Ritiro dell’LNA da Tripoli

  
0

1. Siria

L’ambasciatore russo presso le Nazioni Unite Vasily Nebenzya in una riunione del Consiglio di sicurezza, che si è svolta tramite collegamento video, ha affermato che gli aiuti umanitari in Siria dovrebbero essere effettuati in coordinamento con Damasco, quindi non è necessario restituire punti di aiuto transfrontalieri chiusi. «L’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari dovrebbe essere incoraggiato a lavorare con Damasco per trovare il modo di fornire aiuti attraverso punti transfrontalieri aperti, nonché attraverso la stessa Siria», ha detto Nebenzya. Ha inoltre ricordato che il meccanismo transfrontaliero, che prevedeva la fornitura di assistenza a regioni non controllate da Damasco, era inizialmente temporaneo. «Smetti di essere guidato dai tuoi dividendi geopolitici, che non hanno nulla a che fare con i principi umanitari», ha esortato il rappresentante permanente della Federazione Russa.

2. Siria

L’agenzia siriana SANA riferisce che gli scontri tra militanti filo-turchi sono ripresi nel nord della provincia di Aleppo ad Afrin, provocando la morte di un civile. Feriti anche due bambini. L’agenzia osserva che recentemente, a causa degli scontri tra militanti nelle province di Hasake, Rakka e Aleppo, un numero significativo di civili è stato ucciso e ferito.

3. Libia

Reuters, citando il portavoce dell’LNA, il maggiore generale Ahmed al-Mismari, riferisce che l’esercito nazionale libico, sotto il comando del maresciallo di campo Khalifa Haftar, ritirerà i suoi distacchi da Tripoli di 2-3 km. Ciò verrà fatto per consentire ai residenti della capitale di spostarsi liberamente per celebrare la festa musulmana dell’Eid al-Fitr. Il ritiro delle truppe inizierà mercoledì a mezzogiorno ora locale. Lunedì, le forze governative del governo nazionale libico guidate da Faiz Sarraj hanno annunciato il pieno controllo della base aerea di El-Vatyy, che fino a poco tempo fa aveva truppe LNA del maresciallo di campo Haftar. L’agenzia TASS, citando una fonte nell’LNA, ha riferito che il ritiro dell’LNA dalla base aerea di El-Batuy è un «passo tattico». La fonte dell’agenzia ha aggiunto che una feroce battaglia ha avuto luogo sul territorio di El-Batu.

4. Russia — Libia

Mosca sostiene qualsiasi iniziativa progettata per fermare lo spargimento di sangue in Libia, ha detto una fonte alla RIA Novosti al ministero degli Esteri russo. «Chiediamo costantemente la cessazione delle ostilità, una pausa umanitaria in connessione con il Ramadan, ci sono state iniziative pertinenti, tra cui Haftar. Ovviamente, sosterremo qualsiasi iniziativa progettata per fermare lo spargimento di sangue e tornare al tavolo dei negoziati», — ha dichiarato la fonte dell’agenzia, commentando la decisione dell’LNA di ritirare le sue forze da Tripoli in relazione all’insorgenza della festività di Eid al-Fitr. «Sollecitiamo che tutti coloro che prendono le ostilità cessano l’attività militare e trasformano la situazione nel mainstream del processo politico», ha detto l’interlocutore dell’agenzia, sottolineando che Mosca si aspetta che le ostilità cessino le ostilità in Libia, almeno per la fine del Ramadan .

5. Palestina

Il WAFA riferisce che il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha annunciato la risoluzione di tutti gli accordi con Israele e gli Stati Uniti. «L’Organizzazione per la liberazione della Palestina e lo Stato della Palestina sono oggi esonerati da tutti gli accordi con i governi degli Stati Uniti e di Israele, nonché da tutti gli obblighi basati su tali accordi, compresa la sfera della sicurezza», ha affermato il presidente palestinese. Ha aggiunto che Israele dovrebbe essere ritenuto responsabile per i tentativi di annessione dei territori palestinesi occupati. Mahmoud Abbas ha anche accusato gli Stati Uniti di contribuire a Israele.

6. Afghanistan

Il canale 1TV riferisce che a seguito di un attacco da parte di militanti del movimento radicale talebano (illecito nella Federazione Russa) nell’Afghanistan nord-orientale, nove persone sono state uccise e altre sei ferite. Secondo il canale, l’attacco è stato commesso in due posti di blocco nella provincia di Tahar. Lo stato delle vittime non è riportato. Tolo News riferisce che anche i talebani hanno subito perdite.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Главное на утро 26 октября 2020 года Влад Николаев Пресс-секретарь Минобороны Армении Шушан Степанян сообщила на своей странице в Facebook, что в понедельник утром ВС Азербайджана, нарушив достигнутое соглашение о режиме прекращения огня, подвергли артиллерийскому обстрелу […] Bergkarabach. Kampfhandlungen Александра Донцова Das Verteidigungsministerium Aserbaidschans berichtete, dass die Kämpfe in der Zone des Bergkarabach-Konflikts über die gesamte Länge der Front andauern. Es wird berichtet, dass am Donnerstag und in der Nacht zum 23. Oktober […] Le Haut-Karabakh. Les hostilités Александра Донцова Le ministère azerbaïdjanais de la Défense a déclaré que les batailles dans la zone de conflit du Haut-Karabakh se poursuivaient le long du front. Jeudi et dans la nuit du 23 octobre, les hostilités se sont poursuivies avec […] Nagorno Karabakh. Azioni di combattimento Александра Донцова Il ministero della Difesa dell’Azerbaigian ha riferito che le battaglie nella zona del conflitto del Nagorno Karabakh sono in corso lungo l’intera lunghezza del fronte. È stato riferito che giovedì e venerdì sera […] Nagorno-Karabaj. Los combates Александра Донцова El Ministerio de Defensa de Azerbaiyán informó que el jueves y el viernes por la noche continuaban las hostilidades en las direcciones de Agdere-Agdam, Fizuli-Hadrut-Jebrail y Gubadly-Zangilan, en la zona del conflicto, en […] Nagorno-Karabakh. Combat action Александра Донцова The Azerbaijani Defense Ministry reported that the fighting in the Nagorno-Karabakh conflict zone continues at the entire frontline. It was reported that the fighting continued on 22nd and 23rd of October in the Agder, […]
Наверх Наверх