Israele ha attaccato Hamas

  
0

1.
Siria
Il contrammiraglio Alexander Shcherbitsky, capo del Centro russo per la riconciliazione delle parti in guerra, ha affermato che il comando del gruppo russo in Siria si riserva il diritto di rispondere agli attacchi dei militanti che minacciano i militari della Federazione Russa, della Siria e dei civili. Shcherbitsky ha detto che i militanti delle organizzazioni terroristiche stanno bombardando le posizioni delle forze governative in Siria, cercando di attaccare la base aerea russa «Khmeimim» utilizzando veicoli aerei senza pilota e sistemi di razzi a lancio multiplo a raggio esteso. Il comando delle forze armate russe e delle forze armate siriane è costretto ad adottare misure per neutralizzare la minaccia terroristica. «La presenza illegale del contingente militare americano nel Trans-Eufrate siriano funge da principale fattore di instabilità sociale e politica, ostacola lo sviluppo del dialogo tra le varie parti del conflitto siriano e il ripristino di una vita pacifica», ha detto l’agenzia di stampa TASS citando Shcherbitsky. Ha anche sottolineato che si sta sviluppando una situazione di tensione nel sud della zona di allentamento di Idlib. «Il comando turco sta adottando alcune misure per distruggere le formazioni di banditi lungo l’autostrada M4. Ma allo stesso tempo, la parte turca non è riuscita a garantire la creazione di un» corridoio di sicurezza «. A questo proposito, la prossima pattuglia congiunta russo-turca è costantemente rinviata», ha detto Shcherbitsky. Con un commento, il nostro comandante militare Alexander Kharchenko.

2.
Israele-Striscia di Gaza
Il servizio stampa delle forze di difesa israeliane ha riferito che l’esercito israeliano ha colpito un obiettivo militare del movimento radicale di Hamas nella Striscia di Gaza in risposta al lancio di palloncini con esplosivi nel territorio israeliano. «Durante la giornata, fasci di palloncini con esplosivi sono stati lanciati nel territorio israeliano dalla Striscia di Gaza. In risposta, un caccia e un aereo delle forze di difesa israeliane hanno attaccato una struttura militare di Hamas che è stata utilizzata per attività sotterranee nel nord della Striscia di Gaza». Messaggio. Radio Kan ha riferito che in Israele, a seguito del lancio di tali palloni, si sono verificati tre incendi in un’area disabitata, provocando danni. Non ci sono segnalazioni di vittime.

3.
Libano
La CNN, citando la corrispondenza e-mail e il materiale giudiziario, sostiene che i ministeri libanesi dei trasporti e della giustizia, così come altri dipartimenti del paese, sono stati informati dello stoccaggio a lungo termine del carico di nitrato di ammonio nel porto di Beirut. La CNN richiama l’attenzione sulla dichiarazione dello studio legale libanese Baroudi & Associates, che rappresenta gli interessi dell’equipaggio della nave Rhosus, che ha consegnato nitrato di ammonio a Beirut. Gli avvocati hanno informato che nel luglio 2014 avevano inviato lettere all’amministrazione portuale e al ministero dei Trasporti libanese, «avvertendo del pericolo della sostanza sulla nave». Lo studio legale avrebbe ricevuto nello stesso mese una lettera dal direttore generale dei trasporti terrestri e marittimi in cui aveva inviato una richiesta ufficiale al ministero della Giustizia per prendere le misure necessarie «per evitare che la nave affondasse e gli effetti dannosi del suo carico sul porto». Il ministero della Giustizia e dei trasporti libanese e l’Autorità portuale non hanno commentato i rapporti della CNN.

4.
Libano
Il capo della task force del ministero russo delle emergenze di stanza a Beirut, Sergei Vorontsov, ha detto alla TASS che venerdì 25 persone si aspettano assistenza medica dai medici del ministero russo delle emergenze nella capitale libanese. In precedenza, un ospedale per aeromobili del distaccamento «Centrospas» del ministero russo per le emergenze ha iniziato a operare a Beirut. L’ospedale opera sia in modalità stazionaria 24 ore su 24 che in regime ambulatoriale dalle 08:00 alle 20:00. Il capo del dipartimento ospedaliero del servizio medico di Centrospas, Aleksey Skorobulatov, ha aggiunto che si occupano principalmente di ferite infette tagliate, comprese quelle ferite nell’esplosione. È stato anche riferito che i soccorritori russi si sono uniti all’analisi delle macerie nel porto di Beirut, sono stati trovati i corpi di diverse vittime dell’esplosione. Secondo gli ultimi dati, almeno 149 persone sono morte, circa 5mila sono rimaste ferite. La Croce Rossa libanese afferma che il numero delle persone scomparse è ancora sconosciuto.

главное за суткиитоги дняновости
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Новости на 12:00 22 сентября 2020 года Влад Николаев Министр иностранных дел РФ Сергей Лавров в видеообращении на мероприятии высокого уровня Генеральной Ассамблеи ООН по случаю 75-летия Всемирной организации от лица государств — членов ОДКБ заявил, что «необходимо […] Главное на утро 22 сентября 2020 года Влад Николаев Министр иностранных дел России Сергей Лавров в интервью телеканалу Al Arabiya заявил, что российские и сирийские военные не проводят в Идлибе операций, которые могут нанести ущерб мирным жителям и гражданской инфраструктуре. […] Exercices Caucase-2020 Александра Донцова 1.Russie Les manœuvres militaires Caucase-2020 ont débuté ce 21 septembre en Russie et se dérouleront jusqu’au 26 septembre dans la mer Noire et la mer Caspienne sous la direction du chef d’état-major général des […] Übung „Kaukasus-2020“ Александра Донцова 1. Russland Die strategische Kommandostabsübung „Kaukasus-2020“ hat heute in Russland begonnen. Dies ist die letzte Phase der geplanten Maßnahmen für die operative Ausbildung der Streitkräfte in diesem Jahr. Die Übung findet […] Esercizi «Caucaso-2020» Александра Донцова 1.Russia Il comando strategico Сaucaso-2020 e l’esercizio del personale sono iniziati oggi in Russia. Questa è la fase finale delle misure previste per la formazione operativa delle Forze Armate quest’anno. Le […] Los ejercicios “Cáucaso-2020” Александра Донцова 1.Rusia. El 21 de septiembre, en Rusia empezaron los ejercicios para el mando y el estado mayor “Cáucaso-2020”. Es la etapa final de las actividades programadas de la capacitación operacional de la Fuerza Armada este año. Los […]
Наверх Наверх