Israele ha colpito Damasco

  
0

Nella notte di lunedì, i mezzi di difesa aerea della Siria hanno respinto un attacco missilistico, il cui scopo erano le città di Damasco e Homs, riferisce TASS con riferimento all’agenzia SANA. Secondo l’agenzia, i missili sono stati lanciati da aerei militari israeliani dallo spazio aereo libanese. A seguito di un attacco missilistico contro l’aviazione israeliana, nelle campagne dell’area di Damasco quattro persone sono state uccise e oltre altre 20 sono rimaste ferite. Come riportato da Reuters, i rappresentanti delle Forze di difesa israeliane hanno rifiutato di commentare. Ricordiamo che l’aviazione israeliana periodicamente colpisce obiettivi in ​​Siria, che, a loro parere, stanno sostenendo i combattenti di Damasco del movimento sciita di Hezbollah, così come i consiglieri militari iraniani.

Il Consiglio dei rappresentanti del Partito popolare conservatore dell’Estonia ha dichiarato che, in relazione alla decisione dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa di ripristinare l’autorità della delegazione russa, la questione dell’ulteriore partecipazione dell’Estonia ai lavori del Consiglio d’Europa dovrebbe essere messa ai voti in parlamento. «Riteniamo che l’Estonia dovrebbe sospendere la partecipazione a un’organizzazione che ha perso la sua autorità morale: la decisione di continuare o sospendere il lavoro nel Consiglio d’Europa dovrebbe essere presa non solo dal governo estone, ma anche dai membri del parlamento», afferma la dichiarazione Interfax del Consiglio. In precedenza, l’Ucraina, la Polonia, la Lituania, la Lettonia, l’Estonia, la Slovacchia e la Georgia hanno deciso di preparare una proposta di risoluzione comune in cui si sarebbero opposti al ritorno della Russia all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.

Una potente esplosione è esplosa nel distretto diplomatico di Kabul, vicino all’ambasciata americana. Secondo il canale televisivo locale TOLO News, almeno 68 persone sono rimaste ferite a causa dell’esplosione. Come riportato da Reuters, l’esplosione è avvenuta in un quartiere densamente popolato, dove si trova l’edificio del Ministero della Difesa dell’Afghanistan, oltre a numerose missioni diplomatiche di paesi stranieri. Testimoni oculari affermano che è stato anche udito uno sparo sulla scena dell’esplosione. Il capo della polizia Kabul Firdous Faramaz ha confermato che l’esplosione è avvenuta, ma non ha potuto chiarire i dettagli.

Le Forze aeree dell’Esercito Nazionale Libico (LNA), comandata da Khalifa Haftar, ha distrutto un drone turco in un attacco aereo all’aeroporto Mitig vicino a Tripoli. La LNA ha dichiarato che gli specialisti militari turchi che lavorano con gli UAV stanno cooperando con il governo di consenso nazionale a Tripoli. L’UAV è stato distrutto quando «era pronto a partire per bombardare le posizioni dell’esercito libico», riferisce la TASS riferendosi al canale televisivo Al-Arabiya. Inoltre, l’LNA ha riferito che «due turchi sono stati arrestati perché Ankara ha sostenuto le formazioni armate illegali». L’arrestato «ha sostenuto le unità paramilitari». In seguito, l’oratore del parlamento libico, Aguila Salah Isa, ha dichiarato che a causa delle minacce provenienti dalla Turchia, la mobilitazione generale è annunciata in Libia.

Il movimento dei talebani (illecito nella Federazione Russa) ha rivendicato la responsabilità dell’esplosione avvenuta questa mattina a Kabul, riferisce Interfax, citando l’agenzia di stampa afghana Khaama Press. I terroristi hanno fatto esplodere una macchina minata vicino al centro logistico e logistico del ministero della Difesa afghano. Secondo un portavoce dei talebani, dopo l’esplosione, i militanti hanno aperto il fuoco sui militari. Secondo i medici, una persona è morta a causa dell’esplosione, 65 persone sono rimaste ferite. A sua volta, un certo numero di resoconti dei media che il bilancio delle vittime può essere da 10 a 34 persone. L’esplosione a Kabul è avvenuta nell’ora di punta del mattino vicino all’area dove si trovano le ambasciate straniere, compresa l’ambasciata degli Stati Uniti.

La Polonia e gli Stati Uniti nel terzo trimestre del 2019 firmeranno un accordo per la creazione di un centro di addestramento militare americano in Polonia, sarà costruito a Dravsko-Pomorskoe, nel nord della Polonia, ha detto il ministro della Difesa repubblicano Mariusz Blaszczak alla radio polacca. In precedenza, gli Stati Uniti e la Polonia hanno concordato lo spiegamento sul territorio polacco di uno squadrone di droni da ricognizione americani MQ-9, nonché di un aumento del numero di militari americani schierati nel paese da mille persone. Inoltre, la Polonia a proprie spese intende preparare tutta l’infrastruttura necessaria per ospitare l’esercito e le attrezzature statunitensi, nonché costruire un aeroporto militare per il loro trasferimento.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Military base of Turkey in Azerbaijan Александра Донцова 1 Armenia — Russia The press service of the Armenian Defense Ministry reported that during the recent telephone conversations, the heads of the Armenian and Russian Defense Ministries, Vagharshak Harutyunyan and Sergei […] Военная база Турции в Азербайджане. || Итоги дня 17.06.2021 Влад Николаев Пресс-служба Минобороны Армении сообщила, что главы Минобороны Армении и России Вагаршак Арутюнян и Сергей Шойгу во время телефонных переговоров обсудили дислокацию российских пограничников на границе с Азербайджаном в […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Вооруженные формирования Украины не открывали огонь в направлении  территории ДНР за прошедшие сутки. Об этом сегодня сообщили в Управлении Народной милиции Республики (СЦКК). «За прошедшие сутки […] Terrorists in Syria are planning provocations Александра Донцова 1 Syria The Russian Center for the Reconciliation of the Warring Parties in Syria reported that the terrorists of the ’Hayat Tahrir Al-Sham’ group are planning to fake a chemical attack in Idlib, and accuse the Syrian […] Los rebeldes tienen intenciones de realizar las provocaciones en Siria Александра Донцова 1.Siria. El Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso informó que los rebeldes de “Hayat Tahrir Al-Sham”, (la agrupación terrorista que está prohibida en la Federación de Rusia), tenían intenciones de […] Боевики в Сирии планируют провокации || Итоги дня 16.06.2021 Влад Николаев В российском Центре по примирению враждующих сторон в Сирии сообщили, что боевики запрещенной в РФ террористической группировки «Хайят Тахрир Аш-Шам» планируют инсценировать химическую атаку в Идлибе и обвинить […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: