10 mila manifestanti sono detenuti negli Stati Uniti

  
0

1. Siria

L’ambasciata russa in Siria ha confermato la consegna di un gruppo di combattenti MiG-29 nella Repubblica araba siriana. «L’esercito siriano ha ricevuto un secondo gruppo di combattenti MiG-29 dalla Russia come parte della cooperazione militare e tecnica tra i nostri paesi. I siriani hanno già iniziato a svolgere missioni su questi aerei», ha affermato la missione diplomatica su Twitter. In precedenza, il 30 maggio, SANA ha riferito della consegna, citando fonti militari. L’agenzia ha riferito che la cerimonia di trasferimento dei combattenti si è svolta presso la base di Khmeimim, dopo di che sono stati inviati in vari campi di aviazione.

2. Siria

Il Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria ha riferito che i militari di Russia e Turchia hanno condotto la 15a pattuglia congiunta sull’autostrada M4 nella provincia di Idlib. Il percorso di pattugliamento fu esteso per la prima volta alla città di Basankul. «Per la prima volta, una pattuglia congiunta russo-turca si è recata all’insediamento di Basankul nella provincia di Idlib e ammontava a circa 30 km», ha detto il Centro. Pattuglie congiunte dalla parte russa hanno coinvolto due BTR-82A e un’auto blindata «Tigr». Il movimento della colonna dall’aria era controllato da veicoli aerei senza equipaggio delle forze aerospaziali russe. L’interazione tra le parti è stata effettuata attraverso il Centro comune di coordinamento.

3. Libia

Il canale televisivo Al Arabiya, citando fonti, ha affermato che il comandante dell’esercito nazionale libico, il maresciallo di campo Khalifa Haftar, ha richiesto l’applicazione delle disposizioni del trattato di difesa collettiva degli stati arabi per contrastare l’intervento militare turco in Libia. Haftar «ha chiesto all’Egitto di sostenerlo sulla scena internazionale per fermare l’invasione turca della Libia» e ha nuovamente invitato «ad applicare le disposizioni del trattato di difesa collettiva della Lega degli Stati arabi». Ha anche chiesto di revocare l’embargo sulla fornitura di armamenti dell’LNA, nonché di effettuare un monitoraggio internazionale per impedire l’ingresso di armi dalla Turchia in Libia, secondo quanto riferito dal canale. Il Cairo ha dichiarato il suo rifiuto di interferenze straniere negli affari libici e ha assicurato a Haftar che l’Egitto «non consentirà alcuna minaccia ai suoi confini occidentali». Haftar è arrivato al Cairo mercoledì con una visita senza preavviso per incontrare il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi e la direzione del dipartimento della difesa.

4. USA — Iran

Il Wall Street Journal, citando fonti tra i funzionari statunitensi e gli stati del Golfo, ha affermato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta cercando di convincere la leadership dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti ad aprire il loro spazio aereo per l’aviazione del Qatar. L’attuale crisi diplomatica nella regione impedisce agli Stati Uniti di esercitare una pressione sanzionatoria piena sull’Iran. Il divieto di ingresso dell’aeromobile del Qatar nello spazio aereo dei vicini arabi costringe questo stato a utilizzare lo spazio aereo dell’Iran, che è una fonte di rifornimento delle finanze di Teheran, che gli Stati Uniti intendono bloccare. Il giornale riferisce che Trump ha assunto il ruolo di mediatore nelle trattative e ha discusso personalmente questo problema durante le conversazioni telefoniche di questa primavera con il re dell’Arabia Saudita, Salman bin Abdul Aziz Al Saud e il principe ereditario Mohammed bin Salman Al Saud. Riyadh mostra ancora intransigenza.

5. USA

Sulla base dei propri calcoli, l’Associated Press ha riferito che il numero di manifestanti detenuti in molte città degli Stati Uniti dopo la morte di un afroamericano George Floyd per mano di un poliziotto a Minneapolis ha superato le 10 mila persone. Più di un quarto di tutte le detenzioni sono a Los Angeles. Poi arrivano New York, Dallas e Filadelfia. L’agenzia osserva che centinaia di manifestanti sono stati arrestati con l’accusa di furto o saccheggio. Circa 30 mila combattenti della Guardia Nazionale degli Stati Uniti in 31 stati e l’area metropolitana della Columbia aiutano le forze dell’ordine a mantenere l’ordine. In circa 40 città, tra cui Washington e New York, sono stati imposti i coprifuoco.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновости
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Military base of Turkey in Azerbaijan Александра Донцова 1 Armenia — Russia The press service of the Armenian Defense Ministry reported that during the recent telephone conversations, the heads of the Armenian and Russian Defense Ministries, Vagharshak Harutyunyan and Sergei […] Военная база Турции в Азербайджане. || Итоги дня 17.06.2021 Влад Николаев Пресс-служба Минобороны Армении сообщила, что главы Минобороны Армении и России Вагаршак Арутюнян и Сергей Шойгу во время телефонных переговоров обсудили дислокацию российских пограничников на границе с Азербайджаном в […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Вооруженные формирования Украины не открывали огонь в направлении  территории ДНР за прошедшие сутки. Об этом сегодня сообщили в Управлении Народной милиции Республики (СЦКК). «За прошедшие сутки […] Terrorists in Syria are planning provocations Александра Донцова 1 Syria The Russian Center for the Reconciliation of the Warring Parties in Syria reported that the terrorists of the ’Hayat Tahrir Al-Sham’ group are planning to fake a chemical attack in Idlib, and accuse the Syrian […] Los rebeldes tienen intenciones de realizar las provocaciones en Siria Александра Донцова 1.Siria. El Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso informó que los rebeldes de “Hayat Tahrir Al-Sham”, (la agrupación terrorista que está prohibida en la Federación de Rusia), tenían intenciones de […] Боевики в Сирии планируют провокации || Итоги дня 16.06.2021 Влад Николаев В российском Центре по примирению враждующих сторон в Сирии сообщили, что боевики запрещенной в РФ террористической группировки «Хайят Тахрир Аш-Шам» планируют инсценировать химическую атаку в Идлибе и обвинить […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: