La Turchia colpisce la Siria

  
0

L’esercito siriano ha respinto lunedì contrattacchi intrapresi da bande nei pressi della città di Sarakib nella provincia di Idlib. I militanti hanno cercato di riguadagnare le posizioni perse durante l’offensiva delle forze governative. L’esercito siriano respinse il nemico e liberò un altro villaggio vicino a Sarakib. L’insediamento di Talhia, a 3 km dall’ex aeroporto militare di Taftanaz, passò sotto il controllo delle forze governative. Il canale televisivo Al-Hadath riferisce che le truppe turche hanno fornito supporto antincendio ai militanti. Secondo il canale, l’artiglieria siriana ha sparato contro il campo d’aviazione, dove si trovano il posto di comando dei gruppi armati dell’opposizione siriana e il posto di osservazione delle truppe turche. Tuttavia, secondo i resoconti dei media siriani, le forze governative hanno risposto al fuoco dopo uno sciopero dell’artiglieria turca.

Il canale televisivo arabo Al Jazeera ha riferito che l’artiglieria turca ha bombardato la città di Sarakib e i suoi dintorni, dove sono schierate unità dell’esercito siriano. Il bombardamento è stato effettuato da cannoni d’artiglieria pesanti. È stato anche riferito che «unità di opposizione siriane sotto la copertura dell’artiglieria turca hanno lanciato operazioni offensive su larga scala» contro le forze governative nella parte orientale di Idlib. Ricordiamo, la città di Sarakib è passata sotto il controllo dell’esercito siriano la scorsa settimana giovedì.

Cinque soldati turchi sono morti e cinque sono rimasti feriti nel bombardamento di Idlib siriano lunedì. Secondo il Ministero della Difesa nazionale turco, un intenso fuoco di artiglieria è stato sparato dalle forze del governo siriano. In risposta, la Turchia ha attaccato 115 bersagli dell’esercito siriano. Lo afferma una dichiarazione del Ministero della difesa nazionale della Turchia. Ankara ha anche affermato che non intende abbandonare i posti di osservazione nella zona di de-escalation in Sirian Idlib, nonostante la morte dell’esercito turco. Nei colloqui con la delegazione russa, la Turchia ha annunciato alla Russia che era necessario fermare gli attacchi delle truppe siriane ai posti di osservazione turchi nella provincia siriana di Idlib.

L’ambasciatore russo in Turchia, Alexei Erkhov, ha annunciato minacce contro di lui a causa dell’aggravarsi della situazione in Sirli Idlib. È stato riferito da RIA Novosti. Il diplomatico ha osservato che i recenti eventi nella provincia siriana hanno causato isteria anti-russa nei social network turchi. Un commento diffuso giovedì dal ministero degli Esteri russo ha affermato che la Russia considera inaccettabile per i politici turchi utilizzare i tragici eventi di Idlib per commenti provocatori; ciò non contribuisce a un accordo. Così il ministero degli Esteri russo ha reagito alle dichiarazioni del leader del Partito nazionalista del movimento Devlet Bahceli l’11 febbraio in una riunione della Grande assemblea nazionale turca. Il politico turco «ha cercato di ritenere la Russia e il governo siriano responsabili della morte delle truppe turche in Siria, sollecitando la leadership del suo paese a rivedere radicalmente le relazioni russo-turche».

Il giornale Sabah, citando i dati dello stato maggiore delle forze armate turche, riporta che le forze armate turche hanno lanciato attacchi missilistici su diverse posizioni dell’esercito siriano a ovest di Aleppo. Gli attacchi sono stati lanciati mercoledì da vari sistemi di lancio di missili. Di conseguenza, 55 truppe siriane furono neutralizzate. La natura degli obiettivi per i quali non è stato segnalato l’incendio. In precedenza, il presidente turco Tayyip Erdogan ha affermato che Ankara è determinata a spingere le truppe siriane oltre i suoi posti di osservazione nella provincia siriana di Idlib entro la fine di febbraio. Ha anche sottolineato che la Turchia si vendicherà contro le posizioni delle truppe siriane «anche al di fuori dei territori previsti dal memorandum di Sochi in caso di un attacco ai militari turchi».

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Explosion an der syrisch-israelischen Grenze Александра Донцова Die libanesische Nachrichtenagentur NNA berichtete, dass in den Golanhöhen nahe der syrisch-israelischen Grenze eine gewaltige Explosion stattgefunden habe. „Die Bewohner einiger Siedlungen im Distrikt Marjayoun (Südlibanon) […] Esplosione al confine siro-israeliano Александра Донцова L’agenzia nazionale libanese NNA ha riferito che una potente esplosione è avvenuta sulle alture del Golan vicino al confine siro-israeliano. «I residenti di alcuni insediamenti nel distretto di Marjayoun (Libano […] La explosión en la frontera entre Siria e Israel Александра Донцова La agencia nacional libanesa NNA informó que se había producido una explosión en las Alturas del Golán, cerca de la frontera entre Siria e Israel. Los residentes de los lugares ponblados situados en el distrito de Marjayoun […] Explosion à la frontière israélo-syrienne Александра Донцова Une puissante explosion s’est produite sur le plateau du Golan, près de la frontière syro-israélienne, selon l’agence nationale libanaise NNA. «Les habitants de certaines colonies du district de Marjayoun (sud du […] An explosion on the Syrian-Israeli border Александра Донцова The Lebanese national news agency »NNA» reported that a strong explosion took place in the Golan Heights, near the Syrian-Israeli border. «Residents of some settlements in the Marjayoun district, in south of […] Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […]
Наверх Наверх