Rivolte in USA

  
0

1.

Gli Stati Uniti

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha definito i disordini in corso negli atti di terrorismo interno degli Stati Uniti. Il portavoce della Casa Bianca Kaley McKinani ha dichiarato che Trump, dopo aver incontrato i capi del Pentagono Mark Esper e il ministro della Giustizia William Barr, ha deciso di schierare ulteriori forze federali per frenare i disordini nel paese. A causa delle proteste in corso negli Stati Uniti, il coprifuoco è in vigore in circa 40 città degli Stati Uniti, tra cui Washington e New York. La CNN, citando fonti del Pentagono, riferisce che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sta dispiegando fino a 250 truppe a Washington per garantire la sicurezza in città, ma non aiuteranno la polizia a trattenere i manifestanti. Il capo dell’ufficio della Guardia Nazionale, il generale Joseph Langeil, sulla sua pagina Twitter ha dichiarato che più di 17 mila combattenti della Guardia Nazionale degli Stati Uniti «forniscono assistenza ai servizi locali e alle autorità statali nella lotta ai disordini pubblici».

2.

Gli Stati Uniti

L’ufficio legale forense della contea del Minnesota Hennepin ha pubblicato un rapporto di autopsia sull’afroamericano George Floyd. I medici esaminatori hanno scoperto che l’africano-americano di 46 anni è stato ucciso. La causa della morte era chiamata «shock cardiopolmonare, aggravato dai metodi di pacificazione, usato dalle forze dell’ordine e pressione sul collo». Sono state anche trovate tracce di intossicazione da fentanil e il recente uso di metanfetamina. Esperti forensi hanno chiarito che la conclusione sulla natura violenta della morte di Floyd è una formulazione neutra che non riflette la colpa o l’intenzionalità di nessuno. La CNN ha riferito che esperti indipendenti assunti dalla famiglia Floyd hanno scoperto che l’afroamericano è morto a causa dello strangolamento.

3.

Gli Stati Uniti

L’amministratore delegato della contea, Eri Mark Polonkarz, ha dichiarato su Twitter che due agenti di polizia sono rimasti gravemente feriti durante una rivolta dei tumulti di Buffalo a New York, avvenuta martedì notte a causa di un attacco di macchina. I feriti sono stati ricoverati in ospedale. Hanno ricevuto ferite gravi, ma sono in condizioni stabili. L’autista e i passeggeri dell’auto sono detenuti.

4.

Siria

SANA riferisce che nel nord della provincia siriana di Hasake, i residenti locali del villaggio di Abu Rasein, con l’assistenza del personale dell’esercito siriano, hanno intercettato un convoglio americano, composto da 8 veicoli corazzati. I residenti locali e i militari li hanno costretti a ritirarsi e tornare alle loro basi. L’agenzia ricorda che prima, il 30 maggio, le forze americane avevano introdotto un convoglio militare, composto da 25 unità di veicoli corazzati, e si erano diretti alla base all’ingresso meridionale della città di Rmeilan, nel nord-est della provincia di Hasake. Le autorità siriane hanno ripetutamente affermato che la presenza di un contingente americano nel paese viola la sovranità dello stato e tutte le norme internazionali.

5.

India

L’Hindustan Times ha riferito che le forze di sicurezza indiane hanno eliminato tre estremisti filo-pakistani durante un’operazione antiterrorismo nel territorio sindacale di Jammu e Kashmir. L’operazione contro i militanti che si sono infiltrati dal Pakistan è durata quattro giorni nell’area di Nausher, nel nord della regione. La pubblicazione, citando dichiarazioni di fonti militari, riporta che armi, munizioni e granate di fabbricazione pakistana furono sequestrate sulla scena della battaglia contro gli estremisti. A causa dei tentativi estremisti di infiltrarsi in India da una parte del Kashmir controllata dal Pakistan, l’esercito indiano ha intensificato la sicurezza delle frontiere nella regione. Sono in corso operazioni antiterroristiche nella contea di Punch e in molte altre aree montuose di Jammu e Kashmir.

6.

Israele

Il Ministro della Difesa israeliano e il Vice Primo Ministro Beni Ganz hanno annunciato su Twitter di aver ordinato lunedì il capo dello Stato maggiore delle forze di difesa israeliane Aviv Kohawi di accelerare i preparativi militari per l’annessione pianificata di una parte della Cisgiordania nel luglio 2020, secondo il piano di pace del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Il Ministro della Difesa israeliano ha anche annunciato che nominerà una persona responsabile del coordinamento del lavoro di varie agenzie governative che saranno coinvolte nell’estensione della sovranità a parti della Cisgiordania.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновости
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Military base of Turkey in Azerbaijan Александра Донцова 1 Armenia — Russia The press service of the Armenian Defense Ministry reported that during the recent telephone conversations, the heads of the Armenian and Russian Defense Ministries, Vagharshak Harutyunyan and Sergei […] Военная база Турции в Азербайджане. || Итоги дня 17.06.2021 Влад Николаев Пресс-служба Минобороны Армении сообщила, что главы Минобороны Армении и России Вагаршак Арутюнян и Сергей Шойгу во время телефонных переговоров обсудили дислокацию российских пограничников на границе с Азербайджаном в […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Вооруженные формирования Украины не открывали огонь в направлении  территории ДНР за прошедшие сутки. Об этом сегодня сообщили в Управлении Народной милиции Республики (СЦКК). «За прошедшие сутки […] Terrorists in Syria are planning provocations Александра Донцова 1 Syria The Russian Center for the Reconciliation of the Warring Parties in Syria reported that the terrorists of the ’Hayat Tahrir Al-Sham’ group are planning to fake a chemical attack in Idlib, and accuse the Syrian […] Los rebeldes tienen intenciones de realizar las provocaciones en Siria Александра Донцова 1.Siria. El Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso informó que los rebeldes de “Hayat Tahrir Al-Sham”, (la agrupación terrorista que está prohibida en la Federación de Rusia), tenían intenciones de […] Боевики в Сирии планируют провокации || Итоги дня 16.06.2021 Влад Николаев В российском Центре по примирению враждующих сторон в Сирии сообщили, что боевики запрещенной в РФ террористической группировки «Хайят Тахрир Аш-Шам» планируют инсценировать химическую атаку в Идлибе и обвинить […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: