L’India chiede di fermare il bombardamento del Kashmir || Riassunto delle notizie, il 7 marzo 2019

  
0

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che non intende ritirarsi dall’accordo sull’acquisto dei sistemi missilistici antiaerei russi S-400 e ritiene che la questione sia chiusa. «Il tema con l’S-400 è già stato completato, non lo abbandoneremo in alcun modo. Siamo d’accordo con la Russia, forse ci sarà una produzione congiunta «, ha detto Erdogan, citato da TASS. «Forse dopo l’S-400 prenderemo in considerazione anche le opzioni con l’S-500», ha aggiunto il leader turco. Ricordiamo che se Ankara non si rifiuta di acquistare sistemi missilistici antiaerei russi, gli Stati Uniti intendono rivedere gli accordi sulla partecipazione della Turchia al programma per creare combattenti F-35 e anche minacciare l’uso di sanzioni contro la Turchia.

Gli Stati Uniti sono pronti nel prossimo futuro a imporre sanzioni contro banche straniere che lavorano con il presidente venezuelano Nicolas Maduro e il suo governo, ha detto un alto funzionario di alto rango della Casa Bianca. Secondo il rappresentante della Casa Bianca, il governo di Maduro coopera con istituzioni finanziarie straniere al fine di ritirare i loro fondi e il loro occultamento, riferisce il fatto quotidiano. Un portavoce della Casa Bianca ha promesso che le autorità statunitensi avrebbero presto chiamato queste istituzioni finanziarie. «Implicheremo sanzioni su alcuni di loro nei prossimi giorni e settimane», ha concluso il rappresentante dell’esecutivo statunitense, rifiutandosi di parlare dei dettagli di queste misure.

Le truppe del governo siriano hanno lanciato intensi attacchi di razzi e artiglierie contro le posizioni di fuoco delle bande nel nord della provincia di Hama in risposta a un attacco di mortaio da parte dei militanti della città di Jurin. Secondo SANA, le forze governative siriane hanno attaccato le basi dei gruppi terroristici Dzhebhat al-Nusra e Kataib al-Izza banditi in Russia nell’area di Kalaat al-Madik e Sahl al-Gab, dove i militanti penetrano regolarmente nella provincia di Hama e attaccare la posizione delle forze governative, riferisce Tass. A seguito dell’attacco, l’esercito siriano distrusse le fortificazioni create da terroristi, posti di comando e depositi di armi. Durante l’operazione, due comandanti sul campo, Majid al-Sayyid e Abdel Hamid Sanjavi con un gruppo di mercenari, furono eliminati.

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Читайте также:

ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: