Gli Stati Uniti hanno accusato l’Iran di minacciare alla sicurezza dei paesi occidentali

  
0

1. Gli Stati

Uniti L`assistente del presidente degli Stati Uniti per la sicurezza nazionale, John Bolton ha dichiarato che l’Iran e l’organizzazione sciita libanese Hezbollah minacciano direttamente la sicurezza dei paesi dell’emisfero occidentale. Secondo Bolton, Iran e Hezbollah avrebbero assistito il leader venezuelano Nicolas Maduro in «repressioni, torture e omicidi di innocenti venezuelani», e anche «minacciano direttamente la sicurezza della regione», riferisce TASS. «Continueremo ad esporre i soci di Maduro e gli sforzi dell’Iran per svolgere le sue attività nell’emisfero occidentale», ha detto Bolton.

2. Israele-Palestina I

sraele ha iniziato i preparativi per la demolizione del villaggio palestinese di Sur Baher, situato nella periferia di Gerusalemme Est oltre la barriera di confine che separa il territorio di Israele dalla Giordania, riferisce Interfax, citando Xinhua. Secondo lui, i bulldozer e le macchine per le costruzioni, che hanno accompagnato il rafforzato equipaggiamento militare e di polizia, sono già stati consegnati alla barriera di confine. A giugno, la Corte suprema israeliana ha stabilito che i palestinesi hanno violato il divieto di costruire insediamenti e che dovrebbero essere demoliti. I palestinesi temono che la distruzione del villaggio costituirà un precedente per la demolizione di altri insediamenti palestinesi lungo la barriera, che si estende per 700 km attraverso la Cisgiordania occupata da Israele.

3. Giappone

Guidata dal primo ministro giapponese Shinzo Abe, la coalizione di governo ha vinto le elezioni nella camera alta dei consiglieri del parlamento giapponese, riferisce RIA Novosti. Come notato, la coalizione non potrebbe ottenere due terzi dei posti necessari per la revisione della Costituzione. In totale, la coalizione del Partito Liberale Democratico e il Partito Komeito hanno ricevuto 141 seggi, l’opposizione e altri partiti hanno guadagnato 104 seggi nella Camera dei Consiglieri.

4. Ucraina

La Commissione elettorale centrale dell’Ucraina non ha registrato gravi violazioni durante le elezioni anticipate della Verkhovna Rada, le elezioni sono state dichiarate valide. Lo ha affermato il capo della CEC Tatyana Slipachuk. «Oggi possiamo dire che non ci sono eventi del genere che metterebbero in discussione lo svolgimento di questa campagna parlamentare. Ha avuto luogo «, ha detto Slipachuk. Secondo la CEC, dopo aver elaborato il 30,9% dei protocolli, il leader del partito ucraino Vladimir Zelensky «Il servitore del popolo» è in testa, dopo aver raccolto il 50% dei bollettini elettronici dopo aver elaborato oltre il 42% dei voti, ci sono cinque partiti al Rada.

главное за суткиитоги дняновостисобытия дня
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

Les terroristes continuent de bombarder les banlieues d’Alep Александра Донцова Lors d’un briefing mardi soir, le chef du Centre russe pour la réconciliation des parties belligérantes en Syrie, Iouri Borenkov, a déclaré que les bandes armées illégales ne cessaient pas de bombarder le village de […] Kämpfer beschießen weiterhin den Stadtrand von Aleppo Александра Донцова Der Leiter des russischen Zentrums für die Aussöhnung der Kriegsparteien in Syrien, Juri Borenkow, sagte am Dienstagabend bei einer Besprechung, dass illegale bewaffnete Gruppen nicht aufhören würden, das Dorf Sachra am Rande […] I militanti continuano a bombardare la periferia di Aleppo Александра Донцова Il capo del centro russo per la riconciliazione in Siria, Yuri Borenkov, durante una riunione di martedì sera ha affermato che gruppi armati illegali non hanno smesso di bombardare il villaggio di Zahra alla periferia della […] Los rebeldes siguen bombardeando la periferia de Alepo Александра Донцова Yuri Borenkov, el jefe del Centro de Reconciliación ruso en Siria, informó que los grupos armados ilegales no habían dejado de bombardear el lugar poblado de Zahra en la periferia de la ciudad siria de Alepo. Como resultado […] Terrorists continue to shell the outskirts of Aleppo Александра Донцова The head of the Russian center for the reconciliation in Syria, Yuri Borenkov, announced during a briefing on Tuesday evening that illegal armed groups are still shelling the village of Zahra, located near the largest Syrian […] Des protestations de masse au coeur de Bagdad Александра Донцова 1 Irak La chaîne Al-Sumaria informe que des protestations contre la présence américaine se déroule en Irak. Selon la chaîne, la manifestation a commencé vendredi matin dans le district d’al-Jadriya au centre de Bagdad. Les […] Massenprotest im Zentrum von Bagdad Александра Донцова 1. Irak Der Fernsehsender Al-Sumaria berichtete über eine Demonstration gegen die US-Präsenz, die in der irakischen Hauptstadt stattfand. Nach Angaben des Fernsehsenders begann eine Großdemonstration am Freitagmorgen im […] Protesta di massa nel centro di Baghdad Александра Донцова 1. Iraq Il canale di Al-Sumaria riferisce di una manifestazione nella capitale irachena contro la presenza americana. Secondo il canale, una grande manifestazione è iniziata venerdì mattina nel distretto di Al-Jadriah, nel […] Una protesta masiva en el centro de Bagdad Александра Донцова 1.Iraq El canal de televisión Al-Sumaria informa que una protesta masiva contra la presencia estadounidense comenzó el viernes por la mañana en la región de al-Jadriya, en el centro de Bagdad, la capital de Iraq. Los […]
Наверх Наверх