Le forze di sicurezza ucraine hanno tentato di far saltare in aria la macchina di l’OSCE

  
0

1.

Le forze di sicurezza ucraine hanno tentato di far esplodere l’auto della Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE nell’area di Artyomovo a nord-ovest di Gorlovka, secondo quanto riferito dal Dipartimento di Polizia Popolare del RPD. Secondo il rapporto della missione OSCE del 20 luglio, il personale della missione di monitoraggio si trovava nella periferia sud-occidentale di Artyomovo per monitorare il rispetto del silenzio nell’area della centrale fenolica. Alle 12:25, hanno sentito un’esplosione a 300 metri dalla loro posizione, gli osservatori non sono stati in grado di determinare il tipo di armi utilizzate e la direzione del fuoco. Hanno lasciato immediatamente l’area e hanno raggiunto tranquillamente la loro base a Kramatorsk.

2.

Alla vigilia dei negoziati del gruppo di contatto di Minsk, il 20 luglio, le forze di sicurezza ucraine hanno intensificato i bombardamenti provocatori sul territorio della Repubblica. Il villaggio 6/7 a Gorlovka è stato bombardato. Il danno è stato ricevuto da un edificio residenziale in via Zabaikalskaya, 4. Inoltre, lo stesso giorno, usando mortai da 82 mm e lanciagranate anticarro, le forze armate ucraine hanno sparato nell’area della stazione di pompaggio di Vasilyevskaya.

3.

La sera del 21 luglio, le forze di sicurezza ucraine da posizioni nell’area di Vodyanoye hanno bombardato il villaggio di Vesyoloye. Diverse case in via Kolkhoznaya sono state danneggiate, la casa 38 ha preso fuoco da un colpo diretto da una miniera di 82mm. L’incendio si è spento fino a mezzogiorno del 22 luglio. La mattina del 22 luglio, le forze di sicurezza ucraine hanno sparato a Zaitsevo e nel villaggio 6/7. Il danno è stato ricevuto nelle case della strada Rudnev 1, 2, 5. Inoltre, a seguito di bombardamenti dal lato delle forze armate ucraine a Gorlovka (miniera 6/7) è stato registrato il danno su una sezione della condotta idrica dalla stazione di pompaggio del 3 ° canale Seversky Donets — Donbass. Circa alle 15.30 dello stesso giorno, il villaggio di Kominternovo è stato bombardato: il fuoco è stato sparato con munizioni traccianti da mitragliatrici e armi leggere di grosso calibro, a seguito delle quali tre case di via Kirov hanno preso fuoco.

4.

Il 21 luglio, due edifici residenziali hanno immediatamente preso fuoco nel villaggio di Veseloe in via Kolkhoznaya a seguito di un colpo diretto di munizioni sparate dalle formazioni armate dell’Ucraina. Inoltre, un tubo del gas a bassa pressione è danneggiato lì. In appena un giorno, l’esercito ucraino ha violato il cessate il fuoco 4 volte. Anche il Centro di Volvo e Aleksandrovka sono stati bombardati a Donetsk. Non sono state registrate vittime civili.

5.

35 Comitato Internazionale della Croce Rossa ha inviato sette camion con aiuti umanitari a Donbass. Lo ha riferito giovedì il servizio stampa del Servizio di frontiera dello Stato ucraino. «Due colonne hanno seguito il checkpoint Novotroitskoe sulla rotta Kiev-Donetsk. Hanno inviato kit alimentari, prodotti per l’igiene e materiali da costruzione da automobili per i cittadini che si trovano nel territorio temporaneamente occupato dell’Ucraina», ha detto il servizio stampa. Secondo il servizio stampa, il CICR ha inviato sette camion a Donbass, contenenti circa 120 tonnellate di aiuti. Ricordiamo che le organizzazioni internazionali inviano regolarmente forniture umanitarie al Donbass.

6.

Il ministro della Difesa ucraino Andrey Taran ha dichiarato che Kiev ha la volontà politica di un armistizio nel Donbass dal 27 luglio e ha anche espresso speranza di reciprocità dall’altra parte. «Il documento, concordato ieri, consente a tutti di mostrare la propria volontà politica. L’Ucraina ha davvero una tale volontà politica. Speriamo che anche l’altra parte sarà in grado di mostrare la presenza di volontà politica», ha detto Taran giovedì durante la sua conversazione con i giornalisti.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновости
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на вечер 6 августа 2020 года Влад Николаев Число погибших в результате взрыва в Бейруте увеличилось до 137 человек, число пострадавших возросло до 5 тыс. Десятки людей числятся пропавшими без вести. Об этом сообщил телеканал Al Jazeera со ссылкой на Минздрав Ливана. […] Новости на 16:00 6 августа 2020 года Влад Николаев Министр экономики и торговли Ливана Рауль Нехме заявил телеканалу Sky News Arabia, что Ливан не располагает достаточными финансовыми возможностями для того, чтобы справиться с последствиями взрыва в Бейруте. «У Ливана […] Новости на 12:00 6 августа 2020 года Влад Николаев Сирийская газета Al-Watan сообщила, что незаконная американская военная база в провинции Хасеке на северо-востоке Сирии подверглась ракетному обстрелу. Сообщается, что базу, расположенную в городе аш-Шаддади, атаковали […] Главное на утро 6 августа 2020 года Влад Николаев Число погибших в результате взрыва в Бейруте увеличилось до 137 человек, число пострадавших возросло до 5 тыс. Десятки людей числятся пропавшими без вести. Об этом сообщил телеканал Al Jazeera со ссылкой на Минздрав Ливана. […] Une explosion à Beyrouth Александра Донцова 1 Liban Mardi, suite à une forte explosion dans le secteur du port de Beyrouth, près d’une base de la flotte libanaise, plus de 100 personnes sont mortes, 4 mille ont été blessées. Selon la Santé libanaise, les hôpitaux […] Explosion in Beirut Александра Донцова 1. Libanon Infolge einer gewaltigen Explosion, die am Dienstag im Bereich des Hafens von Beirut in der Nähe des libanesischen Marinestützpunkts stattfand, starben nach neuesten Daten mehr als 100 Menschen, 4.000 wurden […]
Наверх Наверх