Bombardamento di Stepanakert

  
0

1.Armenia

Il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa armeno Artsrun Ovannisyan ha raccontato alla sua pagina Facebook del bombardamento di Stepanakert da parte delle forze armate azere. «Il bombardamento di Stepanakert e di altri insediamenti dell’Artsakh continua», dice il messaggio. Inoltre, il ministero della Difesa armeno ha riferito che di notte le truppe azerbaigiane hanno tentato di avanzare e rafforzarsi nella direzione meridionale. «Le forze armate armene hanno inflitto colpi precisi di razzi e artiglieria alle unità azere. La mattina presto alle 06:30, dopo gli attacchi delle forze armate armene, lasciando 60 cadaveri e 22 unità di equipaggiamento danneggiato sul campo di battaglia, tre brigate nemiche hanno iniziato una ritirata di panico», si dice nel comunicato del ministero della Difesa di Armenia.

2. Azerbaigian

Il ministero della Difesa azero ha riferito che le forze armate armene hanno sparato su sei regioni intorno al Nagorno Karabakh. Il ministero della Difesa ha sottolineato che l’esercito azerbaigiano «sta prendendo misure adeguate». Il ministero della Difesa azero ha anche smentito le notizie della parte armena sulle perdite delle forze armate del Paese nel sud del Nagorno Karabakh. «I resoconti di presunte perdite di unità dell’esercito azero nella direzione di Jebrail sono infondate e false. Le nostre truppe stanno continuando con successo l’operazione controffensiva in direzione di Jebrail e hanno un vantaggio sul nemico», ha detto il ministero della Difesa.

3. Iran

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Said Khatibzade, ha affermato che il ministero degli Esteri iraniano ha inviato note di protesta ufficiali in Azerbaigian e Armenia in relazione al colpo di razzi e proiettili sul territorio dell’Iran. «Chiediamo a entrambe le parti di rispettare la sovranità e l’integrità territoriale dell’Iran e di intraprendere le azioni necessarie per prevenire incidenti così inaccettabili», ha detto il servizio stampa del ministero degli Esteri iraniano. In precedenza è stato riferito che diversi proiettili sparati durante gli scontri in Nagorno Karabakh sono caduti sul territorio dell’Iran. Il ministro della Difesa iraniano ha affermato che Teheran adotterà misure più rigorose degli avvertimenti se i proiettili colpiranno il territorio iraniano durante i combattimenti.

4. Siria

Il canale televisivo Al Ekhbariya ha riferito che le unità dell’esercito siriano si sono scontrate con i terroristi del gruppo dello Stato Islamico bandito nella Federazione Russa vicino alla città di Salmiya, che si trova nella parte orientale della provincia di Hama. Secondo quanto riferito, i militanti hanno attaccato le posizioni del governo vicino ai villaggi di Fasida e Tuveinan vicino alla catena montuosa di Jibal Tanahij. Le informazioni sulle perdite delle parti durante le battaglie non vengono riportate.

5. Siria

Il canale Al Arabiya ha riferito che un convoglio di equipaggiamento militare delle forze turche è entrato nella zona di allentamento della tensione nella provincia siriana di Idlib. Si dice che il convoglio includa 75 veicoli. Altri dettagli non sono stati divulgati.

6. Kirghizistan

Continuano le proteste antigovernative in Kirghizistan. Vengono segnalati tentativi di sequestro di alcune attività commerciali. Sempre in una dichiarazione rilasciata mercoledì, è stato riferito che diversi partiti in Kirghizistan si sono uniti e hanno annunciato la creazione di un altro Consiglio di coordinamento. Il Consiglio di coordinamento popolare creato ha nominato il leader dell’opposizione Tilek Toktogaziev per la carica di primo ministro. Il ministero della Salute del Kirghizistan ha riferito che 911 persone sono rimaste ferite a causa dei disordini a Bishkek. Nell’ultimo giorno 169 persone hanno chiesto assistenza medica.

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

Если вы нашли ошибку, пожалуйста, выделите фрагмент текста и нажмите Ctrl+Enter.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Читайте нас на
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Terrorists in Syria are planning provocations Александра Донцова 1 Syria The Russian Center for the Reconciliation of the Warring Parties in Syria reported that the terrorists of the ’Hayat Tahrir Al-Sham’ group are planning to fake a chemical attack in Idlib, and accuse the Syrian […] Los rebeldes tienen intenciones de realizar las provocaciones en Siria Александра Донцова 1.Siria. El Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso informó que los rebeldes de “Hayat Tahrir Al-Sham”, (la agrupación terrorista que está prohibida en la Federación de Rusia), tenían intenciones de […] Боевики в Сирии планируют провокации || Итоги дня 16.06.2021 Влад Николаев В российском Центре по примирению враждующих сторон в Сирии сообщили, что боевики запрещенной в РФ террористической группировки «Хайят Тахрир Аш-Шам» планируют инсценировать химическую атаку в Идлибе и обвинить […] Обстановка на линии фронта за сутки: версии сторон Александра Донцова Донецкая Народная Республика Минувшие сутки прошли без обстрелов на линии соприкосновения между ДНР и Украиной. Об этом сегодня сообщили в Управлении Народной милиции Республики. «За прошедшие сутки нарушений режима […] Israel deployed the ’’Iron Dome’’ air defense systems across the country Александра Донцова 1 Syria The official representative of the Russian Foreign Ministry, Maria Zakharova, stated that a jihadist hotbed has formed in the north-east of Syria, next to a local American military base, from which the radicals are […] Israel desplegó los sistemas de defensa aérea llamados “Cúpula de Hierro” en todo el país Александра Донцова 1.Siria Maria Zakharova, la portavoz del Ministerio de Asuntos Exteriores de Rusia, declaró que se había formado un semillero yihadista en el noreste de Siria junto al contingente militar americano, del cual los radicales […]
Наверх Наверх

Сообщить об опечатке

Текст, который будет отправлен нашим редакторам: