Attacco missilistico alla periferia di Damasco

  
0

1.

Siria

Al Hadath ha riferito che gli attacchi missilistici sono stati effettuati dall’aeronautica israeliana nell’area di Seyyid-Zeynab vicino all’autostrada per l’aeroporto internazionale di Damasco in Siria. Secondo il canale, i razzi sono stati lanciati da chiatte israeliane nel Mar Mediterraneo. L’agenzia governativa siriana SANA ha riferito che l’esercito siriano ha risposto ai missili dei territori occupati e ha sparato su obiettivi aerei all’avvicinarsi di Damasco. L’agenzia chiarisce che uno dei missili lanciati verso Damasco è caduto nell’area del villaggio di Akraba, 20 chilometri a sud-est della capitale. È stato anche riferito che un aereo della difesa aerea siriana abbattuto sulla città di Jebl.

2.

Venezuela

Il ministro della difesa del Venezuela, Vladimir Padrino Lopez, ha twittato per l’attacco di un gruppo di opposizione venezuelana contro un’unità militare al confine con il Brasile. L’attacco ha ucciso almeno un membro delle forze armate. Gli aggressori hanno sequestrato parte dell’arma dalla parte, ma i militari l’hanno restituita e hanno arrestato diversi aggressori, che Lopez ha descritto come «settori estremisti dell’opposizione». Il ministro della difesa del Venezuela ha definito l’incidente un «attacco terroristico». Ha aggiunto che i detenuti sono stati interrogati e che è stato organizzato un inseguimento per coloro che sono fuggiti.

3.

Donbass

Parte degli elenchi per lo scambio di prigionieri nel Donbass è già stata concordata, ha affermato il ministro degli Esteri ucraino Vadim Pristayko. Tuttavia, al fine di raccogliere tutti quelli detenuti, è necessario perfezionare le liste, ha sottolineato. «La domanda sorge spontanea: scambiali subito o cerca di finalizzare le liste e raccogliere tutti, dal momento che vogliamo restituire il numero massimo di persone alle loro famiglie prima del nuovo anno», ha detto Pristayko in un’intervista a Ukrinform. Il ministro ha anche aggiunto che i coordinatori dell’OSCE hanno deciso di immediatamente tenere una videoconferenza per completare il lavoro sugli elenchi per lo scambio.

4.

Iraq

Il canale televisivo Al Arabiya ha riferito che un’esplosione è avvenuta lunedì nell’Iraq occidentale nella provincia di Anbar di Al Qa’im. Secondo il canale, a seguito del bombardamento di un’autobomba, due militari iracheni sono stati uccisi e un altro ufficiale è rimasto ferito.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Haut-Karabakh. De violents combats Александра Донцова 1.Haut-Karabakh Le ministère azerbaïdjanais de la Défense a annoncé que les opérations militaires se sont poursuivies dans trois directions dans la zone du conflit du Haut-Karabakh tout au long de lundi et mardi soir. […] Bergkarabach. Schwere Kämpfe Александра Донцова 1. Bergkarabach Das aserbaidschanische Verteidigungsministerium erklärte, dass die Militäroperationen in der Zone des Bergkarabach-Konflikts am Montag und in der Nacht zum Dienstag in drei Richtungen fortgesetzt wurden. […] Nagorno-Karabakh. Combattimenti duri Александра Донцова 1. Nagorno-Karabakh Il ministero della Difesa azero ha riferito che le operazioni militari sono continuate in tre direzioni nella zona del conflitto del Nagorno-Karabakh per tutta la notte di lunedì e martedì. «Durante […] Nagorno-Karabakh. Heavy fighting. Александра Донцова 1 Nagorno-Karabakh The Azerbaijani Defense Ministry reported that the military operations continued in 3 directions in the Nagorno-Karabakh conflict zone from Monday till Tuesday night. «The fighting in Agder-Agdam, […] Nagorno-Karabaj. Combates violentos Александра Донцова 1. Nagorno-Karabaj. El Ministerio de Defensa de Azerbaiyán informó que el lunes y el martes por la noche continuaban las hostilidades en las direcciones Agdere-Agdam, Fizuli-Hadrut-Jebrail y Gubadly-Zangilan, en la zona del […] Nagorno-Karabaj. La violación de la tregua Александра Донцова 1. Azerbaiyán. Ilham Aliyev, el presidente de Azerbaiyán, acusó a Armenia de haber violado la tregua humanitaria temporal, que se había alcanzado el 17 de octubre. El 18 de octubre, los lugares poblados y las posiciones de […]
Наверх Наверх