Gli Stati Uniti stanno preparando un’invasione del Venezuela

  
0

Gli Stati Uniti intendono chiedere al Consiglio di sicurezza dell’ONU questa settimana di votare sul progetto di risoluzione, che chiede di consentire l’ingresso di aiuti umanitari in Venezuela, ha riferito Interfax, citando la dichiarazione del rappresentante speciale degli Stati Uniti per il Venezuela, Elliott Abrams. A sua volta, il rappresentante permanente della Russia presso l’ONU, Vasily Nebenzya, ha proposto di prendere in considerazione il progetto di dichiarazione sul Venezuela, il cui contenuto sarà simile alla dichiarazione precedentemente approvata dagli Stati Uniti su Haiti, dove la situazione è quasi la stessa. Nebenzya ha ricordato che il testo di questa risoluzione era preoccupato per i disordini e la morte dei civili e che i cittadini di Haiti hanno bisogno di esprimere la loro posizione con mezzi pacifici. È stata anche rilevata la disponibilità del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a «lavorare con il popolo e il governo di Haiti per raggiungere la sicurezza e la prosperità». Infine, il testo afferma che tutte le parti devono dimostrare buona volontà per risolvere problemi politici e socioeconomici.

2. Stati Uniti-Venezuela

Washington non ha intenzione di condurre un’operazione militare contro il Venezuela, ha detto il rappresentante speciale degli Stati Uniti Elliott Abrams. Secondo lui, gli Stati Uniti intendono «usare la diplomazia, la pressione economica e politica». In particolare, gli Stati Uniti prevedono di espandere l’elenco delle sanzioni contro il Venezuela. Si prevede che le sanzioni vengano imposte a «membri di alto rango del regime e persone coinvolte nei loro affari finanziari», riferisce RIA Novosti. Ricordiamo, il segretario del Consiglio di sicurezza della Russia Nikolai Patrushev ha detto che gli Stati Uniti stanno trasferendo l’esercito a Porto Rico e in Colombia, perché stanno preparando un’invasione del Venezuela.

3. Vietnam

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il leader della Corea del Nord Kim Jong-un inizieranno un incontro di due giorni nella capitale del Vietnam, Hanoi, secondo quanto riportato da Interfax. Questo è il secondo vertice US-Corea del Nord, progettato per dare nuovo slancio ai risultati del loro primo incontro a Singapore lo scorso giugno. A giudicare dalle dichiarazioni delle parti fatte dopo di esso, dall’attuazione degli accordi di Singapore, le parti comprendono a loro modo. Pyongyang calcolò che, in risposta alle sue azioni concrete nel campo dell’abbandono del programma missilistico nucleare, lo smantellamento delle sue installazioni nucleari e missilistiche avviate dagli Stati Uniti sarebbe stato seguito da misure di allentamento e misure volte a firmare un trattato di pace dopo la guerra di Corea del 1950-53. La Corea del Nord si aspettava inoltre solide garanzie di sicurezza dagli Stati Uniti, che potrebbero includere una riduzione della presenza militare statunitense in Corea del Sud. A sua volta, Washington afferma che il ritiro del regime di sanzioni dalla Corea del Nord e la firma di un trattato sono possibili solo dopo aver raggiunto la denuclearizzazione finale, irreversibile e verificabile della Corea del Nord.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Damas va récuperer la souveraineté sur des territoires Александра Донцова 1 Kazakhstan La déclaration finale de la rencontre internationale sur la Syrie à Noursoultan dit que les pays-garants du processus d’Astana – la Russie, la Turquie et l’Iran – ont rejeté des initiatives visant la création […] Damaskus will die Souveränität über die Gebiete wiedererlangen Александра Донцова 1. Kasachstan In der Abschlusserklärung zum internationalen Syrien-Treffen in Nur Sultan hieß es, dass die Schutzmächte des Astana-Prozesses – Russland, die Türkei und der Iran – die Initiative zur Schaffung unter dem […] Damasco intende riconquistare la sovranità sui territori Александра Донцова 1.Kazakistan La dichiarazione finale sull’incontro internazionale sulla Siria a Nur Sultan afferma che i paesi garanti del processo di Astana Russia, Turchia e Iran hanno respinto l’iniziativa di creare un […] Damasco tiene intenciones de recuperar la soberanía sobre los territorios Александра Донцова 1.Kazajstán Después de la reunión internacional sobre Siria celebrada en Nur Sultan, los países garantes del proceso de Astaná, en particular, Rusia, Turquía e Irán rechazaron la iniciativa de crear un gobierno autónomo en […] Damascus intends to regain the sovereignty over the territories Александра Донцова 1 Kazakhstan The final statement on the international meeting on Syria in the city of Nur Sultan states the following: The guarantor countries of the Astana process — Russia, Turkey and Iran — rejected the […] Sommet dans le format Normandie Александра Донцова 1 Suisse Le comité exécutif de l’Agence mondiale antidopage a unanimement adopté la recommendation du comité de l’organisation de priver l’Agence russe antidopage du statut de conformité au Code mondiale antidopage. Notre […] Gipfel des Normandie-Quartetts Александра Донцова 1. Schweiz Das Exekutivkomitee der Welt-Anti-Doping-Agentur (WADA) nahm einstimmig die Empfehlung des Organisationskomitees an, der russischen Anti-Doping-Agentur (RUSADA) die Einhaltung des Welt-Anti-Doping-Kodex zu […] Vertice dei Quattro Normanni Александра Донцова 1.Svizzera Il Comitato esecutivo dell’Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha adottato all’unanimità la raccomandazione del comitato dell’organizzazione di privare l’Agenzia russa antidoping (RUSADA) del […] La cumbre del “cuarteto de Normandia” Александра Донцова 1.Suiza El Comité Ejecutivo de la Agencia Mundial Antidopaje (WADA) aceptó por unanimidad la recomendación del comité de la organización en virtud de la cual la Agencia Antidopaje Rusa (RUSADA) no cumplía las normas del […]
Наверх Наверх