La politica di pressione sull’Iran continua

  
0

1. Gli Stati Uniti-Iran

Washington intende continuare a esercitare la massima pressione su Teheran per forzare l’inizio dei negoziati sulla conclusione di un nuovo accordo globale per sostituire il Piano d’azione globale congiunto (IPAP) sul programma nucleare iraniano, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Morgan Ortegus. Ricordiamo, l’8 maggio, l’Iran, sullo sfondo delle nuove minacce provenienti dagli Stati Uniti, ha annunciato la sospensione di parte dei suoi obblighi nell’ambito dell’accordo nucleare.

2. Gli Stati Uniti

Una dichiarazione rilasciata dall’Associazione americana del controllo delle armi afferma che gli Stati Uniti, accusando la Russia di possibili violazioni dei termini del Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari (CTBT), non hanno portato alcuna prova a favore di tali accuse, ha riferito Interfax. Questa affermazione è stata fatta dopo il discorso del capo della direzione dell’intelligence del generale della Difesa statunitense Robert Ashley, durante il quale ha affermato che «la Russia probabilmente non rispetta la moratoria stabilita in merito allo standard» zero power «- cariche nucleari a bassa potenza da parte dei giornalisti che hanno richiesto prove, è stato costretto a cambiare la formulazione, spiegando che la Russia ha il «potenziale» per tali test, che anche Cina e gli Stati Uniti hanno. L’affermazione ricorda anche che Ross ha firmato e ratificato il Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari, mentre gli Stati Uniti hanno firmato, ma non ratificato, il Trattato.

3. Israele

I membri del parlamento israeliano hanno votato per sciogliere e riprendere le elezioni, secondo quanto riportato dai media israeliani. Hanno fatto questo passo nella Knesset perché l’attuale primo ministro Benjamin Netanyahu non è riuscito a formare una coalizione di governo dopo le ultime elezioni. È previsto che le elezioni si tengano il 17 settembre 2019. Da parte sua, il presidente israeliano Reuven Rivlin si è detto pronto a fare tutto il possibile per evitare nuove elezioni. Tuttavia, nel partito di Netanyahu “Likud”, hanno avviato un voto sulla questione dello scioglimento del parlamento per impedire al presidente di cercare di formare un governo senza Netanyahu e i suoi sostenitori.

4. Russia

Il presidente russo Vladimir Putin ha presentato giovedì alla Duma di stato un progetto di legge sulla sospensione del trattato sull’eliminazione dei missili a raggio intermedio e a raggio più corto (INF). Questo è stato riferito ai giornalisti dal presidente della camera bassa del parlamento, Vyacheslav Volodin. Secondo il disegno di legge, nonostante la risoluzione del contratto, il presidente riceverà il diritto di rinnovarlo. La Duma di stato inizierà a considerare questo disegno di legge il 18 giugno. Ricordiamo, il 29 maggio, Putin ha nominato il viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov come rappresentante presidenziale, considerando la sospensione dell’INF.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: