L’aeronautica israeliana ha colpito la Siria || Risultati della settimana da ANNA NEWS

  
0

Il canale televisivo Al-Hadath ha riferito di un attacco da parte dell’aviazione israeliana contro le posizioni dell’esercito siriano e delle forze sciite appoggiate dall’Iran nella Siria orientale. Gli attacchi sono stati effettuati contro obiettivi di terra nell’area della città di El Meyadin nella provincia di Deir ez-Zor. La SANA ha riferito che la difesa missilistica antiaerea della Siria è stata respinta da Israele nella provincia settentrionale di Aleppo. Secondo l’agenzia, l’aeronautica israeliana ha attaccato diversi depositi militari nell’area di Es Safira, a sud-est della città di Aleppo. L’esercito siriano «specifica il danno causato da un attacco aggressivo da parte di Israele». Anche un centro di ricerca nelle vicinanze di Aleppo è stato attaccato. Al-Hadath riferisce di 12 missili dell’aeronautica israeliana lanciati nel centro di ricerca. L’agenzia TASS ha riferito che il servizio stampa dell’IDF ha rifiutato di commentare le notizie di scioperi contro la Siria.

Il servizio stampa dell’esercito israeliano ha dichiarato su Twitter che l’esercito israeliano ha attaccato tre postazioni militari del movimento palestinese di Hamas nella Striscia di Gaza mercoledì notte in risposta al lancio di un razzo dalla Striscia di Gaza in Israele. In precedenza, il servizio stampa dell’esercito ha riferito che un razzo è stato lanciato da Gaza nel territorio israeliano. Kan, una stazione radio israeliana, ha riferito che il razzo è esploso in una zona disabitata, non sono state ricevute informazioni sulle vittime e sui danni.

Il Centro per la riconciliazione delle parti in guerra in Siria ha dichiarato che le forze armate russe e turche pattugliavano nella zona di de-escalation di Idlib. «Per la prima volta, una pattuglia congiunta ha raggiunto la città di Erich nella provincia di Idlib. La lunghezza del percorso è stata aumentata a circa 15 km», ha detto il dipartimento. La pattuglia della sezione dell’autostrada M4 che collega le città di Aleppo e Latakia ha avuto luogo con il coinvolgimento di due BTR-82A e l’auto corazzata Tiger dalla Russia, il controllo aereo è stato effettuato da droni dell’aeronautica russa.

Il ministero della Difesa russo ha riferito che esperti militari russi, insieme alle truppe italiane, hanno completato la disinfezione delle pensioni per anziani e territori circostanti nella provincia di Brescia in Lombardia. Inoltre, in relazione al completamento dell’operazione umanitaria russa in Italia, i militari russi trasferirono agli italiani un ospedale da campo a Bergamo, che fu distribuito da specialisti del Ministero della Difesa russo per fornire assistenza. Come aiuti umanitari, i dipartimenti dell’ospedale da campo furono trasferiti con attrezzature e proprietà mediche a tempo pieno. Le parole di gratitudine ai medici della Federazione Russa sono state espresse dai rappresentanti delle autorità della regione Lombardia, la città di Bergamo.

Il Wall Street Journal, citando fonti del Pentagono, afferma che gli Stati Uniti stanno gradualmente eliminando la loro presenza militare in Arabia Saudita. Washington ridistribuirà quattro batterie di missili antiaerei Patriot, come La minaccia agli interessi strategici statunitensi rappresentata dall’Iran è diminuita. Secondo il giornale, gli Stati Uniti hanno già ritirato due squadroni da combattimento dal Medio Oriente e stanno richiamando diverse decine di militari dall’Arabia Saudita. Il Pentagono prenderà presto in considerazione la riduzione del numero di navi da guerra nel Golfo Persico. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ritiene importante prestare maggiore attenzione alla presenza militare cinese in Asia, afferma il giornale.

Il servizio stampa del Ministero della Difesa del Venezuela ha annunciato l’avvio di una nuova fase degli esercizi militari Bolivarian Shield 2020. «Sarà data priorità alla regione costiera», il servizio stampa cita il capo del Ministero della Difesa del Venezuela, Vladimir Padrino Lopez. Si sottolinea che i militari monitoreranno attentamente le aree costiere per impedire l’ingresso nel paese di «nuovi volti o celle di cospiratori che vogliono minare la pace nel paese». Le autorità venezuelane hanno affermato in precedenza che erano in grado di prevenire un’invasione da parte della Colombia di un gruppo di mercenari che intendevano effettuare un colpo di stato nella Repubblica Bolivariana. Secondo il presidente dell’Assemblea costituzionale del Venezuela, Diosdado Cabello, i mercenari hanno tentato di entrare in Venezuela in barca dal mare. Il ministero degli Esteri colombiano ha negato le accuse contro le autorità venezuelane di preparare un’invasione di mercenari per effettuare un colpo di stato in Venezuela, affermando che Caracas accusa Bogotá di distogliere l’attenzione dai problemi interni del Venezuela.
Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Bergkarabach. Kampfhandlungen Александра Донцова Das Verteidigungsministerium Aserbaidschans berichtete, dass die Kämpfe in der Zone des Bergkarabach-Konflikts über die gesamte Länge der Front andauern. Es wird berichtet, dass am Donnerstag und in der Nacht zum 23. Oktober […] Le Haut-Karabakh. Les hostilités Александра Донцова Le ministère azerbaïdjanais de la Défense a déclaré que les batailles dans la zone de conflit du Haut-Karabakh se poursuivaient le long du front. Jeudi et dans la nuit du 23 octobre, les hostilités se sont poursuivies avec […] Nagorno Karabakh. Azioni di combattimento Александра Донцова Il ministero della Difesa dell’Azerbaigian ha riferito che le battaglie nella zona del conflitto del Nagorno Karabakh sono in corso lungo l’intera lunghezza del fronte. È stato riferito che giovedì e venerdì sera […] Nagorno-Karabaj. Los combates Александра Донцова El Ministerio de Defensa de Azerbaiyán informó que el jueves y el viernes por la noche continuaban las hostilidades en las direcciones de Agdere-Agdam, Fizuli-Hadrut-Jebrail y Gubadly-Zangilan, en la zona del conflicto, en […] Nagorno-Karabakh. Combat action Александра Донцова The Azerbaijani Defense Ministry reported that the fighting in the Nagorno-Karabakh conflict zone continues at the entire frontline. It was reported that the fighting continued on 22nd and 23rd of October in the Agder, […] Итоги недели 24 октября 2020 года Влад Николаев Минобороны Азербайджана сообщило, что бои в зоне нагорнокарабахского конфликта идут на всей протяженности фронта. Сообщается, что в четверг и в ночь на пятницу с различной интенсивностью продолжались боевые действия на […]
Наверх Наверх