La Turchia ha attaccato l’esercito siriano

  
0

1. Siria

La città siriana di Jeble, che si trova nelle vicinanze del porto marittimo di Latakia, è stata attaccata. Lo riporta il canale televisivo governativo Surya. I sistemi di difesa aerea della Siria hanno respinto gli attacchi in città. Jeble si trova vicino alla base aerea russa Hmeimim.

2. Siria

Il giornale Al-Watan riporta che l’artiglieria dell’esercito siriano ha sparato contro posizioni di bande sulla linea del fronte Neyrab-Sarakib nella provincia di Idlib. Secondo il giornale, i precedenti terroristi del gruppo Jebhat al-Nusra (illecito nella Federazione Russa) e i loro alleati hanno sparato contro le forze governative nell’area di Kaminas. Durante gli attacchi di rappresaglia, il nemico subì perdite di manodopera e equipaggiamento.

3 Siria

Al Jazeera ha riferito che la cosiddetta opposizione siriana armata, che sta dalla parte della Turchia, ha lanciato un attacco giovedì la posizione dell’esercito siriano nelle regioni sud-orientali della provincia di Idlib. La pubblicazione sottolinea che gli attacchi delle forze dell’inconciliabile opposizione siriana «sono supportati dalle forze dell’esercito turco». «Le forze speciali turche, che sono supportate da carri armati, stanno partecipando a un’offensiva nella provincia di Idlib», ha detto la pubblicazione. Il canale televisivo Sky News Arabia riferisce che «l’artiglieria turca bombarda le posizioni dell’esercito siriano per prepararsi ad un attacco di carri armati». È stato anche riferito che sugli approcci al villaggio di Neyrab, «le forze siriane sono riuscite a distruggere diverse unità di equipaggiamento militare dell’esercito turco».

4. Turchia

Il ministero degli Esteri turco ha affermato che i rappresentanti di Turchia, Russia e Iran stanno lavorando per concordare una data per un vertice tripartito sull’insediamento siriano. La data del vertice sarà annunciata quando verrà raggiunto un accordo tra i tre paesi. Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha confermato che sono in corso lavori per preparare il vertice Russia-Iran-Turchia.

5. Australia — Paesi Bassi

Il servizio stampa della polizia federale australiana ha confermato l’autenticità di alcuni documenti nel caso MH17, che erano stati precedentemente distribuiti dalla piattaforma Bonanza Media. L’edizione olandese ha pubblicato quattro documenti relativi alle indagini sull’incidente di un Boeing malese nell’Ucraina orientale nel luglio 2014. In uno dei documenti, l’intelligence olandese conclude che non ha informazioni sulla posizione di alcun sistema di difesa aerea Buk vicino al luogo dell’incidente di MH17. C’è anche una trascrizione di una conversazione di polizia olandese con un testimone senza nome che afferma che c’erano due combattenti ucraini nella zona pochi minuti prima dell’incidente del Boeing. I pubblici ministeri olandesi non commentano l’autenticità dei documenti.

6. Germania

Nella città di Hanau, nello stato federale dell’Assia, nella parte centrale della Germania, in due narghilè, e poi su una delle piazze della città, si sono verificate sparatorie. Di conseguenza, 9 persone sono morte, altre 5 sono rimaste ferite. I curdi etnici potrebbero essere uccisi, secondo il giornale Bild, citando fonti. NTV Channel riferisce che almeno cinque cittadini turchi sono stati vittime della sparatoria, mentre il quotidiano Bild riporta che l’attaccante era Tobias R, un cittadino tedesco di 43 anni, che ha agito sulla base di motivazioni estremiste di destra. Il colpevole è stato trovato morto a casa e il corpo di sua madre è stato trovato accanto a lui. Questo è stato segnalato su Twitter dalla polizia locale. Il canale televisivo tedesco ARD, citando fonti, ha affermato che la Procura generale tedesca indagherà sull’incidente. Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha definito l’incidente di Hanau un «atto terroristico di violenza». Secondo l’ambasciata russa in Germania, non ci sono cittadini russi tra le vittime.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Explosion an der syrisch-israelischen Grenze Александра Донцова Die libanesische Nachrichtenagentur NNA berichtete, dass in den Golanhöhen nahe der syrisch-israelischen Grenze eine gewaltige Explosion stattgefunden habe. „Die Bewohner einiger Siedlungen im Distrikt Marjayoun (Südlibanon) […] Esplosione al confine siro-israeliano Александра Донцова L’agenzia nazionale libanese NNA ha riferito che una potente esplosione è avvenuta sulle alture del Golan vicino al confine siro-israeliano. «I residenti di alcuni insediamenti nel distretto di Marjayoun (Libano […] La explosión en la frontera entre Siria e Israel Александра Донцова La agencia nacional libanesa NNA informó que se había producido una explosión en las Alturas del Golán, cerca de la frontera entre Siria e Israel. Los residentes de los lugares ponblados situados en el distrito de Marjayoun […] Explosion à la frontière israélo-syrienne Александра Донцова Une puissante explosion s’est produite sur le plateau du Golan, près de la frontière syro-israélienne, selon l’agence nationale libanaise NNA. «Les habitants de certaines colonies du district de Marjayoun (sud du […] An explosion on the Syrian-Israeli border Александра Донцова The Lebanese national news agency »NNA» reported that a strong explosion took place in the Golan Heights, near the Syrian-Israeli border. «Residents of some settlements in the Marjayoun district, in south of […] Proteste in Syrien gegen türkische Präsenz Александра Донцова 1. Syrien Syrische Medien berichteten, dass in mehreren Provinzen Syriens Proteste gegen die türkische Militärpräsenz im Land stattgefunden hätten. Einwohner der Provinz Idlib versammelten sich an den Beobachtungsposten der […]
Наверх Наверх