La Turchia ha gettato veicoli blindati al confine siriano

  
0

1. Turchia-Siria

Il comando turco ha trasferito una colonna di veicoli blindati al confine siriano nell’area del Centro operativo congiunto turco-americano. Lo ha riferito lunedì TASS, citando Turk della CNN. Il convoglio consisteva di carri armati, veicoli blindati e camion di munizioni. Ai fini del trasferimento di truppe non è stato riferito, tuttavia, il comando turco negli ultimi mesi ha costantemente aumentato la presenza di truppe al confine con la Siria. Ricordiamo, Ankara ha ripetutamente annunciato la preparazione di una nuova operazione militare in Siria a est dell’Eufrate. Quest’area è attualmente controllata da unità di autodifesa curde che sono riconosciute come terroriste in Turchia. Nonostante il supporto degli Stati Uniti alle truppe curde, Ankara ha ripetutamente affermato che la loro presenza in prossimità del confine turco minaccia la sua sicurezza.

2. USA-Russia

Il secondo pacchetto di sanzioni statunitensi contro la Russia in relazione all’affare Skripal è entrato in vigore negli Stati Uniti a mezzanotte di lunedì. Il secondo pacchetto di sanzioni nel quadro della legge «Sul controllo delle armi chimiche e biologiche» dovuto al «caso Skripal» è stato messo in atto, poiché Mosca, secondo Washington, non gli ha fornito le garanzie richieste dalla legge per il non utilizzo di armi chimiche e biologiche, riferisce RIA Novosti». Il nuovo pacchetto di sanzioni include restrizioni all’emissione di tutti i prestiti o altra assistenza finanziaria e tecnica alla Russia da parte di organizzazioni finanziarie internazionali come la Banca mondiale e il FMI. Inoltre, gli Stati Uniti rafforzeranno le licenze per la vendita della Federazione Russa di una serie di beni e tecnologie; vieterà alle banche statunitensi di partecipare al mercato primario per il debito in valuta sovrana russa e di emettere prestiti al governo russo.

3. Golfo di Aden

Teheran, al fine di garantire la sicurezza delle navi iraniane, ha inviato il suo cacciatorpediniere nel Golfo di Aden, riferisce TASS una dichiarazione del vice comandante dell’ammiraglio posteriore iraniano Habibollah Sayyari. Secondo lui, «il cacciatorpediniere accompagnerà gli aiuti alla navigazione nel Golfo di Aden e Oman». Domenica, Sayyari ha affermato che recentemente, nel Golfo di Aden e nel Mar Rosso, le forze armate iraniane hanno fornito scorta da 5 a 6 mila aiuti alla navigazione e sono pronte a far fronte a questo compito in qualsiasi parte del mondo.

4. Israele- Striscia di Gaza

L’Aeronautica israeliana, in risposta al lancio di tre missili dalla Striscia di Gaza, ha inflitto numerosi attacchi alle posizioni del movimento di Hamas nella Striscia di Gaza, secondo quanto riferito da Interfax citando una dichiarazione dell’esercito israeliano. Non sono stati segnalati possibili perdite. Alla vigilia, è stato riferito che tre missili sono stati lanciati dalla Striscia di Gaza attraverso il territorio israeliano. Due di loro sono stati abbattuti dai sistemi di difesa aerea israeliani, non ci sono ancora informazioni su ciò che è accaduto al terzo missile. Inoltre, il comando militare israeliano ha confermato le informazioni sull’applicazione sabato sera di una serie di attacchi aerei su obiettivi a sud della capitale siriana Damasco. Questi oggetti, secondo la parte israeliana, erano sotto il controllo delle milizie sciite e delle forze dell’unità iraniana di Quds. Lo scopo degli attacchi aerei era di prevenire attacchi al nord di Israele. In precedenza, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato l’intenzione del suo paese «di colpire il corpo iraniano delle guardie rivoluzionarie islamiche che minacciano Israele, in qualsiasi paese, ovunque si trovino».

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

«La guerre de visas» Александра Донцова 1.Syrie. La centrale hydroélectrique d’Al-Ba’ath, située dans le gouvernorat syrien de Raqqa, est en cours de restauration, a déclaré un officier du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en […] „Visakrieg“ Александра Донцова 1. Syrien In Nordsyrien, in der Provinz Raqqa, wird das strategisch wichtige Wasserkraftwerk Al- Baath restauriert. Dies wurde von einem Offizier des Zentrums für die Aussöhnung der Kriegsparteien der Russischen Föderation […] «La guerra dei visti» Александра Донцова 1. Siria Nel nord della Siria, nella provincia di Raqqa, viene ripristinata la centrale idroelettrica di importanza strategica di Al-Ba’ath. Lo ha affermato un ufficiale del Centro per la riconciliazione delle parti in […] Una “guerra de visados” Александра Донцова 1.Siria Vladimir Varnavsky, el oficial del Centro de reconciliación de las partes en conflicto de la Federación de Rusia, declaró que en el norte de Siria, en la provincia de Raqqa se estaba restableciendo una central […] »Visa war» Александра Донцова 1 Syria “The repair of the strategically important »Al-Ba’ath» hydroelectric power station, located in north of Syria, in the province of Raqqah, has begun” — Vladimir Barnavsky, an officer of the […] Fake dans un article de The New York Times Александра Донцова 1 Russie Lundi, le porte-parole de la Défense russe, général-major Igor Konachenkov a déclaré que l’information sur le bombardement d’un camp de réfugiés en Syrie par l’aviation russe en août 2019, publiée par The New York […] Fälschung im Artikel von The New York Times Александра Донцова 1. Russland Der Sprecher des russischen Verteidigungsministeriums, Generalmajor Igor Konaschenkow, sagte am Montag, dass die Informationen über die Bombardierung des syrischen Flüchtlingslagers durch die Luft- und […] Articolo falso sul New York Times Александра Донцова 1.Russia Il portavoce del generale di difesa russo Igor Konashenkov ha dichiarato lunedì che le informazioni sui bombardamenti del campo profughi siriano in Siria nell’agosto 2019, che sono state pubblicate sul New York […] Un engaño en el artículo de The New York Times Александра Донцова 1.Rusia El lunes Igor Konashenkov, el representante oficial del Ministerio de Defensa de la Federación de Rusia, General de División, declaró que la información sobre el bombardeo del campo de refugiados en Siria de la Fuerza […]
Наверх Наверх