La politica di pressione sull’Iran continua

  
0

1. Gli Stati Uniti-Iran

Washington intende continuare a esercitare la massima pressione su Teheran per forzare l’inizio dei negoziati sulla conclusione di un nuovo accordo globale per sostituire il Piano d’azione globale congiunto (IPAP) sul programma nucleare iraniano, ha detto il portavoce del Dipartimento di Stato Morgan Ortegus. Ricordiamo, l’8 maggio, l’Iran, sullo sfondo delle nuove minacce provenienti dagli Stati Uniti, ha annunciato la sospensione di parte dei suoi obblighi nell’ambito dell’accordo nucleare.

2. Gli Stati Uniti

Una dichiarazione rilasciata dall’Associazione americana del controllo delle armi afferma che gli Stati Uniti, accusando la Russia di possibili violazioni dei termini del Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari (CTBT), non hanno portato alcuna prova a favore di tali accuse, ha riferito Interfax. Questa affermazione è stata fatta dopo il discorso del capo della direzione dell’intelligence del generale della Difesa statunitense Robert Ashley, durante il quale ha affermato che «la Russia probabilmente non rispetta la moratoria stabilita in merito allo standard» zero power «- cariche nucleari a bassa potenza da parte dei giornalisti che hanno richiesto prove, è stato costretto a cambiare la formulazione, spiegando che la Russia ha il «potenziale» per tali test, che anche Cina e gli Stati Uniti hanno. L’affermazione ricorda anche che Ross ha firmato e ratificato il Trattato sulla messa al bando totale degli esperimenti nucleari, mentre gli Stati Uniti hanno firmato, ma non ratificato, il Trattato.

3. Israele

I membri del parlamento israeliano hanno votato per sciogliere e riprendere le elezioni, secondo quanto riportato dai media israeliani. Hanno fatto questo passo nella Knesset perché l’attuale primo ministro Benjamin Netanyahu non è riuscito a formare una coalizione di governo dopo le ultime elezioni. È previsto che le elezioni si tengano il 17 settembre 2019. Da parte sua, il presidente israeliano Reuven Rivlin si è detto pronto a fare tutto il possibile per evitare nuove elezioni. Tuttavia, nel partito di Netanyahu “Likud”, hanno avviato un voto sulla questione dello scioglimento del parlamento per impedire al presidente di cercare di formare un governo senza Netanyahu e i suoi sostenitori.

4. Russia

Il presidente russo Vladimir Putin ha presentato giovedì alla Duma di stato un progetto di legge sulla sospensione del trattato sull’eliminazione dei missili a raggio intermedio e a raggio più corto (INF). Questo è stato riferito ai giornalisti dal presidente della camera bassa del parlamento, Vyacheslav Volodin. Secondo il disegno di legge, nonostante la risoluzione del contratto, il presidente riceverà il diritto di rinnovarlo. La Duma di stato inizierà a considerare questo disegno di legge il 18 giugno. Ricordiamo, il 29 maggio, Putin ha nominato il viceministro degli Esteri Sergei Ryabkov come rappresentante presidenziale, considerando la sospensione dell’INF.

главное за суткиитоги дняновостисобытия
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх