La polizia militare è arrivata in Siria

  
0

Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha riferito del trasferimento in Siria dalla Cecenia di un’unità di polizia militare di 300 persone. Secondo l’agenzia, hanno volato dall’aerodromo nell’Ossezia del Nord e aiuteranno a ritirare le truppe curde dal confine con la Turchia, oltre a impegnarsi a garantire la sicurezza pubblica e il mantenimento della legge e dell’ordine. Ricordiamo, secondo gli accordi dei presidenti russi Vladimir Putin e della Turchia Recep Erdogan, da giovedì a mezzogiorno al confine siriano con la Turchia al di fuori della zona di operazione «Fonte di pace», la polizia militare russa e il servizio di frontiera siriano sono stati introdotti. Dopo il ritiro delle formazioni curde, il pattugliamento congiunto di questo territorio da parte dell’esercito russo e turco inizierà entro dieci chilometri dal confine turco-siriano, ad eccezione della città di Kamyshly.

2.

Russia

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, a seguito di colloqui a Sochi con i presidenti di Russia e Turchia, ha annunciato la cessazione dell’operazione militare turca nella Siria nord-orientale, ha riferito Interfax. «Si sta fermando. Tutto dipenderà dalla misura in cui gli accordi saranno attuati, incluso il ritiro delle forze e dei mezzi delle unità curde», ha detto il ministro russo. Ha detto che gli accordi raggiunti nei colloqui tra i presidenti della Federazione Russa e della Turchia assicurano la cessazione dello spargimento di sangue, «la cessazione dell’operazione, che provoca una reazione tanto controversa nel mondo e, cosa molto importante, le guardie di frontiera siriane entrano al confine». «Questa è una cosa di cui abbiamo parlato a lungo e sottolineato che una soluzione al problema dei curdi e delle loro aspirazioni è impossibile senza riprendere il controllo della Repubblica araba siriana, il governo legittimo della Siria su tutta la lunghezza del confine», ha aggiunto.

Gli esercizi dei paesi dell’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO) «Fratellanza indistruttibile-2019» inizieranno in Tagikistan il 21 ottobre, riferisce RIA Novosti con riferimento al servizio stampa del Distretto militare centrale (CVO). Si noti che gli esercizi si terranno dal 21 al 29 ottobre in due fasi. Inizialmente, i militari del rapido dispiegamento della regione dell’Asia centrale effettueranno un’operazione antiterrorismo per distruggere e bloccare gruppi di combattimenti e distaccamenti di gruppi armati illegali. Come specificato, i militari di Russia, Tagikistan, Kirghizistan e Kazakistan prenderanno parte al palco. Nella seconda fase, si prevede di effettuare un’operazione di mantenimento della pace nella regione dell’Asia centrale di sicurezza collettiva. Altri due contingenti militari prenderanno parte — dall’Armenia e dalla Bielorussia.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel corso di una riunione del suo gabinetto alla Casa Bianca ha annunciato la cattura di giacimenti petroliferi nel nord della Siria «sotto la protezione» degli Stati Uniti. Commentando il destino dei giacimenti petroliferi nel nord della Siria dopo il ritiro delle truppe americane dalla regione e l’inizio dell’operazione militare turca, Trump ha dichiarato: «Abbiamo preso il petrolio sotto protezione», riferisce TASS. “Se ricordi, mi sono opposto all’invasione dell’Iraq. Ero un civile e non avevo autorità in questo settore. Tuttavia, mi sono sempre opposto all’invasione dell’Iraq. Questa non era la soluzione migliore. Ma ho sempre detto: «Se invadi, allora lasciati il ​​petrolio!» La stessa cosa è qui «, ha detto il capo dell’amministrazione americana. Allo stesso tempo, Trump non ha escluso che una grande azienda americana potesse impegnarsi nella produzione di petrolio nel nord della Siria.

Due persone sono morte durante le nuove proteste a Baghdad, secondo quanto riferito da TASS citando Sky News Arabia. Secondo il canale, diverse migliaia di manifestanti si sono radunati venerdì mattina in piazza Tahrir, nel centro della capitale irachena. Quindi la folla si è trasferita sul ponte Al-Jumkhuriya, conducendo alla zona verde, un’area accuratamente sorvegliata dove si trovano ambasciate straniere e uffici governativi. I manifestanti hanno cercato di sfondare i cordoni delle forze di sicurezza, ma sono stati fermati da loro e respinti in piazza. Le forze dell’ordine usano attivamente i gas lacrimogeni. Le scaramucce hanno colpito circa 90 persone. Allo stesso tempo, secondo il Ministero degli Affari Interni, 60 forze di sicurezza sono rimaste ferite durante le rivolte.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La situation dans le camp d’Al-Roukban s’approche d’une catastrophe humanitaire Александра Донцова La chef de la commission de la Chambre publique de Russie sur le développement de la diplomatie publique, la coopération humanitaire et la préservation des valeurs traditionnelles, Elena Soutormina, a l’intention de […] Situation im Rukban-Lager nähert sich einer humanitären Katastrophe Александра Донцова Die Leiterin der Kommission der Öffentlichen Kammer der Russischen Föderation für die Entwicklung der öffentlichen Diplomatie, die humanitäre Zusammenarbeit und die Wahrung traditioneller Werte, Elena Sutormina, kündigte an, […] La situazione del campo di Rukban si avvicina al disastro umanitario Александра Донцова Il capo della commissione della Camera pubblica della Federazione Russa sullo sviluppo della diplomazia pubblica, la cooperazione umanitaria e la conservazione dei valori tradizionali, Elena Sutormina, ha annunciato che […] La situación en el campo Rukban está a punto de una catástrofe humanitaria Александра Донцова TASS informa que Elena Sutórmina, la Jefa de la comisión de la Cámara Social de la Federación de Rusia del desarrollo de la diplomacia pública, cooperación humanitaria y el mantenimiento de los valores tradicionales, informó […] The situation in the Rukban camp is about to become a humanitarian disaster Александра Донцова The head of the commission of the Russian Public Chamber on the development of the public diplomacy, humanitarian cooperation and the preservation of the traditional values, Elena Sutormina, announced that she intends to […] Une explosion dans le gouvernorat d’Alep Александра Донцова 1.Syrie Une explosion de voiture mercredi tard dans la soirée dans la ville de Jarablus, dans la partie orientale du gouvernorat d’Alep, a tué au moins cinq soldats turcs, selon l’agence syrienne SANA. Le véhicule a […] Explosion in der Provinz Aleppo Александра Донцова 1. Syrien Die syrische Agentur SANA berichtete, dass bei einer Explosion am späten Mittwochabend in der Stadt Dscharābulus im Osten der Provinz Aleppo mindestens fünf türkische Soldaten getötet wurden. Ein Auto wurde […] L’esplosione nella provincia di Aleppo Александра Донцова 1. Siria L’agenzia siriana SANA riferisce che a seguito di un’esplosione di un’auto mercoledì sera tardi nella città di Jarablus nella parte orientale della provincia di Aleppo, sono state uccise almeno […] La explosión en la provincia de Alepo Александра Донцова 1.Siria La agencia siria SANA informa que como resultado de una explosión de un coche que se produjo el miércoles por la tarde en la ciudad de Jarábulus, en la parte oriental de la provincia de Alepo, al menos 5 militares […]
ANNA-NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх