Erdogan ha accusato la Russia di civili in sciopero

  
0

1. Siria

L’agenzia SANA, citando una fonte delle forze armate siriane, ha riferito che l’esercito siriano ha confermato informazioni precedenti su un elicottero abbattuto martedì. «Uno dei nostri elicotteri da combattimento è stato colpito da un missile nemico in volo sopra la regione di Nairab, nel sud della provincia di Idlib, dove operano organizzazioni terroristiche sostenute dalla Turchia», ha detto la fonte alla SANA. L’equipaggio a due piloti è morto.

2. Siria

Il segretario di Stato americano Michael Pompeo sulla sua pagina Twitter ha dichiarato che il rappresentante speciale degli Stati Uniti per la Siria James Jeffrey andrà in Turchia per coordinare la risposta di Ankara e Washington al bombardamento dell’esercito turco da parte dell’esercito siriano. Ha chiesto la fine degli attacchi a Idlib, che, secondo Pompeo, sono stati perpetrati da Siria e Russia. Una dichiarazione rilasciata dal Ministero della Difesa Nazionale della Turchia riportava la neutralizzazione di 51 truppe siriane a Idlib. In un’intervista con l’Associated Press, il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha dichiarato che Damasco ha preso il controllo di quattro dei 12 posti di osservazione turchi nella provincia di Idlib. Akar ha sottolineato che Ankara non intende ritirarsi dalle sue posizioni in Idlib. L’agenzia SANA cita una dichiarazione del comando dell’esercito siriano secondo cui «le forze armate siriane continuano a svolgere i loro compiti costituzionali e nazionali e sono pronte a rispondere agli attacchi delle forze di occupazione turche».

3. Siria

Sky News Arabia ha riferito che mercoledì la Turchia ha inviato ulteriori unità militari in Siria, che all’alba ha attraversato il confine siriano e si è diretta verso le regioni occidentali della provincia di Aleppo. Secondo il canale, l’esercito turco sta creando un nuovo punto di osservazione, che sarà situato sulla strada tra gli insediamenti di Atarib e Al-Jin.

4. Turchia-Russia

Il presidente russo Vladimir Putin al telefono ha discusso con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan vari aspetti dell’insediamento siriano, anche nel contesto dell’aggravamento della situazione nella zona di de-escalation di Idlib. «È stata rilevata l’importanza della piena attuazione degli accordi russo-turchi esistenti, compreso il memorandum di Sochi del 17 settembre 2018», ha affermato il servizio stampa del Cremlino. Le parti hanno concordato di condurre ulteriori contatti attraverso i servizi competenti. I negoziati sono stati avviati dalla parte turca. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha riferito mercoledì che la delegazione turca intende recarsi in Russia nei prossimi giorni per discutere della situazione nella provincia siriana di Idlib.

5. Turchia

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha suggerito mercoledì che i militari russi e siriani stanno prendendo di mira i civili nella provincia di Idlib, non i terroristi. «La Turchia non tollererà più alcuna violazione del cessate il fuoco a Idlib», ha detto Erdogan e ha aggiunto che d’ora in poi «gli insediamenti offensivi a Idlib non saranno più in grado di operare liberamente, come era prima». Il presidente turco ha anche affermato che 14 soldati turchi sono morti a seguito di due bombardamenti di posizioni delle forze armate della repubblica nella provincia siriana di Idlib. Erdogan ha confermato la possibilità di conversazioni telefoniche con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sulla situazione nella provincia siriana di Idlib. Un portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha dichiarato in risposta alle accuse di Erdogan che l’esercito siriano di Idlib sta attaccando i terroristi e il loro obiettivo è quello di neutralizzare le attività aggressive dei gruppi terroristici.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Explosion an der syrisch-israelischen Grenze Александра Донцова Die libanesische Nachrichtenagentur NNA berichtete, dass in den Golanhöhen nahe der syrisch-israelischen Grenze eine gewaltige Explosion stattgefunden habe. „Die Bewohner einiger Siedlungen im Distrikt Marjayoun (Südlibanon) […] Esplosione al confine siro-israeliano Александра Донцова L’agenzia nazionale libanese NNA ha riferito che una potente esplosione è avvenuta sulle alture del Golan vicino al confine siro-israeliano. «I residenti di alcuni insediamenti nel distretto di Marjayoun (Libano […] La explosión en la frontera entre Siria e Israel Александра Донцова La agencia nacional libanesa NNA informó que se había producido una explosión en las Alturas del Golán, cerca de la frontera entre Siria e Israel. Los residentes de los lugares ponblados situados en el distrito de Marjayoun […] Explosion à la frontière israélo-syrienne Александра Донцова Une puissante explosion s’est produite sur le plateau du Golan, près de la frontière syro-israélienne, selon l’agence nationale libanaise NNA. «Les habitants de certaines colonies du district de Marjayoun (sud du […] An explosion on the Syrian-Israeli border Александра Донцова The Lebanese national news agency »NNA» reported that a strong explosion took place in the Golan Heights, near the Syrian-Israeli border. «Residents of some settlements in the Marjayoun district, in south of […] Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […]
Наверх Наверх