Siria. Attacco a militari di USA

  
0

1. Siria

L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per rafforzare le basi americane esistenti nell’area. L’agenzia riferisce che un convoglio con veicoli blindati e varie attrezzature, comprese le apparecchiature di comunicazione, è stato dispiegato dall’Iraq attraverso il checkpoint di El Valid. Secondo fonti dell’agenzia, sei veicoli blindati americani hanno lasciato il villaggio iracheno di Al-Mahmoudiya, che si trova a sud del checkpoint Al-Valid. Attraversarono il confine tra Siria e Iraq e si diressero verso uno dei giacimenti petroliferi siriani controllati dagli Stati Uniti.

2. Siria

La SANA ha riferito che una pattuglia congiunta di truppe statunitensi e combattenti delle forze siriane democratiche curde è stata tesa un’imboscata dai terroristi nella zona di Rueveshad di Deir ez-Zor. Un agguato fu istituito all’incrocio, all’ingresso di Rubeishad. I militanti hanno aperto il fuoco su una pattuglia di armi leggere e lanciagranate. È stato riferito che tre soldati statunitensi e cinque curdi sono rimasti feriti durante la sparatoria.

3. Siria — UE

L’UE estenderà presto sanzioni contro la Siria, nonostante l’epidemia di coronavirus nella Repubblica araba. Lo ha riferito TASS con riferimento a un rappresentante senior dell’UE. «L’estensione delle sanzioni invierà un segnale forte che l’attuale corso di violenza, un aggravamento della situazione umanitaria e l’uso di armi chimiche è assolutamente inaccettabile», ha affermato. In precedenza, il ministro della salute siriano Nizar Yazidzhi, parlando alla 73a Assemblea mondiale della sanità, combattendo il coronavirus nel paese «è ostacolato dalle brutali e ingiuste sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dall’Unione europea contro Damasco».

4. Libia

L’agenzia di stampa TASS, citando una fonte militare libica, riferisce che l’esercito nazionale libico del maresciallo di campo Khalifa Haftar ha preso il pieno controllo di una delle aree strategiche nella periferia di Tripoli, eliminando la formazione del governo di accordo nazionale. Secondo la fonte, l’LNA dopo gli scontri con le forze del PNS ha occupato il villaggio di Al-Khira, situato a 50 km a sud-ovest della capitale. «Attualmente, le unità dell’esercito lo pettinano dopo essere state rilasciate dalla polizia e dai mercenari», ha detto l’agenzia citando la fonte. Ha notato che l’LNA è stata così in grado di bloccare l’importante rotta che collega Tripoli e un’altra città strategicamente importante di Garyan, catturata dai sostenitori della PNS nel giugno dello scorso anno. È stato anche riferito che in precedenza si sono verificati scontri violenti in altre aree alla periferia di Tripoli, tra cui Ain Zare, Al-Ramla, Al-Hadbe e sull’autostrada che porta a Tripoli. Secondo la fonte, durante gli scontri, il nemico ha subito pesanti perdite di manodopera e attrezzature, molti mercenari che combattono dalla parte del governo di Tripoli dalla Siria sono stati catturati.

5. Afghanistan

Il portavoce del Pentagono Jonathan Hoffman ha affermato che l’unica soluzione alla situazione in Afghanistan sarebbe una soluzione politica al conflitto. «Stiamo cercando di ispirare e aiutare il governo afgano e i talebani a raggiungere un qualche tipo di accordo che porti pace», ha detto. Hoffman ha aggiunto che gli Stati Uniti si rallegrano della precedente decisione delle autorità afghane di liberare dalla prigione 900 sostenitori del movimento radicale. Hoffman ha detto che il ritiro delle truppe dall’Afghanistan continua, è puntuale, ma non ha nominato un numero specifico di truppe ritirate. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che avrebbe restituito le truppe statunitensi dall’Afghanistan entro un tempo ragionevole. Allo stesso tempo, Trump non ha specificato la data, ma ha notato che le truppe possono tornare in qualsiasi momento.

6. Afghanistan

Reuters, citando fonti tra funzionari statunitensi e funzionari della NATO, ha affermato che gli Stati Uniti ridurranno il numero di truppe in Afghanistan a 8,6 mila all’inizio di giugno a causa della pandemia di coronavirus. In precedenza, era previsto il ritiro delle truppe entro la metà di luglio. Fonti dell’agenzia riportano che il numero di truppe statunitensi in Afghanistan è già vicino a 8,6 mila e si osserva che il ritiro accelerato delle truppe è associato a una pandemia. Innanzitutto, il personale di supporto e quelli a rischio a causa del coronavirus lasciano il Paese del Medio Oriente.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […] Siria. El ataque contra los militares de los EE.UU. Александра Донцова 1.Siria. La agencia siria SANA informó que America había enviado los equipos militares adicionales al noreste de la provincia de Al-Hasaka para fortalecer las bases americanas. Se informa que un convoy con los vehículos […]
Наверх Наверх