Israele si prepara alla guerra contro Hamas

  
0

1. USA

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta valutando la possibilità di nominare come suo assistente per la sicurezza nazionale l’attuale segretario di Stato Michael Pompeo, nel qual caso quest’ultimo occuperà contemporaneamente entrambe le posizioni, riferisce la CNN. Secondo il canale, l’ultima volta la situazione in cui la stessa persona occupava contemporaneamente entrambe queste posizioni si è verificata circa 50 anni fa. Per circa due anni, Henry Kissinger è stato sia Segretario di Stato che Assistente del Presidente degli Stati Uniti per la sicurezza nazionale. Ricordiamo che martedì, Trump ha dichiarato di aver licenziato il suo ex assistente di sicurezza nazionale John Bolton, osservando che Bolton ha commesso «un numero di errori molto grandi», anche in politica per quanto riguarda la RPDC, il Venezuela e l’Iraq.

2. Il Regno

Unito Il governo britannico, sotto la pressione dell’opposizione, ha pubblicato il cosiddetto piano Yellowhammer, che contiene lo scenario più pessimistico per l’economia del paese se Londra lascia l’Unione europea senza un accordo con Bruxelles, scrive The Guardian con riferimento al testo del documento. Secondo il documento, la «dura» Brexit può portare a prezzi più alti per cibo e carburante, interrompendo l’offerta di droghe. Possibile crescita di «disordini e tensioni». Inoltre, lasciare l’Unione europea senza un accordo potrebbe comportare gravi perturbazioni alla frontiera. Secondo il governo britannico, circa l’85% dei camion che attraversano la Manica potrebbe non essere pronto a introdurre un controllo doganale al confine con la Francia e questa situazione può durare fino a tre mesi. L’opposizione ha affermato che il primo ministro britannico Boris Johnson è «obbligato ad ammettere» il suo comportamento «senza scrupoli», poiché «ha cercato di ignorare questi avvertimenti e nascondere fatti al pubblico» e ha chiesto di impedire una «dura» Brexit.

3. Ucraina

La Verkhovna Rada ha sostenuto in prima lettura il disegno di legge sulle misure per preparare lo stato alla transizione alla legge marziale e «respingere l’aggressione armata», presentata dal presidente Vladimir Zelensky. Si precisa che il disegno di legge è stato sviluppato dal Ministero della Difesa dell’Ucraina come parte dell’attuazione di una delle clausole del «Piano di misure prioritarie per l’attuazione e il mantenimento del regime legale della legge marziale in determinate regioni dell’Ucraina», che è stato approvato il 27 novembre 2018. In caso di adozione definitiva, il documento consentirà di consolidare a livello legislativo la necessità di sviluppare e approvare il piano di difesa dell’Ucraina da parte del presidente.

4. Israele

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che probabilmente dovrà condurre un’operazione militare nella Striscia di Gaza. «Non avremo altra scelta che iniziare una campagna militare su larga scala, entrare nella guerra contro Hamas e distruggere il potere dei terroristi a Gaza», ha affermato la società televisiva e radiofonica statale Kan, citando Netanyahu. “Lo farò solo quando saremo completamente preparati. Non è un segreto che ci stiamo preparando per una nuova guerra e sono responsabile dei suoi risultati «, ha affermato il Primo Ministro. Ricordiamo che l’aggravamento della situazione al confine con l’enclave palestinese è iniziato venerdì scorso dopo che Netanyahu ha annunciato la sua intenzione di estendere la sovranità israeliana nella Valle del Giordano se vincesse le elezioni parlamentari improvvise il 17 settembre.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх