‘Iran risponderà agli Stati Uniti all`assassinio di Suleimani

  
0

1.

Iran

Un funzionario del governo iraniano, Ali Rabii, ha detto che l’Iran avrebbe risposto all’assassinio da parte degli Stati Uniti del capo delle forze speciali del Quds Corpo dei rivoluzionari islamici Kassem Suleimani nel prossimo futuro. «Gli Stati Uniti hanno attraversato la linea rossa, la nazione iraniana risponderà in modo decisivo a questo al momento giusto», ha detto Rabii. Il capo delle forze speciali iraniane Quds del Corpo delle guardie rivoluzionarie islamiche, il generale Kassem Suleimani, è stato ucciso a seguito di attacchi aerei statunitensi all’aeroporto internazionale di Baghdad. Il leader supremo e comandante in capo delle forze armate iraniane, Ali Khamenei, ha nominato il generale di brigata Esmail Qaani comandante delle forze speciali di Qud. In precedenza, era il vice del defunto Suleymani.

2.

Iraq

Abdulkarim Khalaf, un portavoce ufficiale delle forze armate irachene, ha affermato che le autorità non erano a conoscenza del prossimo attacco aereo statunitense a Baghdad. Ha definito le azioni statunitensi una grave violazione della sovranità irachena e l’incuria della cooperazione tra le forze armate irachene e la coalizione. «Le forze armate del paese sono pronte per qualsiasi conseguenza di questo attacco aereo», ha detto. Inoltre, i due più grandi blocchi del parlamento iracheno hanno chiesto l’adozione di una legge sul ritiro delle truppe straniere dal paese.

3.

Gli Stati Uniti

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo, in un’intervista alla CNN, ha dichiarato che gli Stati Uniti sono pronti per qualsiasi possibile risposta iraniana all’assassinio del generale Kassem Suleimani. «Abbiamo identificato molte opzioni. E siamo pronti per qualsiasi possibile reazione dall’Iran», ha detto Pompeo. Ha anche affermato che gli Stati Uniti continueranno a proteggere i propri interessi in Iraq e la sovranità di questo paese. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha riferito che in una conversazione telefonica con Yang Jiechi, un membro del Politburo del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, capo della Cancelleria del Comitato Centrale per gli Affari Esteri del CPC, «il Segretario di Stato americano ha sottolineato che gli Stati Uniti continuano a impegnarsi nella de-escalation nella regione».

4.

Taggikistan e Afghanistan

L’Ufficio del programma OSCE di Dushanbe ha avviato il progetto di stabilizzazione del confine meridionale del Tagikistan con l’Afghanistan. RIA Novosti ne è stata informata dal segretario stampa dell’ufficio, Munira Shoinbekova. Secondo lei, il progetto mira ad aumentare il potenziale professionale dei servizi di frontiera del Tagikistan e dell’Afghanistan per contrastare più efficacemente le attività illegali nelle regioni frontaliere e sarà attuato entro 18 mesi.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх