La nuova provocazione di «Caschi Bianchi»

  
0

Il ministero della Difesa russo ha riferito che i militanti del gruppo Hayat Tahrir al-Sham (bandito nella Federazione Russa), insieme all’organizzazione Caschi Bianchi, stanno preparando provocazioni con attacchi aerei in scena e l’uso di armi chimiche nella zona di de-escalation di Idlib. Secondo le informazioni ricevute dai residenti del villaggio di Sarmada, situato a 30 chilometri a nord-est della capitale della provincia di Idlib, è stato riferito che all’inizio di novembre sono arrivati ​​in città persone non identificate e un convoglio di tre camion con vari contenitori chimici, accompagnati da militanti armati. Uno dei veicoli conteneva apparecchiature video professionali e frammenti di munizioni per aviazione e artiglieria con contrassegni sovietici e russi. Il Ministero della Difesa ha osservato che le informazioni sulla preparazione delle provocazioni sono state confermate attraverso diversi canali. I residenti locali vengono selezionati dai militanti per partecipare alle riprese di scene che descrivono gli effetti degli attacchi aerei e l’uso di sostanze tossiche.

Il team mobile dell’unità delle forze speciali mediche russe schierato nella città siriana di Kobani ha ricevuto i primi pazienti durante un viaggio nel villaggio di Tel Ghazal, nel nord della provincia siriana di Aleppo. Il lavoro dei medici militari è stato organizzato contemporaneamente all’azione umanitaria a Tel Ghazal. Due ospedali militari russi sono impiegati nel nord della Siria: a Kobani, nella provincia di Aleppo e a Kamyshly, nella provincia di Hasake. «L’ammissione giornaliera dei pazienti è organizzata negli ospedali dell’ospedale distrettuale di Kamyshly e sulla base dell’unità di polizia militare russa a Kobani, e le squadre mediche in visita lavorano a giorni alterni nei villaggi delle tre province — Aleppo e Hasake», RIA Novosti cita il rappresentante Centro per la riconciliazione delle parti in guerra di Vladimir Barnavsky.

Il Ministero degli Affari Esteri della Cina ha avvertito che prenderà le opportune contromisure in risposta alla legge firmata dal Presidente degli Stati Uniti sulla protezione dei diritti umani e della democrazia a Hong Kong. Il Ministero degli Esteri cinese ha definito questa legge una grave ingerenza a Hong Kong, una grave ingerenza negli affari interni della Cina e una grave violazione del diritto internazionale. e le regole di base delle relazioni internazionali, il Governo della Regione Autonoma Speciale di Hong Kong ha anche fortemente protestato contro la Legge sui diritti umani e la democrazia Hong Kong «.

Il canale televisivo Al-Arabiya, citando fonti, riferisce che 45 persone sono state uccise in scontri tra manifestanti e polizia in Iraq nelle ultime 24 ore. Una nuova ondata di disordini è iniziata in Iraq giovedì mattina, quando i manifestanti hanno dato fuoco al Consolato Generale dell’Iran nella città di Najaf, nel sud del paese, dove 12 manifestanti sono già morti. Nella provincia di Di Car nella città di Nasiria, almeno 25 persone sono state uccise. Ci sono anche vittime nella capitale, Baghdad.

Il traffico aereo tra Russia e Georgia può essere ripristinato nella prima metà del 2020. Fino al nuovo anno, non sarà possibile riprendere a causa della crisi politica in Georgia, riferisce il quotidiano Izvestia, citando una fonte del governo russo. Il primo ministro georgiano per la regolamentazione delle relazioni con la Federazione Russa Zurab Abashidze ha affermato che la posizione della Georgia è tale da accogliere positivamente la «revoca del divieto del traffico aereo».

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Abbas Mousavi ha dichiarato che il 6 dicembre si terrà una riunione della commissione congiunta sull’accordo nucleare iraniano a livello di vice ministri degli esteri. All’incontro parteciperanno rappresentanti di Iran, Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania. Secondo Mousavi, l’incontro discuterà dello sviluppo della situazione relativa all’accordo nucleare dopo la quarta riduzione degli obblighi nucleari da parte di Teheran il 6 novembre.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

L’Ukraine est contre le statut spécial du Donbass Александра Донцова 1. Le vice-Premier ministre ukrainien et chef adjoint de la délégation de Kiev à Minsk Oleksii Reznikov a annoncé l’élaboration d’un ensemble de projets de loi sur la période de transition pour le Donbass. Selon […] Ukraine ist gegen Sonderstatus von Donbass Александра Донцова 1. Der Vizepremier der Ukraine und stellvertretende Leiter der Kiewer Delegation in Minsk, Alexej Resnikow, kündigte die Entwicklung eines Gesetzespakets zur Übergangszeit für Donbass an. Gleichzeitig äußerte Resnikow die […] L’Ucraina è contraria allo status speciale del Donbass Александра Донцова 1. Il vice primo ministro dell’Ucraina e il vice capo della delegazione di Kiev a Minsk, Alexey Reznikov, hanno annunciato lo sviluppo di un pacchetto di progetti di legge sul periodo di transizione per il Donbass. Allo […] Ucrania está en contra del estatuto especial de Donbass Александра Донцова 1. Aleksey Reznikov, el viceprimer ministro de Ucrania, y el subjefe de la delegación de Kiev en Minsk, declaró que Kiev no prescribiría el estatuto especial de Donbass en la constitución y que los acuerdos de Minsk requerían […] Ukraine is against the special status of Donbass Александра Донцова 1 Aleksiy Reznikov, the Deputy Prime Minister of Ukraine and the Deputy Head of the Kiev delegation in Minsk, announced the development of a package of bills on a transitional period for Donbass. Reznikov expressed his […] Explosion an der syrisch-israelischen Grenze Александра Донцова Die libanesische Nachrichtenagentur NNA berichtete, dass in den Golanhöhen nahe der syrisch-israelischen Grenze eine gewaltige Explosion stattgefunden habe. „Die Bewohner einiger Siedlungen im Distrikt Marjayoun (Südlibanon) […]
Наверх Наверх