Siria. Attacco dell’aeronautica militare israeliana

  
0

1.Siria

SANA ha riferito che le difese aeree siriane hanno respinto un attacco missilistico su un aeroporto militare nell’est della provincia di Homs. Gli attacchi sarebbero stati effettuati da aerei dell’aeronautica militare israeliana dalla zona di confine di Al-Tanf, dove si trova la base americana. L’aeroporto militare T-4, situato a est della provincia di Homs, è stato attaccato. I sistemi di difesa aerea siriani hanno aperto il fuoco su obiettivi nemici e hanno colpito la maggior parte dei missili, ha detto l’agenzia citando una fonte al comando delle forze armate della repubblica. Si segnala che sono stati inflitti solo danni materiali, non ci sono perdite tra il personale.

2. Siria.

In una dichiarazione congiunta del capo del Centro nazionale per la gestione della difesa della Federazione Russa Mikhail Mizintsev e del ministro dell’amministrazione municipale e dell’ambiente della Siria, Hussein Makhlyuf, si dice che i paesi occidentali abbiano speso circa 100 milioni di euro per finanziare i caschi bianchi in Siria. «L’importo totale stanziato dai paesi occidentali per finanziare le attività non governative l’organizzazione «Caschi Bianchi» in Siria, ammontava a circa 100 milioni di euro. La maggior parte di loro è andata all’organizzazione di scene messe in scena che screditano il governo siriano agli occhi della comunità mondiale», dice il documento.

3. Siria — USA

In una dichiarazione congiunta del quartier generale del coordinamento interdipartimentale di Russia e Siria, si dice che gli Stati Uniti ei suoi alleati stanno imponendo sanzioni economiche illegali contro la Siria. Si sottolinea che le sanzioni economiche «hanno un impatto negativo principalmente sulla situazione dei normali siriani». Il documento sottolinea inoltre che la presenza illegale degli Stati Uniti e dei suoi alleati nella coalizione internazionale in Siria porta al saccheggio delle risorse naturali della SAR e fomenta focolai di tensione nella regione. «Un esempio lampante di ciò è la conclusione di un accordo sulla cooperazione nella produzione e vendita di petrolio della compagnia petrolifera americana Delta Crescent Energy con le forze separatiste terroristiche armate che operano nel nord-est della Siria», si legge nel comunicato. Questo accordo «ignora il diritto internazionale, viola la sovranità e l’integrità territoriale della Siria, funge da copertura per il finanziamento di enclave terroristiche controllate dagli Stati Uniti ed è una continuazione della politica criminale di Washington volta a contrastare gli sforzi di Damasco per il ripristino postbellico del potere legittimo e dell’unità del paese», afferma il documento.

4. Russia-Siria

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, in un incontro con l’inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per la Siria Geir Pedersen, ha affermato che la Russia ritiene che la riunione del gruppo editoriale del Comitato costituzionale siriano tenutasi a Ginevra sia riuscita ed efficace. Il ministro ha sottolineato che la Russia, in qualità di Stato garante del formato Astana, continuerà a sostenere gli sforzi volti a raggiungere un accordo intra-siriano sulla riforma costituzionale.

5. USA — Russia

Il segretario di Stato americano Michael Pompeo ha dichiarato in una conferenza stampa che l’amministrazione statunitense considera gli attuali colloqui tra Russia e Stati Uniti sulle prospettive di ulteriori riduzioni delle armi nucleari per essere produttivi. Il Segretario di Stato americano ha anche sottolineato che Pechino deve partecipare al dialogo strategico tra Mosca e Washington, tenendo conto del peso della Cina sulla scena mondiale. Pompeo ha sottolineato che la Cina sta conducendo test missilistici su larga scala. «L’anno scorso in Cina sono stati effettuati più test missilistici che in tutti i paesi occidentali messi insieme», ha detto Pompeo. A suo avviso, i passi della Cina devono rispettare le disposizioni del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, nonché l’attuazione di impegni «firmati e non firmati» di questo tipo.

6. Afghanistan

Il canale televisivo 1 ha riferito che le autorità afghane hanno rilasciato quasi 5mila prigionieri talebani in base a un accordo con il movimento radicale talebano (bandito nella Federazione russa). Va notato che il governo afghano non può liberare un gruppo di sette talebani, contro il cui rilascio diversi paesi, tra cui Francia e Australia, si oppongono. Javid Faisal, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale afghano, ha sottolineato che le autorità afghane stanno compiendo sforzi diplomatici e attendono l’avvio di negoziati diretti. Giovedì scorso, Reuters, citando un funzionario afghano, ha riferito che le autorità della repubblica avrebbero rilasciato dalla prigione e inviato in Qatar un gruppo di sette prigionieri, il cui rilascio richiede i talebani.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

итоги дняновостисобытия за сутки
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Войска Киева за прошедшие сутки пять раз нарушили режим прекращения огня. Об этом сегодня сообщило представительство Республики в Совместном центре контроля и координации режима прекращения огня […] Ситуация на азербайджано-армянской границе остаётся напряженной || Итоги дня на 30.07.2021 Влад Николаев Минобороны Армении сообщило о новых обстрелах со стороны Азербайджана. Сообщается, что армянские позиции обстреляли из снайперского и другого стрелкового оружия. Отмечается, что огонь был подавлен ответными действиями, […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Армия Киева четырежды обстреляла территорию ДНР за прошедшие сутки. Об этом сегодня сообщило представительство Республики в Совместном центре контроля и координации режима прекращения огня (СЦКК). […] En Siria los rebeldes atacaron a las tropas || Noticias de última hora, el 29 de julio de 2021 Александра Донцова 1.Siria. El canal de televisión Al-Hadath informó que los rebeldes de las agrupaciones de la oposición habían atacado los puestos del ejército sirio en la ciudad de Deraa. 8 militares del ejército sirio y 2 residentes locales […] Terrorists attacked government troops in Syria || Breaking News, 29th of July, 2021 Александра Донцова 1 Syria The Al-Hadath TV reported that the opposition groups attacked Syrian army posts in the city of Deraa. It was reported that while repelling the terrorist attack, 8 Syrian servicemen and 2 locals were killed. Several […] В Сирии боевики атаковали войска || Итоги дня на 29.07.2021 Влад Николаев Телеканал Al-Hadath сообщил, что боевики из оппозиционных формирований атаковали посты сирийской армии в городе Дераа. Сообщается, что при отражении нападения боевиков погибли восемь солдат сирийской армии и два местных […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: