Riassunto delle notizie, il 3 dicembre 2018

  
0

L’aviazione guidata dalla coalizione internazionale statunitense ha lanciato diversi missili sulle posizioni dell’esercito del governo siriano, riferisce TASS con riferimento all’agenzia SANA. L’attacco è avvenuto intorno alle 20:00 vicino al villaggio di Es-Suhne. A seguito dell’attacco sono stati causati danni materiali, non ci sono vittime e feriti. Ricordiamo che una settimana fa, la coalizione statunitense ha colpito il villaggio di Shaaf, nella provincia di Deir-ez-Zor, e ha ucciso 14 civili. Il giorno prima, è stato riferito che a seguito di un attacco aereo della coalizione nella città di Khadzhin, furono uccise 20 persone, compresi i bambini.

I giornalisti sul campo dell’agenzia Anna News, con riferimento all’agenzia SANA, riferiscono che i kamikaze hanno tentato di infiltrarsi nella zona controllata dal governo della città di Jubb Al-Ahmar, ma sono stati scoperti dalla ricognizione. Quando il «gruppo speciale» si avvicinò alla postazione militare, fu aperto il fuoco su di loro, che distrusse l’intero distaccamento. Secondo una fonte militare, la squadra dell’esercito ha perso un combattente in battaglia. L’attacco è stato condotto da una banda di «Huras Al-Din» — l’ala siriana di Al-Qaeda.

Il gruppo di ricognizione delle Forze armate dell’Ucraina si è esploso sul proprio campo minato mentre tentava di penetrare nel territorio di RPL, almeno cinque militari ucraini sono stati uccisi. L’incidente è avvenuto nella regione di Sokolniki. Con la partenza uno dei soldati morti fu abbandonato dalle forze ucraine.

La polizia ucraina e gli impiegati del servizio di sicurezza dell’Ucraina, arrestati dopo provocazioni che violano il confine russo nella zona dello stretto di Kerch, sono stati accusati, ha detto l’avvocato Nikolay Polozov. Secondo lui, l’accusa ai sensi dell’articolo «l’attraversamento illegale del confine della Federazione Russa è stata portata contro di loro immediatamente dopo l’arresto», riferisce TASS. La punizione per questa accusa prevede fino a sei anni di carcere. Un giorno fa è stato riferito che la protezione dei marinai ucraini arrestati dopo l’incidente nel Mar Nero stava facendo ogni sforzo per riconoscerli come prigionieri di guerra.

Il segretario generale del partito del cancelliere Tedesco Angela Merkel Annegret Crump-Сarrenbauer ha proposto di vietare ai navi russi dalla regione del mar d’Azov di a porti europei e americani, e inoltre ha proposto di rivedere la posizione di Berlino per il «Nord stream – 2». «Credo che sia necessario trarre conclusioni dall’esperienza acquisita, che suggerisce che la nostra linea di condotta non ha ancora raggiunto la giusta rigidità. In caso contrario, Putin non avrebbe osato di fare questo passo » — porta le sue parole Deutsche Welle» Si tratta di un incidente con marinai ucraini nella zona dello Stretto di Kerch, quando le navi della marina di quel paese hanno attraversato la frontiera russa. Crump-Carrenbauer ha anche invitato L’Unione Europea a tornare al dibattito sulla necessità di costruzione del gasdotto «North Stream-2″». Secondo Lei, a questo» costringono » le azioni della Russia.

главноеитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

L’intervention de l’armée américaine à Idlib Александра Донцова 1 Irak-Syrie Une colonne de 50 véhicules militaires de l’armée américaine est parti d’Irak pour la Syrie, en dépit des déclarations du conseiller du président des Etats-Unis à la sécurité nationale Robert O’Brien que les […] Intervention der US-Armee in Idlib Александра Донцова 1. Irak – Syrien Ein Konvoi von US-Militärausrüstung, bestehend aus 50 Einheiten, fuhr vom Irak nach Syrien, obwohl der stellvertretende US-Präsident für nationale Sicherheit, Robert O’Brien, erklärte, die Vereinigten […] Intervento dell’esercito americano a Idlib Александра Донцова 1. Iraq-Siria Un convoglio di equipaggiamento militare americano, composto da 50 unità di equipaggiamento militare, è andato dall’Iraq alla Siria nonostante le dichiarazioni del vicepresidente della sicurezza nazionale […] La injerencia del ejército americano en Idlib Александра Донцова 1. Iraq y Siria El canal de televisión Sky News Arabia informa que Robert O’Brien, el asistente del presidente americano sobre asuntos de seguridad nacional, declaró que America no tenía intenciones de intervenir en la […] An Intervention of the US Army in Idlib Александра Донцова 1 Iraq — Syria An American army convoy of 50 armored vehicles headed from Iraq to Syria, despite the statements of the Assistant to the US President on the National Security, Robert O’Brien, according to which […] Donbass está aplicando los acuerdos de Minsk Александра Донцова 1. La oficina de representación de la República Popular de Lugansk en el Centro Conjunto de Supervisión y Coordinación del régimen del cese del fuego informa que el 12 de febrero, las fuerzas de seguridad de Kiev dispararon […] Le Donbass respecte les accords de Minsk Александра Донцова 1. Le 12 février les forces de Kiev ont pilonné le village Donetskii en causant des dégâts à une ligne électrique, informe la représentance de la RPL au Centre conjoint de contrôle et de coordination du cessez-le-feu. « Huit […] Donbass hält sich an die Minsker Vereinbarungen Александра Донцова 1. Am 12. Februar feuerten Kiewer Sicherheitskräfte auf eine Siedlung städtischen Typs Donezkij, es wurde eine Stromleitung beschädigt. Dies wurde von Vertretern der Volksrepublik Lugansk im Gemeinsamen Zentrum für die […] Donbass aderisce agli accordi di Minsk Александра Донцова 1. Il 12 febbraio, le forze di sicurezza di Kiev hanno sparato su un insediamento di tipo urbano di Donetsk e una linea elettrica (linea elettrica) è stata danneggiata. Lo ha riferito nell’ufficio di rappresentanza […]
Наверх Наверх