Esplosione nel siriano Ras Al Ain

  
0

1.

Siria

L’agenzia siriana SANA riferisce che un’autobomba è esplosa nel villaggio di Al Ahras nelle vicinanze di Ras Al Ain. A seguito dell’esplosione, i mercenari turchi furono uccisi e feriti. Fonti dell’agenzia hanno affermato che dopo l’esplosione, le forze turche «e i loro mercenari hanno aperto casualmente il fuoco su edifici residenziali e arrestato gli abitanti del villaggio».

2.

Golfo Persico

Il ministro della Difesa iraniano Amir Khatami ha affermato che la presenza delle forze statunitensi nella regione del Golfo costituisce una minaccia per la sicurezza dell’Iran. «La presenza illegale di americani è una minaccia alla sicurezza nel Golfo Persico», ha detto l’agenzia ISNA al Khatami. Il ministro ha sottolineato che «gli Stati Uniti si sono avvicinati ai confini dell’Iran da un’altra parte del mondo». Questa reazione ha seguito l’incidente nel Golfo Persico, quando l’USA e Il Corpo delle guardie della rivoluzione islamica si sono avvicinati. In precedenza, il servizio stampa della Quinta Flotta della Marina degli Stati Uniti riferì che le navi militari del Corpo di Guardia della rivoluzionaria islamica effettuarono pericolose manovre vicino a diverse navi da guerra statunitensi nel Golfo Persico.

3.

Giappone

Il canale televisivo NHK riferisce che la ridistribuzione della base aerea di marina statunitense Futamma da un’area della prefettura giapponese meridionale di Okinawa a un’altra è stata sospesa a tempo indeterminato a causa del coronavirus. Si noti che uno dei dipendenti del dipartimento responsabile di lavori in serie nella zona di trasferimento della struttura militare è stato infettato dal coronavirus. Saranno attuate misure di disinfezione. Il ministro della Difesa giapponese Taro Kono ha affermato che la situazione di pandemia non dovrebbe influenzare il piano di ricollocazione iniziale. Secondo lui, non sono previsti cambiamenti nel piano di lavoro, incluso nella sua parte progettuale. L’agenzia Kyodo riferisce che il lavoro dovrebbe riprendere già questo fine settimana dopo tutti i controlli necessari.

4.

India-Russia

L’ambasciatore russo in India, Nikolai Kudashev, ha dichiarato che l’India fornirà alla Russia «fino a 100 milioni di compresse di idrossiclorochina in quantità diverse. Ha anche concesso in licenza forniture al mercato russo e alle istituzioni mediche russe di paracetamolo». L’ambasciatore ha aggiunto che «l’offerta di questi fondi, di cui la Russia ha davvero bisogno, inizierà nel prossimo futuro: tra fine aprile e inizio maggio». Kudashev ha sottolineato che questo passaggio testimonia l’alto livello di relazioni tra i due paesi. Ha affermato che la questione della fornitura di medicinali è stata discussa durante una conversazione telefonica tra il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro indiano Narendra Modi.

5.

Russia-Cina

La televisione centrale cinese ha riferito che il presidente russo Vladimir Putin e il presidente cinese Xi Jinping hanno tenuto una conversazione telefonica giovedì sera, durante la quale il presidente cinese ha affermato che Russia e Cina dovrebbero resistere alla politicizzazione della pandemia e alle «etichette sospese». Xi Jinping ha anche affermato che la Cina continuerà a fornire un forte sostegno e assistenza alla Russia nella lotta contro la diffusione del coronavirus. Il presidente della RPC ha ricordato che il governo cinese ha inviato a Mosca un gruppo di esperti medici che «stanno attualmente lavorando attivamente e scambiando esperienze con la parte russa».

6.

Gli Stati Uniti

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha affermato che le autorità statunitensi si stanno imbarcando in una «scoperta del paese» — la graduale revoca delle restrizioni sanitarie imposte dal nuovo coronavirus. Trump ha anche affermato che il governo federale ha dato raccomandazioni ai governatori statali per la graduale revoca delle restrizioni sanitarie. Il piano di amministrazione degli Stati Uniti prevede tre fasi sulla strada per ripristinare la «vita economica». I governatori statali saranno in grado di decidere quando rimuovere le restrizioni.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWSф

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

L’UE ne reconnaît pas la légitimité de Loukachenko Александра Донцова 1 Libye Le chef du groupe terroriste de Daech (interdit en Russie) en Afrique du Nord, Abu Abdullah al-Iraqi, a été éliminé par l’Armée nationale libyenne lors d’une opération spéciale le 15 septembre, a relate […] Die EU erkennt Lukaschenkas Legitimität nicht an Александра Донцова 1. Libyen Die Nachrichtenagentur TASS berichtete unter Berufung auf eine Quelle der libyschen Nationalarmee, Feldmarschall Chalifa Haftar, dass der Führer der Terroristengruppe Islamischer Staat (IS, in Russland verboten) in […] L’UE non riconosce la legittimità di Lukashenko Александра Донцова 1 Libia L’agenzia di stampa TASS, citando una fonte dell’esercito nazionale libico, il feldmaresciallo Khalifa Haftar, ha riferito che il leader del gruppo terroristico dello Stato islamico (ISIS, bandito in […] La UE no reconoce la legitimidad de Lukashenko. Александра Донцова 1 Libia TASS con referencia a la fuente en el Ejército Nacional de Libia encabezado por Khalifa Haftar, informó que Abu Abdullah al-Iraqui, el líder del “Estado Islámico” (la agrupación terrorista que está prohibida en la […] The EU does not recognize Lukashenko’s legitimacy Александра Донцова 1 Libya The TASS reported while citing a source in the Libyan National Army, headed by Field Marshal Khalifa Haftar, that according to a local investigation — the head of the ISIS in North Africa, Abu Abdullah al-Iraqi, […] Новости на 16:00 24 сентября 2020 года Влад Николаев Пресс-секретарь МВД Белоруссии Ольга Чемоданова сообщила, что в Белоруссии в среду было зафиксировано 59 протестных акций в которых участвовали около 5 тыс. человек. Сообщается, что сотрудники правоохранительных органов […]
Наверх Наверх