Esplosivo trovato nella miniera a Donetsk

  
0

1. Iran

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha annunciato un’ulteriore riduzione da parte di Teheran degli obblighi relativi agli accordi nucleari. «L’Iran inizierà la terza fase per ridurre gli obblighi previsti dall’accordo nucleare venerdì», ha dichiarato Rouhani a TASS. Allo stesso tempo, ha aggiunto che Teheran è pronto a fornire ai partecipanti al Piano d’azione globale congiunto (JCPOA) per il programma nucleare altri due mesi per raggiungere un accordo sui termini dell’accordo. In precedenza, il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif ha affermato che Teheran intende annunciare una nuova riduzione della conformità. Inoltre, l’Iran ha posto una condizione affinché l’Europa tornasse a un accordo nucleare, chiedendo di acquistare petrolio da Teheran o di concedere un prestito di $ 15 miliardi. Ricordiamo che a maggio 2018 gli Stati Uniti hanno annunciato un ritiro unilaterale dal piano d’azione globale congiunto e hanno reintrodotto sanzioni economiche contro l’Iran. Questo è stato seguito dal rifiuto di Teheran da una serie di obblighi previsti dall’accordo nucleare.

2. Cina-USA

Il vice primo ministro cinese Liu ha tenuto una conversazione telefonica giovedì con il segretario al Tesoro americano Stephen Mnuchin e il rappresentante commerciale Robert Lighthizer, e hanno concordato di tenere un nuovo ciclo di negoziati commerciali ed economici a Washington all’inizio di ottobre, ha riferito RIA Novosti con riferimento al Ministero del Commercio cinese. In precedenza è stato riferito che i negoziati potrebbero aver luogo a settembre. L’ultimo round si è tenuto a Shanghai il 31 luglio. Le parti non hanno fatto progressi, lo scontro commerciale è solo peggiorato, il 1 ° settembre le parti hanno introdotto nuovi doveri. In preparazione ai colloqui di alto livello, il decimo settembre si terrà una decima riunione delle parti, ha affermato il ministero.

3. Bielorussia

Minsk intende sviluppare contatti con l’Alleanza del Nord Atlantico, ha dichiarato il segretario di Stato del Consiglio di sicurezza della Bielorussia Stanislav Zas. «Riteniamo che sia nel nostro interesse sviluppare la cooperazione con questo blocco politico-militare», ha dichiarato Zas alla televisione bielorussa. Ha aggiunto che la Bielorussia è pronta a «almeno» raggiungere il livello di cooperazione con la NATO, che la Russia ha. Allo stesso tempo, ha osservato, la Bielorussia non rifiuta la cooperazione militare con la Russia. Ha ricordato che presto i paesi condurranno esercitazioni strategiche congiunte «Union Shield — 2019». Il giorno prima, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato che l’organizzazione è interessata alla cooperazione con la Bielorussia e ritiene necessario condurre un dialogo sulle questioni relative al controllo degli armamenti.

4. Italia

Il nuovo governo italiano, guidato da Giuseppe Conte, ha prestato giuramento giovedì alla presenza del presidente Sergio Mattarella. L’attuale gabinetto della coalizione, basato sulla nuova maggioranza parlamentare del Movimento a 5 stelle e del Partito Democratico, è composto da 21 ministri, di cui 11 rappresentano il Movimento a 5 stelle e nove rappresentano il Partito Democratico. Ora il governo deve garantire la fiducia del parlamento. Le votazioni alla Camera dei deputati e al Senato avranno probabilmente luogo lunedì e martedì.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

La explosión de la columna turca en Idlib Александра Донцова 1.Siria. Oleg Zhuravlev, el Jefe del Centro de Reconciliación de las partes en conflicto en Siria ruso, informó que los rebeldes de “Al-Islamad-Turquestani” (la agrupación que está prohibida en la Federación de Rusia) habían […] L’explosion d’un dispositif contre un convoi à Idlib. Александра Донцова 1.Syrie Le contre-amiral Oleg Zhuravlev, chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, a déclaré que des radicaux du groupe Al-Islamad-Turkestani (interdit en Russie) ont effectué le 27 mai […] Die Explosion der türkischen Kolonne in Idlib Александра Донцова 1. Syrien Konteradmiral Oleg Shurawljow, Leiter des russischen Zentrums für die Versöhnung der Kriegsparteien in Syrien, sagte, dass die Explosion einer unkonventionellen Sprengvorrichtung in Idlib von Kämpfern der […] L’esplosione della colonna turca a Idlib Александра Донцова 1. Siria Il contrammiraglio Oleg Zhuravlev, capo del Centro russo per la riconciliazione dei partiti in guerra in Siria, ha affermato che i militanti del gruppo Al-Islamad-Turkestani (bandito nella Federazione Russa) hanno […] An attack on a Turkish convoy in Idlib Александра Донцова 1 Syria The head of the Russian Center for the Reconciliation of the warring parties in Syria, Rear Admiral Oleg Zhuravlev, announced that the terrorist group ‘Al-Islamad-Turkestani’ made an explosion with an […] Syrie. Une attaque contre les militaires américains Александра Донцова 1 Syrie L’agence syrienne d’Etat SANA citant des sources locales informe que les Etats-Unis ont envoyé le matériel militaire additionnel au nord-est du gouvernorat d’Hassaké. Le matériel sera utilisé pour renforcer les bases […] Syrien. Angriff auf US-Militär Александра Донцова 1. Syrien Die staatliche syrische Nachrichtenagentur SANA berichtete unter Berufung auf lokale Quellen, dass die Vereinigten Staaten zusätzliche militärische Ausrüstung in den Nordosten der Provinz Hasek geschickt hätten. […] Siria. Attacco a militari di USA Александра Донцова 1. Siria L’agenzia governativa siriana SANA, citando fonti locali, ha riferito che gli Stati Uniti hanno inviato ulteriori attrezzature militari nel nord-est della provincia di Hasek. Questa tecnica verrà utilizzata per […] Syria. An attack on the US forces Александра Донцова 1 Syria The Syrian state-run news agency ‘SANA’ reports, while citing the local sources, that the USA sent additional military equipment to the north-east of the province of Hasakah. The military equipment will be […]
Наверх Наверх