Le forze armate ucraine hanno aperto la caccia ai droni

  
0

1.

Il comando della 35a brigata marina separata dell’esercito ucraino ha stabilito premi per contrastare con successo i droni della missione di monitoraggio speciale dell’OSCE. Ciò è stato segnalato con riferimento ai dati dell’intelligence del Dipartimento di Polizia Popolare del RPD. «Al fine di nascondere i fatti delle violazioni del cessate il fuoco esistente al personale dell’OSCE, il comando della 35a brigata ha assegnato un bonus di 20.000 grivne al gruppo di guerra elettronica mobile in caso di soppressione riuscita dei canali di controllo dell’UAV della missione OSCE», è stato riferito.

2.

Il comando della 53a brigata meccanizzata separata delle Forze armate ucraine ha ricevuto istruzioni dal capo di stato maggiore di disattivare le telecamere di osservazione della missione OSCE vicino all’area di disimpegno nel sud del Donbass. Lo ha riferito il dipartimento di polizia popolare della RPD. Recentemente, all’interno dell’area di ritiro, sono stati più volte notati i militari ucraini che, sotto la copertura del Ministero ucraino per le situazioni di emergenza, hanno svolto lavori di ingegneria nelle posizioni lasciate in precedenza. Il sito di lottizzazione Petrovskoe-Bogdanovka si trova a circa 40 chilometri a sud di Donetsk. In quest’area è vietato il dispiegamento di attrezzature militari e personale delle parti in guerra.

3.

Il 2 e il 6 novembre, il posto di blocco Elenovka ha effettuato il passaggio dei cittadini dalle 9:00 alle 18:00 per l’entrata e l’uscita. Si precisa che per entrare nel RPD è necessaria l’autorizzazione della Sede Operativa Interdipartimentale. Allo stesso tempo, per lasciare la Repubblica, sarà necessario avere registrazione temporanea o fissa sul territorio dell’Ucraina o della Repubblica popolare di Donetsk, temporaneamente controllata dall’Ucraina. Tutti coloro che arrivano in RPD dall’Ucraina sono soggetti a osservazione obbligatoria per almeno 14 giorni. È fornito dalle istituzioni sanitarie della Repubblica ed è gratuito. Se si desidera, si può fare un test rapido per la presenza di COVID-19. In caso di esito negativo, sarà sufficiente che una persona compili un modulo di consenso per rimanere in autoisolamento a casa nel luogo di residenza.

4.

Nella direzione meridionale della Repubblica, quasi ogni giorno si registrano violazioni da parte delle formazioni armate dell’Ucraina. Molto spesso, si osserva attività nemica nell’area dell’insediamento Vodyanoe. Lo ha riferito l’Ufficio di Rappresentanza del RPD nel Centro comune per il controllo e coordinamento. “Solo nel mese di ottobre sono stati registrati 12 casi di apertura del fuoco da parte del nemico dalla direzione dell`insediamento Vodyanoe attraverso il territorio del RPD, anche con l’utilizzo di mortai. Esplosioni di origine indeterminata (presumibilmente esplosioni di trincee) sono state registrate 7 volte nell’area indicata e due volte — è stato svolto un lavoro di ingegneria per costruire e scavare nuove trincee e posizioni nemiche, che è stato confermato da un video», dice il messaggio.

5.

«È stato identificato il dispiegamento di tre veicoli corazzati da ricognizione e pattuglia, un cannone antiaereo nel (villaggio di) Alexandropolye e un cannone antiaereo nel (villaggio di) Novozvanovka dalla 30a brigata», ha detto Yakov Osadchy, rappresentante ufficiale della Milizia popolare della RPL. Un veicolo da combattimento di fanteria della 14a brigata è stato avvistato in una zona residenziale dell’insediamento di tipo urbano di Novotoshkovskoye. Osadchiy ha sottolineato che il dispiegamento di attrezzature militari negli insediamenti del Donbass controllati dalle forze armate dell’Ucraina è una violazione del terzo punto delle misure aggiuntive per garantire il regime di cessate il fuoco e controllarne l’osservanza.

6.

Le formazioni armate dell’Ucraina non stanno abbandonando i loro tentativi di rafforzare le loro posizioni lungo la linea di contatto. Gli osservatori della RPD al Centro comune per i controllo e coordinamento hanno registrato lavori di ingegneria nell’area dell’insediamento di Peski. Nonostante il complesso di misure aggiuntive per rafforzare il cessate il fuoco, firmate dai membri del gruppo di contatto, i militanti continuano le loro azioni illegali, confermando ancora una volta il loro rifiuto di rispettare gli accordi raggiunti. Si noti che per il periodo dal 27 luglio al 31 ottobre, gli osservatori hanno registrato 60 casi di questo tipo.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется


Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!
ANNA NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: