La nuova provocazione di «Caschi bianchi»

  
0

1. Russia

Ieri, il 25 novembre, il Museo dell’Ermitage ha firmato un accordo di cooperazione per il restauro dei monumenti di Palmira con l’Ufficio siriano per i beni culturali e i musei. Il direttore del museo Mikhail Piotrovsky ha dichiarato che gli specialisti dell’Hermitage erano pronti a ripristinare la cittadella di Damasco e ad aiutare a ripristinare i musei di Aleppo. La protezione e la conservazione della ricchezza culturale, i monumenti architettonici in Siria sono riconosciuti dall’agenzia di stampa ANNA NEWS come un importante affare di stato. Nella sezione «Cultura» sul nostro sito web, sono state condotte più di una volta interviste con esperti sulla conservazione dei monumenti architettonici in Siria, artisti e insegnanti di Damasco, che si preoccupano del destino del loro paese. Fissando e pubblicando personale militare documentario, dimostriamo chiaramente che la guerra è un male terribile. Pertanto, stiamo parlando della necessità di proteggere la pace e la vita sulla Terra, preservando i monumenti architettonici per i nostri discendenti.

2. Siria

Il ministero della Difesa russo ha riferito che i militanti del gruppo Hayat Tahrir al-Sham (illecito nella Federazione Russa), insieme all’organizzazione Caschi Bianchi, stanno preparando provocazioni con attacchi aerei in scena e l’uso di armi chimiche nella zona di de-escalation di Idlib. Secondo le informazioni ricevute dai residenti del villaggio di Sarmada, situato a 30 chilometri a nord-est della capitale della provincia di Idlib, è stato riferito che all’inizio di novembre sono arrivati ​​in città persone non identificate e un convoglio di tre camion con vari contenitori chimici, accompagnati da militanti armati. Uno dei veicoli conteneva apparecchiature video professionali e frammenti di munizioni per aviazione e artiglieria con contrassegni sovietici e russi. Il Ministero della Difesa ha osservato che le informazioni sulla preparazione delle provocazioni sono state confermate attraverso diversi canali. I residenti locali vengono selezionati dai militanti per partecipare alle riprese di scene che descrivono gli effetti degli attacchi aerei e l’uso di sostanze tossiche.

3. Albania

Il bilancio delle vittime di un forte terremoto in Albania è aumentato a 8 persone, 325 sono rimasti feriti, secondo i media albanesi. Martedì mattina si è verificato un terremoto di magnitudo 6,4 vicino alla capitale dell’Albania, Tirana. Secondo i sismologi, il terremoto è stato seguito da una serie di scosse di assestamento di magnitudo superiore a 5. La maggior parte dei tremori sono stati avvertiti a Tirana, così come nella città di Durazzo, che si trova più vicino all’epicentro del terremoto. Numerosi edifici sono crollati. L’Ambasciata della Federazione Russa in Albania ha riferito che non sono state ricevute informazioni sui cittadini russi feriti.

4. Turchia

Martedì il presidente turco Tayyip Erdogan ha riferito ai giornalisti che la Turchia intende risolvere i disaccordi con gli Stati Uniti entro aprile 2020 in merito all’acquisto e al funzionamento da parte di Ankara dei sistemi missilistici antiaerei S-400 russi (sistemi di difesa aerea). Il lavoro sarà guidato dai ministri della difesa e degli affari esteri degli Stati Uniti e della Turchia. La decisione di convocare un gruppo di lavoro turco-americano per risolvere i problemi relativi all’uso dei sistemi di difesa aerea S-400 di Ankara è stata presa il 13 novembre. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha sottolineato che la Turchia non ha promesso che non dispiegherà sistemi missilistici antiaerei S-400 russi (APS), le forze armate turche hanno iniziato a testare i sistemi radar S-400 lunedì.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

«La guerre de visas» Александра Донцова 1.Syrie. La centrale hydroélectrique d’Al-Ba’ath, située dans le gouvernorat syrien de Raqqa, est en cours de restauration, a déclaré un officier du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en […] „Visakrieg“ Александра Донцова 1. Syrien In Nordsyrien, in der Provinz Raqqa, wird das strategisch wichtige Wasserkraftwerk Al- Baath restauriert. Dies wurde von einem Offizier des Zentrums für die Aussöhnung der Kriegsparteien der Russischen Föderation […] «La guerra dei visti» Александра Донцова 1. Siria Nel nord della Siria, nella provincia di Raqqa, viene ripristinata la centrale idroelettrica di importanza strategica di Al-Ba’ath. Lo ha affermato un ufficiale del Centro per la riconciliazione delle parti in […] Una “guerra de visados” Александра Донцова 1.Siria Vladimir Varnavsky, el oficial del Centro de reconciliación de las partes en conflicto de la Federación de Rusia, declaró que en el norte de Siria, en la provincia de Raqqa se estaba restableciendo una central […] »Visa war» Александра Донцова 1 Syria “The repair of the strategically important »Al-Ba’ath» hydroelectric power station, located in north of Syria, in the province of Raqqah, has begun” — Vladimir Barnavsky, an officer of the […] Fake dans un article de The New York Times Александра Донцова 1 Russie Lundi, le porte-parole de la Défense russe, général-major Igor Konachenkov a déclaré que l’information sur le bombardement d’un camp de réfugiés en Syrie par l’aviation russe en août 2019, publiée par The New York […] Fälschung im Artikel von The New York Times Александра Донцова 1. Russland Der Sprecher des russischen Verteidigungsministeriums, Generalmajor Igor Konaschenkow, sagte am Montag, dass die Informationen über die Bombardierung des syrischen Flüchtlingslagers durch die Luft- und […] Articolo falso sul New York Times Александра Донцова 1.Russia Il portavoce del generale di difesa russo Igor Konashenkov ha dichiarato lunedì che le informazioni sui bombardamenti del campo profughi siriano in Siria nell’agosto 2019, che sono state pubblicate sul New York […] Un engaño en el artículo de The New York Times Александра Донцова 1.Rusia El lunes Igor Konashenkov, el representante oficial del Ministerio de Defensa de la Federación de Rusia, General de División, declaró que la información sobre el bombardeo del campo de refugiados en Siria de la Fuerza […]
Наверх Наверх