiana — Gruppo Domano S.R.L. e quattro panamensi. Inoltre, il Dipartimento di Stato americano ha affermato che per contrastare la minaccia delle autorità venezuelane, Washington ha avviato l’uso del Trattato interamericano di mutua assistenza contro Caracas, dichiarando il regime di Maduro una minaccia per la sicurezza dell’intera regione. Secondo un trattato firmato dalla maggior parte dei paesi dell’America Latina, un attacco a uno qualsiasi dei paesi firmatari significa un attacco a tutti gli Stati partecipanti. Il Venezuela si è ritirato dal trattato nel 2012.

3. Israele

La Commissione elettorale centrale di Israele riferisce che l’affluenza alle elezioni parlamentari del 17 settembre è stata del 69,4%. Secondo i sondaggi di uscita, le elezioni non hanno rivelato un vincitore, i principali concorrenti — il partito Likud di Benjamin Netanyahu e il blocco centrista Kahol-Lavan — ricevono quasi lo stesso numero di seggi. Tuttavia, nessuna delle parti è in grado di formare una coalizione governativa stabile che controlla almeno 61 dei 120 seggi in un parlamento unicamerale senza la partecipazione del partito di israeliani di lingua russa «La nostra casa è Israele» dell’ex ministro della difesa dello stato ebraico Avigdor Lieberman, che ha già chiesto la creazione di un governo di unità nazionale .

4. Russia

Due militanti che sono stati uccisi durante un’operazione antiterroristica a Cabardino-Balcaria, hanno pianificato di effettuare un attacco terroristico, ha riferito il centro informazioni del National Terrorist Committee (NAC). “Le personalità dei militanti sono preinstallate. Secondo i rapporti, intendevano commettere crimini terroristici nel territorio della repubblica «, ha detto il NAC. In precedenza, nel luogo dell’operazione antiterroristica, è stato scoperto un ordigno esplosivo improvvisato.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх