La Turchia invierà militari in Libia

  
0

1. Siria

Il ministro degli Esteri siriano Walid Muallem in un’intervista a RT ha dichiarato che non vi è fiducia tra i membri del comitato costituzionale siriano. Ha anche sottolineato che ritiene sbagliato giudicare il lavoro del comitato in base ai risultati di ciascuna delle sue tornate. L’inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per la Siria, Geir Pedersen, ha dichiarato venerdì di non avere motivo di tenere la prossima riunione di un piccolo gruppo del comitato costituzionale della Repubblica Araba Siriana in condizioni in cui l’ordine del giorno non sarà concordato.

2. Turchia

Un portavoce del presidente turco, Ibrahim Kalyn, ha dichiarato che il parlamento turco potrebbe prendere in considerazione l’uso delle forze armate del paese in Libia. Ha aggiunto che il parlamento turco sta già lavorando a tale disegno di legge. Sabato 21 dicembre, il parlamento turco ha ratificato il protocollo di cooperazione militare concluso con il governo dell’Accordo nazionale libico. In precedenza, il presidente turco Tayyip Erdogan ha annunciato la possibilità di inviare i militari turchi in Libia, se le sue autorità si rivolgessero ad Ankara con tale richiesta.

3. Russia

Nel territorio di Krasnoyarsk, l’elicottero Mi-8 di KrasAvia Airlines cadde in un turbine di neve durante il decollo e fu costretto a fare un atterraggio duro. All’elicottero, il braccio di coda e le pale del rotore sono danneggiati. A bordo c’erano 24 persone, di cui 21 passeggeri e 3 membri dell’equipaggio. 16 persone sono rimaste ferite, di cui cinque sono state ricoverate in ospedale. L’elicottero trasportava i lavoratori del turno di petrolio e il comandante dell’equipaggio era tra le vittime. Nessun infortunio grave. 15 soccorritori e 5 pezzi di equipaggiamento lavorano sul posto.

4.Russia

L’Agenzia mondiale antidoping (WADA) è a conoscenza della decisione dell’assemblea generale dei membri dell’Agenzia russa antidoping (RUSADA) sul disaccordo con le sanzioni e l’intenzione di contestare la decisione del comitato esecutivo WADA. Lo ha riferito TASS con riferimento al servizio stampa di WADA. Martedì, l’assemblea generale dei membri dell’Agenzia russa antidoping ha accettato la raccomandazione del Consiglio di vigilanza RUSADA di non essere d’accordo con le sanzioni della WADA. Fino al 30 dicembre, la decisione verrà inviata a WADA, che presenterà una denuncia di contestazione al Tribunale Arbitrale dello Sport (CAS).

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!
ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: