Gli Stati Uniti e Unione Europea stanno preparando sanzioni contro la Russia

  
0

I rappresentanti degli Stati Uniti e dell’UE sono vicini a concordare sanzioni contro la Russia in risposta all’incidente con la detenzione di marinai e navi ucraine nello stretto di Kerch, secondo Interfax, citando il quotidiano del Financial Times. Secondo le fonti diplomatiche della pubblicazione, questo problema dovrebbe essere discusso il 18 febbraio dai ministri degli esteri dell’UE. Misure restrittive possono essere introdotte entro i prossimi due mesi. Come previsto, le sanzioni saranno prese nei confronti di «individui e società» che sono direttamente collegati all’incidente con le navi ucraine. Il canale televisivo britannico Sky News, citando fonti, riferisce che «la Gran Bretagna ei suoi numerosi alleati dell’UE stanno cercando nuove misure restrittive che saranno annunciate dall’Unione europea nelle prossime settimane».

2. Cina-Venezuela

Rapporti di colloqui tra diplomatici cinesi e l’opposizione venezuelana sul debito venezuelano della Cina e garanzie di investimenti cinesi nell’economia del paese sono fabbricati, riferisce TASS con riferimento alla dichiarazione del portavoce del ministero degli esteri della Cina Hua Chunying. «Tutto il rapporto preparato è falso, alcuni media hanno recentemente prodotto informazioni, e per me rimane un mistero per quale scopo», ha detto il diplomatico. In precedenza, il Wall Street Journal ha riferito che nelle ultime settimane, a Washington, si sono svolti negoziati tra diplomatici cinesi e rappresentanti del leader dell’opposizione venezuelana Juan Guaydo.

3. Siria

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha confermato che lunedì Israele ha lanciato attacchi contro obiettivi iraniani in Siria. L’ha definita parte del «lavoro per contenere l’Iran», che Israele «conduce costantemente», riferisce TASS, citando Radio Kan. L’11 febbraio è stato riferito che un ospedale nel Quneitra siriano è stato distrutto da un incendio di carri armati israeliani, e un osservatorio è stato anche attaccato.

4. Stati Uniti

Il vice segretario alla Difesa per i problemi nucleari Peter Fent, nel corso di una conferenza sulla deterrenza nucleare, ha affermato che l’arsenale nucleare statunitense, e in particolare la testata, ha bisogno di modernizzazione, riferisce TASS. «È giunto il momento di coordinare gli sforzi dei ministeri della difesa e dell’energia per creare testate nucleari manovrabili, universali e migliorate entro il 2040», ha detto il Defender News. Se ciò non viene fatto, ha osservato il contrammiraglio in pensione, gli Stati Uniti «rischiano di non essere in grado di tenere il passo con lo sviluppo tecnologico di potenziali avversari».

5. Macedonia

La NATO si aspetta che la procedura per la ratifica del protocollo sull’adesione della Macedonia settentrionale richieda circa un anno, il completamento delle procedure e la piena adesione è prevista per la prossima primavera, ha detto ai giornalisti un funzionario dell’alleanza mercoledì. «Ci aspettiamo che la ratifica del protocollo, che è stato firmato con la Macedonia, durerà circa 12 mesi, fino a quando tutti i parlamenti non porteranno avanti questa procedura, quindi prevediamo la piena adesione la prossima primavera», RIA Novosti riporta le parole del funzionario. Con il completamento del processo di ratifica del protocollo di adesione della NATO da parte di tutti i 29 Stati membri della NATO, il paese con il nuovo nome costituzionale — Macedonia settentrionale — diventerà un membro a tutti gli effetti della NATO con il diritto di voto su tutte le decisioni dell’Alleanza.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: