La Turchia continua l’operazione militare in Siria

  
0

1. Turchia-Siria

Le forze di terra turche, supportate dai combattenti dell’opposizione dell’esercito nazionale siriano, hanno avviato operazioni di terra nelle aree di confine nella Siria nord-orientale. Secondo i media siriani, hanno attaccato la città di confine di Tell Abyad nel nord di Raqqa, così come la città di Ras al Ain nella provincia di Hasek, che era controllata dai curdi. Inoltre, Al Hadath ha riferito che l’artiglieria turca ha iniziato a bombardare la città di Kobani, che si trova sulla riva orientale del fiume Eufrate, 150 km a nord-est di Aleppo. Secondo il piano dell’operazione, il compito principale delle forze armate turche è quello di creare una zona libera di 480 km e lunga 32 km dal fiume Eufrate al confine iracheno nel territorio siriano, che consentirà alla Turchia di controllare la situazione nell’intera zona di confine dall’Eufrate al Mar Mediterraneo. Secondo i media occidentali, almeno 11 civili sono già morti nei combattimenti.

2. USA

L’ex vicepresidente americano Joseph Biden ha sostenuto l’avvio del processo di impeachment del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “Donald Trump ha violato il suo giuramento, ha tradito la nazione e ha commesso atti che hanno comportato l’impeachment. Sai cosa intendo per preservare la Costituzione, la nostra democrazia. Il nostro valore fondamentale. Deve essere messo sotto accusa ”, ha detto Biden durante un discorso nel New Hampshire, secondo quanto riferito da TASS citando la CNN. Ricordiamo, Biden è considerato uno dei principali concorrenti di Trump nelle elezioni presidenziali del novembre 2020.

3. Turchia-Siria

Il presidente turco Erdogan ha affermato che Ankara ha il diritto di condurre l’operazione transfrontaliera «Fonte della pace» nella vicina Siria grazie a un accordo firmato dai due governi di Adana nel 1998, riferisce TASS. «Secondo questo accordo, se il governo di Assad non adotta misure contro il Partito dei lavoratori del Kurdistan, i nostri militari hanno il diritto di perseguire i terroristi in Siria», ha detto il leader turco in un’intervista con Yeni Safak. Erdogan ha anche commentato le dichiarazioni di Donald Trump sulla sua disponibilità a «distruggere l’economia turca» se Ankara inizia a distruggere i curdi nel nord della Siria. Secondo lui, tali dichiarazioni vengono fatte al fine di prevenire la tensione in determinati ambienti, e il fatto che gli Stati Uniti abbiano ritirato le loro truppe dalle aree della presunta operazione militare della Turchia dimostra che non si opporranno ad Ankara.

4. Turchia-Siria

Il Ministero della Difesa turco riferisce che l’operazione delle «Forze armate turche» Fonte della pace «nel nord della Siria sta procedendo con successo, secondo il piano di comando, sia per via aerea che via terra, riferisce l’agenzia Anadolu. Il rapporto afferma che l’esercito turco è riuscito a stabilire il controllo su una serie di obiettivi prioritari sul territorio siriano. In particolare, le unità turche sono entrate nella città siriana di Tell Abyad al confine con la Turchia e hanno lanciato un assalto alla città di Ras al-Ain nella provincia di Hasek, con la ripresa degli attacchi nella città di Kamyshly e nei villaggi adiacenti. Fonti curde, a loro volta, riportano che le unità delle forze democratiche siriane (SDF) hanno respinto con successo l’offensiva turca ad est di Ras al Ain. Secondo loro, durante i combattimenti nelle vicinanze della città, 14 truppe turche furono distrutte.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Новости на 16:00 7 августа 2020 года Влад Николаев Президент Ливана Мишель Аун заявил, что следствие в Ливане рассматривает несколько версий по взрыву в порту Бейрута, «включая халатность, несчастный случай, а также внешнее воздействие». Слова президента Ливана […] Главное на утро 7 августа 2020 года Влад Николаев Руководитель Российского центра по примирению враждующих сторон контр-адмирал Александр Щербицкий заявил, что командование группировкой РФ в Сирии оставляет за собой право ответить на атаки боевиков, которые угрожают военным […] Le Liban. Les effets de l’explosion à Beyrouth. Александра Донцова 1 Liban Le nombre de victimes suite à l’explosion à Beyrouth a augmenté à 137, celui de blessés – à 5 mille, des dizaines sont disparus, relate Al Jazeera citant la Santé libanaise. Le chef de l’Intérieur du pays Mohammed […] Libanon. Folgen der Explosion in Beirut Александра Донцова 1. Libanon Die Zahl der Todesopfer bei der Explosion in Beirut sei auf 137 Menschen gestiegen, 5.000 Personen seien verletzt worden. Dutzende Menschen würden als vermisst gemeldet. Dies berichtete der Fernsehsender Al Jazeera […] Libano. Conseguenze dell’esplosione a Beirut Александра Донцова 1.Libano Il bilancio delle vittime dell’esplosione a Beirut è salito a 137 persone, il numero delle vittime è aumentato a 5mila, decine di persone risultano disperse. Lo riporta il canale televisivo Al Jazeera con […] Líbano. Las consecuencias de la explosión en Beirut Александра Донцова 1. Líbano. Al Jazeera con referencia al Ministerio de Salud libanés, informó que como resultado de la explosión en Beirut, 137 personas habían muerto y 5 mil personas fueron heridas. Decenas de personas están desaparecidas. […]
Наверх Наверх