Contrattacco dell’esercito siriano

  
0

1. Siria
Il maggiore generale Yuri Borenkov, capo del Centro russo per la riconciliazione dei belligeranti in Repubblica Araba Siriana, ha dichiarato durante un briefing il 29 gennaio che, in risposta alle azioni aggressive dei militanti, le forze governative della RAS stanno conducendo una controffensiva. Gli attacchi sono stati effettuati esclusivamente sulle posizioni, l’equipaggiamento e la concentrazione di militanti concentrati nella periferia occidentale di Aleppo e nell’area delle città di Maaret en Numan e Sarakib nella provincia di Idlib. Yuri Borenkov ha anche affermato che dal 9 gennaio 2020, a seguito del bombardamento di militanti, sono state uccise 211 truppe siriane e più di trecento sono rimasti feriti. Inoltre, 121 civili sono stati uccisi a causa dei bombardamenti dei militanti, 254 feriti.
2. ONU-Siria
Mark Lowcock, segretario generale delle Nazioni Unite per gli affari umanitari, nel corso di una riunione del Consiglio di sicurezza per la Siria, ha dichiarato che oltre 80 civili sono rimasti vittime degli attacchi nella provincia siriana di Idlib dal 15 al 23 gennaio. Secondo lui, in Idlib «sono state concentrate centinaia di attacchi aerei da parte del governo siriano e dei suoi alleati». Jonathan Allen, vice rappresentante permanente presso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha accusato «le forze russe e siriane di aver ucciso centinaia di civili» in Siria. Il rappresentante permanente della Russia presso l’ONU Vasily Nebenzya ha messo in dubbio l’affidabilità dei dati annunciati in una riunione del Consiglio di sicurezza sulla Siria. Nebenzya ha definito la ragione dell’escalation in Idlib provocazioni costanti e intenzionali dei terroristi.
3. Siria
L’esercito siriano mercoledì è entrato nella città di Khan Touman, che si trova a sud di Aleppo e ha preso il controllo della città. Il canale Al Mayadeen riferisce che l’offensiva in quest’area è iniziata il 25 gennaio. L’esercito siriano è riuscito a scacciare i militanti dalle altezze dominanti di Tellet al-Mahruk, e questo ha determinato l’esito della battaglia. Sempre mercoledì, il microdistretto Rashidin-5 è stato liberato dai terroristi, da dove venivano effettuati regolari bombardamenti nelle aree residenziali. Il comando supremo della SAR ha sottolineato che le ostilità nelle vicinanze di Aleppo sono riprese dopo che i militanti hanno violato il cessate il fuoco nel nord della Siria.
4. Russia
Il ministero della Difesa russo ha smentito le informazioni dai media stranieri sugli attacchi dell’aeronautica russa all ‘»ospedale e alla panetteria» alla periferia di Idlib siriano. «Le notizie di alcuni media stranieri sul presunto bombardamento di un ospedale e di una panetteria nella zona di Erich nella periferia sud della città siriana di Idlib in aereo delle forze aerospaziali russe il 30 gennaio di quest’anno sono una provocazione informativa», ha detto l’agenzia. Il Ministero della Difesa ha sottolineato che «l’aviazione russa in questa regione della Siria non ha effettuato missioni di combattimento».
5. Israele
Il servizio stampa delle forze di difesa israeliane ha dichiarato che in risposta a un lancio di missili in tutto il paese dalla Striscia di Gaza, i combattenti e i droni israeliani hanno attaccato diversi obiettivi militari del movimento palestinese radicale di Hamas nella parte meridionale di Gaza, giovedì. Radio Statale di Israele Kan ha riferito che un razzo lanciato da Gaza è esploso in una zona disabitata, senza notizie di feriti o danni. Questo scambio di colpi fu il primo dopo che Washington annunciò il 28 gennaio il cosiddetto «affare del secolo». È stato anche riferito che dopo la pubblicazione dell ‘»accordo del secolo», Israele ha deciso di inviare ulteriori unità da combattimento in varie aree della Cisgiordania e al confine con la Striscia di Gaza per garantire sicurezza.
6. Palestina
Il rappresentante permanente palestinese presso l’ONU Riyad Mansour ha dichiarato che il presidente palestinese Mahmoud Abbas parteciperà a una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, dove presenterà risoluzioni contro il piano americano per un accordo in Medio Oriente, noto come «l’accordo del secolo». Il diplomatico ha anche definito il piano americano «il più opposto del mondo».

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх