La Georgia sosterrà la NATO nel Mar Nero

  
0

Il capo dello stato americano, Donald Trump, è pronto a dichiarare lo stato di emergenza negli Stati Uniti, ha detto il leader del senato repubblicano Mitch McConnell. Ha detto che il presidente degli Stati Uniti sta per firmare un disegno di legge sui finanziamenti del governo al fine di evitare un nuovo shatdaun. Allo stesso tempo, il problema con l’ottenimento di fondi per la costruzione di un muro al confine con il Messico rimane, quindi, Trump «firmerà una dichiarazione sull’introduzione di uno stato di emergenza nel paese», riferisce ТASS. L’introduzione dello stato di emergenza consentirà a Donald Trump di aumentare le allocazioni per la costruzione di ostacoli al confine con il Messico, dal momento che il progetto di bilancio, considerato al Congresso, ha stanziato solo circa $ 1,5 miliardi per questi scopi invece di $ 6 miliardi richiesti dal presidente.

La camera bassa del parlamento britannico ha votato contro l’emendamento della legge sulla Brexit. In una riunione del parlamento a maggioranza dei deputati della Camera dei Comuni, il processo del capo del governo britannico, Teresa May, è stato respinto dall’uscita del regno dall’Unione europea, riferisce TASS. Secondo i termini dell’emendamento, il Parlamento britannico avrebbe dovuto tenere una nuova votazione sull’approvazione dell’accordo tra Londra e Bruxelles fino al 27 febbraio.

La delegazione del Parlamento europeo arriverà in Venezuela il 17 febbraio per incontrare il capo dell’Assemblea nazionale, Juan Guaido, che si è dichiarato presidente del paese. A proposito di questo riporta l’agenzia EFE, citando fonti. Secondo lui, la delegazione di sei persone terrà incontri con il leader dell’opposizione Juan Guaydo, così come con gli ambasciatori dei paesi europei. Il 31 gennaio, il Parlamento europeo ha riconosciuto Guaido come «legittimo presidente ad interim» e ha esortato l’UE a prendere una decisione simile.

I ministri degli Esteri di 28 paesi dell’UE discuteranno in una riunione programmata del 18 febbraio la questione della libera navigazione attraverso lo Stretto di Kerch, nonché l’eventuale introduzione di nuove restrizioni sanzionatorie sulla Russia dopo l’incidente con la detenzione di navi ucraine, riferisce il fatto quotidiano riferendosi alla dichiarazione del rappresentante dell’UE. «Discuteranno della situazione intorno al Mar d’Azov e della crescente militarizzazione della zona, del possibile sostegno socio-economico dell’UE alla regione, nonché della questione su come garantire un passaggio libero e senza ostacoli attraverso lo Stretto di Kerch», ha detto il diplomatico. Secondo lui, il documento finale ufficiale sull’Ucraina non è previsto, ma il Consiglio dell’UE ancora una volta «inviterà la Russia a liberare i marinai ucraini e garantirà la libera navigazione attraverso lo Stretto di Kerch».

La nuova versione del disegno di legge «Sulla protezione della sicurezza americana contro l’aggressione del Cremlino» , presentata al Congresso americano il 13 febbraio, attenua le potenziali sanzioni contro le banche statali russe. La versione precedente del documento prevedeva che il Presidente degli Stati Uniti dovesse bloccare attività e operazioni nella giurisdizione statunitense di una o più banche statali russe. Nella nuova versione del progetto di legge, il leader americano è tenuto a bloccare i beni e le operazioni di qualsiasi istituto finanziario russo, che, come ha stabilito lo stesso presidente degli Stati Uniti, «ha fornito sostegno finanziario o di altro tipo allo scopo di interferire con il governo russo nel processo democratico o nelle elezioni di qualsiasi altro paese». Nuove potenziali sanzioni statunitensi sono dirette contro i settori bancario ed energetico dell’economia, il debito pubblico del nostro paese e i progetti russi di GNL all’estero.

La Georgia sosterrà con entusiasmo la presenza rafforzata della NATO nella regione del Mar Nero. Lo ha affermato il ministro degli esteri georgiano David Zalkaliani a Monaco, intervenendo a un evento sulla sicurezza del Mar Nero alla 55ma conferenza di sicurezza di Monaco. Secondo lui, questo rafforzerà la pace e la stabilità della regione. Zalkaliani ha anche sottolineato la necessità di uno «sviluppo tempestivo di una strategia globale e a lungo termine della NATO, che consenta di far fronte alle minacce alla sicurezza con la partecipazione attiva dei paesi membri e partner della NATO dalla regione del Mar Nero», riferisce ТASS.

Maria Kayumоva speсialmente per ANNA NeWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

En la República Popular de Donetsk se aprobó la ley sobre la frontera estatal Александра Донцова 1. El 2 de diciembre entró en vigor una “ley sobre una frontera estatal de la República Popular de Donetsk”. En virtud de la ley la frontera estatal de la república está en la línea de las fronteras administrativas de la […] La loi sur la frontière d’État adoptée dans la République populaire autoproclamée de Donetsk Александра Донцова 1. Le 2 décembre, la loi Sur la frontière de l’État de la République populaire autoproclamée de Donetsk est entrée en vigueur. Le document est publié sur le site officiel du Conseil populaire de la RPD. Selon la loi, la […] In der DVR wurde das Gesetz über die Staatsgrenze verabschiedet Александра Донцова 1. Am 2. Dezember trat das „Gesetz über die Staatsgrenze der Volksrepublik Donezk“ in Kraft. Das Dokument wird auf der offiziellen Website des Volksrates der DVR veröffentlicht. Laut Gesetz wird die Staatsgrenze der Republik […] Nel RPD ha adottato una legge sul confine di stato Александра Донцова 1. Il 2 dicembre è entrata in vigore la legge «Al confine di stato della Repubblica popolare di Donetsk». Il documento è pubblicato sul sito ufficiale del Consiglio popolare del RPD. Secondo la legge, il confine di […] The DPR adopted a law on the state border Александра Донцова 1 On 2nd of December, the law «On the state border of the Donetsk People’s Republic» entered into force. The document was published on the official website of the People’s Council of the DPR. According […] La situation dans le camp d’Al-Roukban s’approche d’une catastrophe humanitaire Александра Донцова La chef de la commission de la Chambre publique de Russie sur le développement de la diplomatie publique, la coopération humanitaire et la préservation des valeurs traditionnelles, Elena Soutormina, a l’intention de […] Situation im Rukban-Lager nähert sich einer humanitären Katastrophe Александра Донцова Die Leiterin der Kommission der Öffentlichen Kammer der Russischen Föderation für die Entwicklung der öffentlichen Diplomatie, die humanitäre Zusammenarbeit und die Wahrung traditioneller Werte, Elena Sutormina, kündigte an, […] La situazione del campo di Rukban si avvicina al disastro umanitario Александра Донцова Il capo della commissione della Camera pubblica della Federazione Russa sullo sviluppo della diplomazia pubblica, la cooperazione umanitaria e la conservazione dei valori tradizionali, Elena Sutormina, ha annunciato che […] La situación en el campo Rukban está a punto de una catástrofe humanitaria Александра Донцова TASS informa que Elena Sutórmina, la Jefa de la comisión de la Cámara Social de la Federación de Rusia del desarrollo de la diplomacia pública, cooperación humanitaria y el mantenimiento de los valores tradicionales, informó […]
Наверх Наверх