«La guerra dei visti»

  
0

1. Siria

Nel nord della Siria, nella provincia di Raqqa, viene ripristinata la centrale idroelettrica di importanza strategica di Al-Ba’ath. Lo ha affermato un ufficiale del Centro per la riconciliazione delle parti in guerra (CPVS) della Federazione Russa Vladimir Varnavsky. Secondo Barnavsky, dopo lo scoppio della guerra civile in Siria, questo obiettivo strategicamente importante era sotto il controllo dei militanti dell’organizzazione terroristica dell’IS (bandito nella Federazione Russa). Nel 2017, le unità delle forze democratiche siriane hanno liberato il territorio e la stessa centrale idroelettrica. «Il funzionamento stabile delle strutture industriali della repubblica, lo sviluppo di progetti nella sfera sociale, nonché il benessere dei cittadini siriani dipendono dal funzionamento stabile dell’intera cascata di centrali idroelettriche», ha detto l’ufficiale.

2. Siria

Il capo della commissione della Camera pubblica della Federazione Russa sullo sviluppo della diplomazia pubblica, la cooperazione umanitaria e la conservazione dei valori tradizionali, Elena Sutormina, ha annunciato che intende rivolgersi alle Nazioni Unite sulla situazione nel campo profughi di Er-Rukban situato sul confine siriano-giordano. Sutormina ha sottolineato che la situazione nel campo era quasi vicina a una catastrofe umanitaria. «Gli Stati Uniti e i suoi complici privano i residenti nei campi della possibilità di libera circolazione e di scelta del luogo di residenza a loro discrezione. In questa situazione, invieremo un appello alle Nazioni Unite, Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, per sollevare questi problemi», ha detto TASS a Sutormina.

3. USA

L’ambasciata russa a Washington ha riferito che gli Stati Uniti non hanno rilasciato visti d’ingresso alla delegazione del Ministero del Tesoro federale russo per partecipare alla conferenza dell’Istituto internazionale per la regolamentazione della professione di revisore dei conti il ​​3 dicembre. Si noti inoltre che il Dipartimento di Stato ha impedito la visita di Oleg Malginov, direttore del dipartimento del Ministero degli affari esteri della Federazione Russa per lavoro con connazionali all’estero, che avrebbe dovuto partecipare al Forum dei giovani di New York dal 28 al 29 novembre 2019.

4. Russia

Leonid Slutsky, presidente della commissione per gli affari internazionali della Duma di Stato, ha definito una «guerra dei visti» il prossimo caso di non rilascio di visti a funzionari russi da parte delle autorità russe. Tali azioni ci fanno riflettere sulla fattibilità di organizzare eventi internazionali negli Stati Uniti, anche sotto l’egida delle Nazioni Unite. Slutsky ha sottolineato che gli Stati Uniti non sono stati la prima volta «a dimostrarsi un partner senza scrupoli in termini di organizzazione di formati multilaterali».

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Haftar n’a pas signé un accord sur la réglementation Александра Донцова Le ministère russe des Affaires étrangères a fait savoir que les travaux sur la réglementation entre les parties en conflit en Libye poursuivaient. Et de rajouter que le chef de l’armée nationale libyenne Khalifa Haftar a […] Haftar hat ein Waffenstillstandsabkommen nicht unterzeichnet Александра Донцова Das russische Außenministerium sagte, die Arbeiten zur Lösung der Situation in Libyen mit den Konfliktparteien seien noch nicht abgeschlossen. Das Außenministerium bestätigte auch, dass der Kommandeur der libyschen […] Haftar non ha firmato un accordo transattivo Александра Донцова Il ministero degli Esteri russo ha riferito che i lavori per un accordo in Libia con le parti in conflitto continuano. Il ministero degli Esteri ha inoltre confermato che il comandante dell’esercito nazionale libico […] Haftar no firmó un acuerdo para resolver la crisis en Libia Александра Донцова El Ministerio de Relaciones Exteriores de Rusia informó que el trabajo con las partes en conflicto en Libia seguía realizándose. También el Ministerio de Relaciones Exteriores confirmó que Khalifa Haftar, el comandante del […] Haftar has not signed a settlement agreement Александра Донцова The Russian Foreign Ministry has assured that the work aimed to resolve the situation in Libya together with the parties of the conflict is still continuing. The Russian Foreign Ministry also confirmed that the commander of […] Kiev brouille des drones de l’OSCE Александра Донцова 1.Le Représentant permanent de la Russie auprès de l’OSCE (Organisation pour la sécurité et la coopération en Europe), Alexandre Loukachevitch, a déclaré que l’Ukraine brouillait des drones de l’organisation […] Kiew blockiert OSZE-Drohnen Александра Донцова 1. Alexander Lukaschewitsch, Russlands Ständiger Vertreter bei der OSZE, erklärte, die Ukraine blockiere die Drohnen der Organisation, um die militärischen Aktivitäten im Donbass vor internationalen Beobachtern zu verbergen. […] Kiev spegne i droni OSCE Александра Донцова 1. Il rappresentante permanente della Russia presso l’OSCE, Alexander Lukashevich, ha affermato che l’Ucraina ha bloccato gli droni dell’organizzazione al fine di nascondere l’attività militare nel […] Kiev impide la labor de los vehículos aéreos no tripulados de la OSCE Александра Донцова 1. Alexander Lukashevich, el Representante Permanente de Rusia ante la OSCE, declaró que Ucrania impedía la labor de los drones de la OSCE para ocultar a los observadores internacionales la actividad militar en Donbass. En […]
Наверх Наверх