Operazione militare a Hama

  
0

1.

Iraq

Il canale televisivo Sky News Arabia, citando fonti dei servizi di sicurezza iracheni, riferisce che l’aereo da trasporto militare delle forze aeree S-130 degli Stati Uniti si è schiantato durante l’atterraggio alla base militare di Al-Taji in Iraq. L’aereo è rotolato fuori dalla pista e si schiantò contro un muro. A seguito dell’emergenza, quattro militari a bordo sono rimasti feriti. Il quartier generale dell’Operazione Determinazione Irresistibile ha affermato che era l’8 giugno alle 22:10 ora locale e che l’incidente non era correlato alle «azioni nemiche».

2.

Siria

Il portale di notizie Al-Masdar ha riferito che i combattenti dell’esercito siriano hanno riguadagnato il controllo dei villaggi di El Manar e El Fatrah nel nord della provincia di Hama. Gli insediamenti erano stati precedentemente catturati da terroristi del gruppo Khoras al-Din. L’operazione per liberare i due villaggi è stata effettuata con il supporto dell’aviazione e dell’artiglieria, che ha attaccato bande. I militanti subirono perdite e si ritirarono nel territorio della provincia di Idlib. Il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria ha riferito che i militanti del gruppo terroristico Jabhat al-Nusra hanno tentato di impadronirsi dell’insediamento di Tanjar nella parte meridionale della zona di de-escalation di Idlib. I terroristi hanno sfondato le difese. «L’attacco è stato respinto dal fuoco di ritorno dell’aviazione e dell’artiglieria. Le truppe governative hanno riguadagnato posizioni in prima linea di difesa», ha affermato il contrammiraglio Alexander Shcherbitsky, capo del Centro per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria. Ha sottolineato che i terroristi hanno perso più di 30 persone uccise e ferite, tre pickup con mitragliatrici pesanti sono stati distrutti.

3.

Siria

La SANA ha riferito che il convoglio americano è entrato nella provincia settentrionale di Hasek. Un convoglio di 40 camion attraversò l’incrocio di Al-Waleed, accompagnato da veicoli blindati di tipo Hummer, e si diresse verso la base americana vicino al campo di aviazione di Kharab Al-Jir. L’agenzia sottolinea che gli Stati Uniti continuano a rafforzare le proprie basi militari illegali nella regione siriana di Al Jazeera.

4.

Libia

Un portavoce dell’LNA, il maggiore generale Ahmed al-Mismari, ha dichiarato in una conferenza stampa a Bengasi che l’esercito nazionale libico sta cambiando strategia in battaglia e utilizzerà attivamente l’aviazione. Ha anche parlato dei crimini commessi da forze fedeli al governo di accordo nazionale nella città di Tarhuna, che è stato preso dal PNS il 5 giugno. «Hanno derubato, sequestrato la proprietà di un altro, umiliato la dignità dei cittadini», ha detto al-Mismari. Secondo lui, oltre 20 mila persone hanno lasciato la città. Al-Mismari ha invitato i paesi a «rispondere agli attacchi della Turchia». Il canale televisivo Al-Hadath, citando una dichiarazione del comando LNA, ha affermato che la difesa aerea dell’esercito nazionale libico ha abbattuto un veicolo aereo senza pilota turco a ovest della città strategicamente significativa di Sirte. Il drone ha cercato di attaccare la posizione dell’esercito nazionale libico. Il canale riferisce che i sostenitori di Haftar stanno attirando «significativi rinforzi militari» su Sirt.

5.

Libia

La Corporazione Nazionale Petrolifera Libica ha riferito che uomini armati non identificati hanno fatto irruzione nel territorio del più grande giacimento petrolifero in Libia, Al-Sharara, chiedendo di interrompere immediatamente l’estrazione di materie prime. Lo afferma un messaggio pubblicato martedì sulla pagina Facebook dell’azienda. La direzione della National Oil Corporation ordinò ai dipendenti di non obbedire «nessun ordine militare relativo al funzionamento e alla manutenzione del campo a causa della mancanza di competenza e della mancanza di comprensione delle conseguenze». La dichiarazione ha osservato che l’arresto della produzione di petrolio a seguito dell’invasione di unità armate potrebbe portare a «conseguenze estremamente gravi per l’infrastruttura del campo e in generale per la Libia». Al Hadath riferisce che gli uomini armati che hanno commesso l’invasione appartengono all’esercito nazionale libico sotto il comando del maresciallo di campo Khalifa Haftar.

6.

Cina

La portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying, ha dichiarato durante un briefing che la Cina non ha in programma di partecipare a colloqui tripartiti sul disarmo. «Abbiamo ripetutamente affermato la nostra posizione. La Cina non intende prendere parte ai cosiddetti colloqui trilaterali sul disarmo con la Russia e gli Stati Uniti», ha affermato. In precedenza è stato riferito che a Vienna si terranno negoziati tra l’inviato speciale del presidente degli Stati Uniti sul controllo degli armamenti Marshall Billingsley e il vice ministro degli esteri russo Sergei Ryabkov sulle armi nucleari e l’estensione del trattato di riduzione strategica delle armi.

главное за суткиитоги дняновости
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Новости на 16:00 24 сентября 2020 года Влад Николаев Пресс-секретарь МВД Белоруссии Ольга Чемоданова сообщила, что в Белоруссии в среду было зафиксировано 59 протестных акций в которых участвовали около 5 тыс. человек. Сообщается, что сотрудники правоохранительных органов […] Новости на 12:00 24 сентября 2020 года Влад Николаев В распространенном заявлении верховного представителя ЕС по иностранным делам и политике безопасности Жозепа Борреля говорится, что Евросоюз считает инаугурацию и новый президентский срок Александра Лукашенко не имеющими […] Главное на утро 24 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске в среду вечером прошла акция протеста против инаугурации президента Александра Лукашенко. Акция протеста длилась более пяти часов. Сообщается, что для разгона протестующих силовики активно применяли водометы и […] Главное на вечер 23 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске во Дворце независимости состоялась церемония инаугурации президента Белоруссии. Об этом сообщает агентство БелТА. На церемонии присутствовали несколько сотен человек, в том числе высшие должностные лица страны, […] Inauguration du président biélorusse Александра Донцова 1.Bélarussie La cérémonie d’inauguration du Président biélorusse a eu lieu au Palais de l’indépendance à Minsk, selon l’agence BelTA. Plusieurs centaines de personnes y ont assisté, dont des hauts […] Amtseinführung des Präsidenten von Belarus Александра Донцова 1. Belarus Die Amtseinführung des belarussischen Präsidenten fand im Palast der Unabhängigkeit in Minsk statt, wie die BelTA-Agentur berichtete. An der Zeremonie nahmen mehrere hundert Personen teil, darunter hochrangige […]
Наверх Наверх