Le truppe curde contrattaccano le forze turche

  
0

1. USA

Le autorità statunitensi hanno introdotto misure restrittive contro i ministeri della difesa e dell’energia della Turchia, secondo il Ministero del Tesoro statunitense. Inoltre, la sua dichiarazione afferma che il ministro della difesa turco Hulusi Ankara, il ministro degli interni Suleiman Soilu e il ministro dell’Energia Fatih Donmez sono inclusi nell’elenco delle sanzioni. I beni di questi ministeri e ministri negli Stati Uniti sono congelati; ai cittadini americani è proibito fare affari con loro. Inoltre, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti avverte che «le persone che effettuano determinate transazioni con persone dalla lista possono anche essere soggette a sanzioni». Misure restrittive furono la risposta di Washington all’operazione militare di Ankara contro i curdi nella Siria nord-orientale. Inoltre, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che «gli Stati Uniti cesseranno immediatamente i negoziati su un accordo commerciale con la Turchia per un importo di $ 100 miliardi» e aumenteranno anche le tariffe sull’acciaio turco al 50% del livello che ha preceduto le riduzioni tariffarie a maggio.

2. Russia-USA

Il vice ambasciatore russo presso l’ONU Gennady Kuzmin ha affermato che le autorità statunitensi non hanno rilasciato nuovamente visti a 18 rappresentanti della delegazione russa durante la 74a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, riferisce Interfax. Ricordiamo che alla fine di settembre gli Stati Uniti hanno rifiutato i visti richiesti per la partecipazione all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York a dieci dipendenti del ministero degli Esteri russo, tra cui il capo di Roskosmos Dmitry Rogozin, il capo della commissione della Duma di stato per gli affari internazionali Leonid Slutsky e il capo della commissione per gli affari internazionali Affari del Consiglio della Federazione Konstantin Kosachev. Inoltre, come rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, alcuni diplomatici russi non hanno potuto partecipare al forum sul dialogo di Fort Ross negli Stati Uniti all’inizio di ottobre a causa del rilascio di visti americani.

3. USA-Turchia

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in una conversazione telefonica con il leader turco Recep Tayyip Erdogan lo ha invitato a un immediato cessate il fuoco in Siria. Secondo The Hill, citando la dichiarazione del vicepresidente Mike Pence, Trump ha ricevuto un «fermo impegno» che Ankara non attaccherà la città siriana di Kobani, dove vive un numero significativo di curdi. Pence ha affermato che le sanzioni recentemente annunciate contro la Turchia rimarranno in vigore o «peggioreranno» fino a quando la Turchia «non inizierà immediatamente un cessate il fuoco, cesserà la violenza e accetterà di negoziare una soluzione a lungo termine delle questioni lungo il confine» con la Siria.

4. Siria

Le unità curde delle forze di autodifesa popolari (SNA) hanno contrattaccato le forze turche e hanno ripreso il controllo della città di confine di Ras al-Ain, secondo quanto riferito dal canale televisivo Al-Khadas. Secondo il canale, al momento ci sono feroci battaglie tra i curdi e le forze di opposizione armate siriane che combattono dalla parte dell’esercito turco. Squadre delle forze di autodifesa popolare hanno anche preso d’assalto la vicina città di Tell Khalaf, che è nelle mani di militanti dell’esercito siriano libero, che si trova dalla parte della Turchia. Le informazioni sugli scontri sono arrivate anche dalla città di confine di Kobani.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Damas va récuperer la souveraineté sur des territoires Александра Донцова 1 Kazakhstan La déclaration finale de la rencontre internationale sur la Syrie à Noursoultan dit que les pays-garants du processus d’Astana – la Russie, la Turquie et l’Iran – ont rejeté des initiatives visant la création […] Damaskus will die Souveränität über die Gebiete wiedererlangen Александра Донцова 1. Kasachstan In der Abschlusserklärung zum internationalen Syrien-Treffen in Nur Sultan hieß es, dass die Schutzmächte des Astana-Prozesses – Russland, die Türkei und der Iran – die Initiative zur Schaffung unter dem […] Damasco intende riconquistare la sovranità sui territori Александра Донцова 1.Kazakistan La dichiarazione finale sull’incontro internazionale sulla Siria a Nur Sultan afferma che i paesi garanti del processo di Astana Russia, Turchia e Iran hanno respinto l’iniziativa di creare un […] Damasco tiene intenciones de recuperar la soberanía sobre los territorios Александра Донцова 1.Kazajstán Después de la reunión internacional sobre Siria celebrada en Nur Sultan, los países garantes del proceso de Astaná, en particular, Rusia, Turquía e Irán rechazaron la iniciativa de crear un gobierno autónomo en […] Damascus intends to regain the sovereignty over the territories Александра Донцова 1 Kazakhstan The final statement on the international meeting on Syria in the city of Nur Sultan states the following: The guarantor countries of the Astana process — Russia, Turkey and Iran — rejected the […] Sommet dans le format Normandie Александра Донцова 1 Suisse Le comité exécutif de l’Agence mondiale antidopage a unanimement adopté la recommendation du comité de l’organisation de priver l’Agence russe antidopage du statut de conformité au Code mondiale antidopage. Notre […] Gipfel des Normandie-Quartetts Александра Донцова 1. Schweiz Das Exekutivkomitee der Welt-Anti-Doping-Agentur (WADA) nahm einstimmig die Empfehlung des Organisationskomitees an, der russischen Anti-Doping-Agentur (RUSADA) die Einhaltung des Welt-Anti-Doping-Kodex zu […] Vertice dei Quattro Normanni Александра Донцова 1.Svizzera Il Comitato esecutivo dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha adottato all’unanimità la raccomandazione del comitato dell’organizzazione di privare l’Agenzia russa antidoping (RUSADA) del […] La cumbre del “cuarteto de Normandia” Александра Донцова 1.Suiza El Comité Ejecutivo de la Agencia Mundial Antidopaje (WADA) aceptó por unanimidad la recomendación del comité de la organización en virtud de la cual la Agencia Antidopaje Rusa (RUSADA) no cumplía las normas del […]
Наверх Наверх