Impianti americani in Siria

  
0

1. Siria

L’agenzia governativa siriana SANA ha riferito che un convoglio di attrezzature pesanti americane ha attraversato il confine tra Iraq e Siria domenica ed è entrato nella provincia settentrionale di Hasek. Un convoglio di 50 auto è entrato in Siria attraverso un checkpoint vicino al villaggio di Al-Valid. La maggior parte dei veicoli erano carichi di materiali da costruzione e serbatoi di carburante. La colonna è stata scortata da diversi SUV da combattimento dell’esercito Hummer. L’agenzia riferisce che tutte le attrezzature sono state inviate nella regione petrolifera della Siria nord-orientale.

2. Venezuela — USA

Il ministro degli Esteri venezuelano Jorge Arreasa ha dichiarato che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ammesso che il suo paese aveva inventato una scusa per invadere l’Iraq nel 2003. In precedenza, Donald Trump ha accusato l’ex capo del Dipartimento di Stato Colin Powell che è stato a causa della sua retorica che gli Stati Uniti sono diventati partecipanti ai conflitti in Medio Oriente. «Questo è il riconoscimento del presidente degli Stati Uniti che il suo paese e le forze armate hanno provocato una guerra mentendo e creando false pretese. Hanno ucciso più di un milione di persone, distruggendo l’intero paese. È senza dubbio un crimine contro l’umanità», ha scritto il ministro degli esteri venezuelano sulla sua pagina in Twitter.

3. Libia — Russia

Un commento diffuso lunedì dal dipartimento di informazione e stampa del ministero degli Esteri russo ha dichiarato che Mosca si aspetta che le autorità di Tripoli rispondano prontamente all’iniziativa di pace del Cairo in Libia. Il vice ministro degli Esteri Mikhail Bogdanov ha affermato che Mosca considera l’iniziativa del Cairo sulla Libia come base per l’avvio di un serio processo politico. Sabato al Cairo, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha incontrato il comandante dell’esercito nazionale libico, Khalifa Haftar, e il capo della Camera dei rappresentanti, seduto nella Libia orientale, Akila Saleh. In una conferenza stampa congiunta, il presidente egiziano ha annunciato l ‘»iniziativa del Cairo», che prevede un cessate il fuoco in tutta la Libia dall’8 giugno e le condizioni di un accordo politico.

4. Turchia

Il capo del segretariato dell’industria della difesa turca, Ismail Demir, ha dichiarato in un’intervista a NTV che la Russia e la Turchia avevano concordato in linea di principio di fornire un secondo set di sistemi di difesa aerea S-400. Abbiamo un accordo principale per la fornitura di un secondo set di S-400. Lavoro tecnico rimanente sul trasferimento di tecnologia, dettagli sulla coproduzione, una tabella di marcia «, ha detto Demir. La Turchia intende commissionare l’S-400, nonostante il ritardo dovuto alla pandemia di coronavirus. Demir ha detto che Ankara» è interessata alle proposte di sistemi di difesa aerea Patriot ed Eurosam «.

5. Giappone

Il quotidiano Yomiuri, citando fonti del ministero degli Esteri giapponese, riferisce che i ministri degli esteri dei Sette stanno sviluppando una dichiarazione congiunta, che suggerisce che Pechino dovrebbe riconsiderare la decisione di preparare un disegno di legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong. Il documento dovrebbe inoltre invitare la leadership cinese a rispettare il principio di «un paese — due sistemi» in vigore in relazione a questa regione amministrativa speciale della RPC. L’iniziatore della dichiarazione congiunta è il Giappone.

6. Germania

Il rappresentante del gabinetto tedesco, Steffen Seibert, ha affermato che il governo tedesco non ha ricevuto informazioni ufficiali da Washington sui piani di ritiro di parte delle truppe dal paese. Il rappresentante del ministero degli Esteri tedesco, Christopher Burger, ha aggiunto che «c’è unità nel governo», che dovrebbe continuare la stretta cooperazione nel quadro della NATO e con gli Stati Uniti sulle questioni di politica di sicurezza. Ha aggiunto che Berlino ritiene che la NATO sia una parte importante della sicurezza della Germania e dell’Europa. In precedenza, i media americani hanno riferito che il presidente americano Donald Trump ha in programma di rimuovere 9,5 mila da quasi 35 mila impiegati americani dalla Germania.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновости
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Shooting in a school in Kazan Александра Донцова 1 Russia A school-shooting took place in the city of Kazan. The press service of the President of Tatarstan reported that 9 people were killed: 7 children and 2 adults. The Telegram channel of the Ministry of Education […] Un tiroteo en la escuela de Kazán Александра Донцова 1.Rusia. El tiroteo tuvo lugar en una de las escuelas de Kazán. El servicio de prensa del presidente de Tartarstán informó que 9 personas (7 niños y 2 adultos) habían muerto, 21 personas fueron heridas. 18 niños están en la […] Стрельба в школе в Казани || Итоги дня 11.05.2021 Влад Николаев В одной из школ Казани произошла стрельба. Пресс-служба президента Татарстана сообщила, что погибли девять человек: семеро детей и двое взрослых. Как сообщается в Telegram-канале Минпросвещения, пострадал 21 человек. […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика За прошедшие сутки огневых провокаций со стороны Вооруженных формирований Украины не зафиксировано. Об этом сообщили в Представительстве Донецкой Народной Республики в Совместном центре по […] Kirguistán acusó a Tayikistán de intervención militar Александра Донцова 1.Buenos días, en el aire estoy yo, Svetlana Borónina, voy a presentarles noticas especiales de ANNA News. 2. Kirguistán consideró el conflicto en la frontera con Tayikistán, que tuvo lugar el 29 de abril, como una invasión […] Kyrgyzstan accused Tajikistan of military intervention Александра Донцова This is a special program from the ’ANNA NEWS’. I am Constantine Reztsov. Kyrgyzstan consider the conflict on the border with Tajikistan, which took place on 29th of April, as an invasion of the Tajik military with the aim of […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: