Il caso criminale del disastro a Sheremetyevo

  
0

Nel caso penale dell’incidente dell’aereo Aeroflot Sukhoi Superjet 100 all’aeroporto Sheremetyevo, sono state uccise 41 persone, la versione principale riguarda le azioni dei piloti che, non avendo sviluppato carburante e con un apparente eccesso di velocità, sono atterrati, il che ha portato a danno all’aereo, seguito da un incendio. Secondo Kommersant, in parallelo, l’inchiesta viene gestita da servizi di terra, che potrebbero non aver prontamente risposto all’emergenza. In precedenza, il rappresentante ufficiale del Regno Unito Svetlana Petrenko ha riferito che l’inchiesta considera varie versioni dell’incidente a Sheremetyevo, tra cui qualifiche insufficienti di piloti, dispatcher e persone che hanno effettuato ispezioni tecniche dell’aeromobile, malfunzionamenti dell’aeromobile stesso e persino condizioni meteorologiche avverse. Attualmente, l’aeroporto Sheremetyevo ha ripreso il normale funzionamento.

Le truppe del governo siriano dell’artiglieria hanno attaccato le posizioni delle bande a sud e ad ovest di Aleppo, ha detto il canale televisivo saudita Al Ekhbariya. I colpi sono stati inflitti sulla periferia di Kfar Hamra e Khalsa, così come sul microdistretto Rashidin-5 controllato dai militanti, da dove conducono bombardamenti dei blocchi di città di Aleppo, protetti dall’esercito siriano, riferisce TASS. Nella vicina provincia di Hama, le forze del governo siriano hanno cacciato i militanti del gruppo terroristico Dzhebhat al-Nusra, bandito in Russia dagli insediamenti di El Janabir e Mazraat er Radi. Secondo il canale televisivo, in questo settore del fronte, i soldati siriani avanzano sulle cime di Tell-Osman. Ricordiamo che lo scorso sabato le forze armate siriane hanno respinto l’attacco dei militanti sostenuti dalla Turchia nel sobborgo di Aleppo.

L’amministrazione statunitense cercherà un comportamento «normale» dall’Iran, ha detto il capo del Dipartimento di Stato Mike Pompeo lunedì. «Il nostro obiettivo è che l’Iran si comporti come un paese normale, quando lo fanno, siamo pronti ad affrontarli», ha riferito l’Associated Press. In precedenza il lunedì sostituto del capo del Pentagono, Patrick Shanahan, ha dichiarato che la decisione di inviare la portaerei Abraham Lincoln in Medio Oriente è stata presa tenendo conto dei dati in arrivo sulle minacce provenienti dall’Iran. Secondo il Wall Street Journal, le forze armate statunitensi hanno ricevuto l’informazione che «l’Iran ha in programma di scegliere come obiettivo le forze statunitensi in Iraq e in Siria». Secondo le informazioni ricevute, Teheran intende «organizzare attacchi nello stretto di Bab el-Mandeb, vicino allo Yemen, con l’uso di forze locali controllate, e anche possibilmente effettuare attacchi nel Golfo Persico usando veicoli aerei senza equipaggio armati».

Il capo della polizia dello Sri Lanka, Chandanu Vikramaratne, ha affermato che i servizi di sicurezza del paese hanno arrestato o eliminato tutti i militanti responsabili di una serie di attacchi terroristici alla Pasqua cattolica il 21 aprile. Ha anche detto che nel corso delle misure per prevenire ulteriori attacchi terroristici, sono stati uccisi due terroristi specializzati in esplosivi e sono state sequestrate accuse preparate per altri attacchi terroristici. Inoltre, gli agenti di polizia dello Sri Lanka hanno trovato una base di addestramento per terroristi dal gruppo Jamaat at-Tawhid al-Watania nella parte centrale del paese. Almeno 38 persone sono state addestrate lì, compreso l’organizzatore diretto di una serie di esplosioni a Colombo. La polizia ha notato che al momento 73 persone erano state arrestate con l’accusa di coinvolgimento negli attacchi del 21 aprile.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх