Gli Stati Uniti addestrano militanti in Siria

  
0

1. Siria

Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che ventisette militanti si sono arresi all’esercito siriano. I militanti furono catturati nella notte tra il 13 e il 14 aprile quando tentarono di uscire dalla zona di At-Tanf. I militanti hanno pianificato di arrendersi alle truppe governative e tornare alla vita civile. Al confine della zona di sicurezza di 55 chilometri, furono attaccati da un distaccamento di bande radicali controllate dagli Stati Uniti. I militanti arresi hanno detto che si stavano addestrando nelle forze armate statunitensi. «Gli istruttori statunitensi li hanno addestrati a compiere sabotaggi contro petrolio e gas e infrastrutture di trasporto, nonché a organizzare attacchi terroristici in territorio controllato dalle forze governative siriane».

2. Iraq

Il telecanale curdo Rudaw ha riferito che l’aeronautica turca ha attaccato i rifugi dei membri del Partito dei lavoratori del Kurdistan in Iraq. Un attacco aereo è stato effettuato nelle vicinanze del villaggio di Mahmur, 60 km a sud-ovest di Erbil, tre donne sono state uccise a seguito dello sciopero. Anche le fortificazioni del Partito dei lavoratori del Kurdistan nella regione di Ravanduz, 110 km a nord-est di Erbil, furono bombardate. Durante l’attacco aereo furono distrutte due torri di telecomunicazione.

3.USA

Il quinto servizio stampa della flotta di USA, basato sul Bahrein, ha dichiarato su Twitter che «11 navi del Corpo di Guardia Rivoluzionaria Islamica hanno collegamenti ripetutamente pericolosi con diverse navi della Marina degli Stati Uniti che svolgono missioni in acque internazionali nel nord del Golfo Persico». È stato riferito che le navi iraniane si sono avvicinate agli americani a una distanza massima di nove metri. Il servizio stampa della Quinta Flotta ha pubblicato video e fotografie che mostrano come diverse imbarcazioni si muovono vicino alle navi della Marina degli Stati Uniti.

4. Serbia

Il ministero della Difesa russo ha riferito che esperti militari russi hanno esaminato e partecipato al trattamento di 28 nuovi tipi di coronavirus infetti nella città di Nis. Inoltre, esperti russi hanno valutato e analizzato la situazione epidemiologica nelle istituzioni mediche delle città di Pancevo e Subotica. I medici militari della Federazione Russa hanno consigliato la direzione e gli specialisti dell’Accademia militare del Ministero della Difesa della Serbia, dove è stato distribuito un centro di accoglienza dei pazienti, e hanno formulato raccomandazioni sull’organizzazione dell’accoglienza e lo smistamento dei pazienti in arrivo.

5. Giappone

Le autorità giapponesi hanno esteso l’emergenza a causa della pandemia di coronavirus in tutto il paese fino al 6 maggio. Questa decisione è stata presa giovedì in una riunione del quartier generale del governo sulle misure contro la diffusione dell’infezione. «Esortiamo la gente del paese a non uscire di casa senza un’emergenza, vi chiediamo anche di astenervi dal viaggiare durante le vacanze», ha dichiarato il Primo Ministro Shinzo Abe alla riunione. La modalità di emergenza è iniziata l’8 aprile a Tokyo e nelle prefetture adiacenti di Kanagawa, Saitama e Chiba, Osaka e Hyogo, nel sud-ovest dell’isola principale giapponese di Honshu e nella prefettura di Fukuoka sull’isola di Kyushu.

6. Donbass

Oggi nel 2020 ha avuto luogo il primo scambio di persone trattenute tra Kiev e le repubbliche del Donbass. Lo scambio di prigionieri tra la Repubblica popolare di Donetsk e Kiev ha avuto luogo nell’area del checkpoint Mayorsk-Gorlovka nella regione di Donetsk. Dieci persone tornarono nella repubblica, nove furono trasferite in Ucraina. Lo scambio tra Lugansk e Kiev ha avuto luogo nell’area del ponte vicino all’insediamento di Sciastie. Lugansk ha trasferito 11 persone, Kiev — quattro. Quattro persone detenute da Kiev si sono rifiutate di scambiarsi, perché le loro case e famiglie si trovano nel territorio controllato da Kiev.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на вечер 23 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске во Дворце независимости состоялась церемония инаугурации президента Белоруссии. Об этом сообщает агентство БелТА. На церемонии присутствовали несколько сотен человек, в том числе высшие должностные лица страны, […] Новости на 16:00 23 сентября 2020 года Влад Николаев В Минске во Дворце независимости состоялась церемония инаугурации президента Белоруссии. Об этом сообщает агентство БелТА. На церемонии присутствовали несколько сотен человек, в том числе высшие должностные лица страны, […] Новости на 12:00 23 сентября 2020 года Влад Николаев Официальный представитель МИД КНР Ван Вэньбинь заявил, что Китай поддерживает предложенную президентом России Владимиром Путиным инициативу о заключении международного соглашения о запрете размещения вооружений в космосе. […] Главное на утро 23 сентября 2020 года Влад Николаев Во вторник в столице Болгарии Софии прошла массовая акция протеста под названием «Великое народное восстание — 3», в которой приняли участие несколько тысяч человек из разных городов страны. Протестующие уже […] Cessez-le-feu en Libye Александра Донцова 1.Russie-Turquie-Libye Le ministre russe des Affaires étrangères, Sergueï Lavrov, a déclaré que la Russie et la Turquie travaillaient à un accord sur un règlement libyen, qui pourrait aider à introduire un cessez-le-feu en […] Waffenstillstand in Libyen Александра Донцова 1. Russland – Türkei – Libyen Der russische Außenminister Sergej Lawrow sagte, Russland und die Türkei arbeiten an einem Abkommen zur Lösung des Konflikts in Libyen, das dazu beitragen könnte, den Waffenstillstand in Libyen […]
Наверх Наверх