I cacciatorpediniere degli Stati Uniti con «Tomahawk» sono entrati nel Golfo Persico

  
0

I cacciatorpediniere McFaul e Gonzales degli Stati Uniti passarono lo stretto di Hormuz ed entrarono nel Golfo Persico, l’Istituto navale di USA riferì in riferimento a un rappresentante del Pentagono. Secondo lui, due cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti il ​​giovedì pomeriggio sono passati attraverso lo Stretto di Hormuz, attraverso il quale passa la maggior parte delle spedizioni petrolifere dei paesi del Golfo Persico, riferisce TASS. Secondo i rapporti, ciascuna delle navi da guerra può trasportare fino a 56 missili da crociera Tomahawk con una portata di oltre 1,5 mila km, così come missili anti-missili e anti-sottomarini. Inoltre, attualmente, ad est dello Stretto di Hormuz, nella zona d’acqua del Golfo di Oman, si trova la forza d’attacco della compagnia aerea della Marina statunitense, guidata dalla portaerei nucleare Abraham Lincoln. Ricordiamo, Teheran ha ripetutamente minacciato di tagliare le acque del Golfo Persico se gli Stati Uniti continuano a limitare l’esportazione di petrolio iraniano.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha abolito il regime commerciale preferenziale con la Turchia, escludendolo dalla lista speciale dei paesi in via di sviluppo beneficiari, secondo quanto riportato dal servizio stampa della Casa Bianca. «Sono giunto alla conclusione che, dato il suo livello di sviluppo economico, sarebbe opportuno cancellare la designazione della Turchia come paese beneficiario in via di sviluppo dal 17 maggio 2019,» la dichiarazione di Trump cita il fatto quotidiano. In conformità con questa decisione, gli Stati Uniti aboliscono uno speciale regime commerciale preferenziale per la Turchia. Le relazioni tra Stati Uniti e Turchia si sono aggravate dopo che la Turchia ha firmato un accordo con la Russia per l’acquisto di sistemi missilistici antiaerei S-400.

I combattenti dell’esercito governativo siriano hanno respinto un attacco da parte di militanti del gruppo terroristico dello Stato islamico bandito in Russia a sud-ovest di Palmyra, ha riferito il TASS, citando il portale di notizie Al-Masdar. I militanti hanno teso un’imboscata, attaccando una colonna di truppe governative dirette a Homs, ma hanno subito perdite e sono state costrette a ritirarsi in profondità nel deserto siriano, riferisce TASS. Allo stesso tempo, più di 20 soldati siriani sono stati uccisi e feriti in battaglia. Nel mese scorso, i terroristi hanno già preso diverse sortite armate dal deserto siriano, dove sono stati costretti a ritirarsi, perdendo il controllo delle città lungo l’Eufrate.

Secondo i nostri ufficiali militari dalla Siria, le forze aerospaziali russe e l’aeronautica siriana stanno attaccando la regione Jebel Az-Zawiya nel sud di Idlib, cercando di assicurare l’avanzata delle truppe dell’esercito arabo siriano in questa regione montuosa. L’esercito arabo siriano ha ricevuto un’assistenza considerevole durante le battaglie per la città di Khuvayz, quando le forze aeree russe e siriane hanno effettuato una serie di attacchi contro posizioni militanti all’interno e intorno alla città. Le azioni offensive in Idlib sono condotte da unità della divisione élite delle Forze della Tigre con il supporto delle Forze di Difesa Nazionale e unità del 5 ° Corpo d’Armata.

I militanti del gruppo terrorista Dzhebhat al-Nusra, bandito in Russia, stanno preparando una provocazione, con l’intenzione di accusare i militari russi di usare armi chimiche, secondo il Centro russo per la riconciliazione delle parti belligeranti in Siria. «Secondo i residenti dell’insediamento Serakab della provincia di Idlib, nell’area di questo insediamento, i militanti di Dzhebhat al-Nusra stanno preparando una provocazione usando sostanze chimiche tossiche, oltre a detriti provenienti dall’aviazione ad alta esplosività dell’aviazione russa. Lo scopo della provocazione è di caricare le forze spaziali russe con presunte armi chimiche contro i civili nella provincia di Idlib «, riferisce il fatto quotidiano. L’imitazione dell’avvelenamento dei siriani accanto ai frammenti di munizioni è prevista per essere filmata per la distribuzione nei social network e nei media occidentali, spiegata nel Centro.

Il capo del RPD, Denis Pushilin, ha detto che gli inquirenti hanno installato clienti, organizzatori e perpetratori dell’assassinio del primo leader della Repubblica, Alexander Zakharchenko. Allo stesso tempo, ha affermato di non poter fornire nomi specifici, poiché non tutti i soggetti coinvolti sono stati arrestati, l’inchiesta continua, riferisce RIA Novosti. Secondo Pushilin, tra i clienti dell’omicidio di Zakharchenko ci sono cittadini di alto rango dell’Ucraina e altri paesi che sostengono il regime di Kiev. Ricordiamo, Zakharchenko è morto il 31 agosto 2018 a seguito di un’esplosione di una bomba nel caffè di Donetsk «Separ».

Maria Kayumova specialmente per ANNA NEWS

главное за суткиитоги дняновостисобытия
Присоединяйтесь к нам на нашем канале!

Ваш комментарий будет первым

Для того чтобы оставить комментарий, регистрация не требуется

Читайте также:

En la República Popular de Donetsk se aprobó la ley sobre la frontera estatal Александра Донцова 1. El 2 de diciembre entró en vigor una “ley sobre una frontera estatal de la República Popular de Donetsk”. En virtud de la ley la frontera estatal de la república está en la línea de las fronteras administrativas de la […] Les Etats-Unis ont repris les négociations avec les talibans Александра Донцова 1 Afghanistan Les États-Unis et le mouvement radical des talibans peuvent signer, cette semaine, un accord de paix et lancer la première trêve de 48 heures en Afghanistan, informe RIA Novosti en se référant à une source. […] USA nehmen Gespräche mit Taliban wieder auf Александра Донцова 1. Afghanistan Die USA und die radikale Taliban-Bewegung können diese Woche ein Friedensabkommen unterzeichnen und den ersten 48-Stunden-Waffenstillstand in Afghanistan einleiten. Dies wird von RIA Novosti unter Berufung auf […] Gli Stati Uniti riprendono i colloqui con i talebani Александра Донцова 1. Afghanistan Gli USA e il movimento radicale talebano possono firmare un accordo di pace questa settimana e lanciare il primo cessate il fuoco di 48 ore in Afghanistan. È stato riferito da RIA Novosti con riferimento alla […] America reanudó las negociaciones con los talibanes Александра Донцова 1.Afganistán Las Noticias de RIA informan que esta semana los EE.UU. y el movimiento radical de “Talibán” podrán firmar el Acuerdo de Paz y cesar el fuego en Afganistán durante 48 horas. Antes, el domingo los talibanes […] Тhe US resumed the talks with the Taliban Александра Донцова 1 Afghanistan «The US and the Taliban can sign a peace agreement during this week, and launch the first 48-hour ceasefire in Afghanistan» — the RIA NEWS reports while citing their source. On Sunday, the […] La loi sur la frontière d’État adoptée dans la République populaire autoproclamée de Donetsk Александра Донцова 1. Le 2 décembre, la loi Sur la frontière de l’État de la République populaire autoproclamée de Donetsk est entrée en vigueur. Le document est publié sur le site officiel du Conseil populaire de la RPD. Selon la loi, la […] In der DVR wurde das Gesetz über die Staatsgrenze verabschiedet Александра Донцова 1. Am 2. Dezember trat das „Gesetz über die Staatsgrenze der Volksrepublik Donezk“ in Kraft. Das Dokument wird auf der offiziellen Website des Volksrates der DVR veröffentlicht. Laut Gesetz wird die Staatsgrenze der Republik […] Nel RPD ha adottato una legge sul confine di stato Александра Донцова 1. Il 2 dicembre è entrata in vigore la legge «Al confine di stato della Repubblica popolare di Donetsk». Il documento è pubblicato sul sito ufficiale del Consiglio popolare del RPD. Secondo la legge, il confine di […]
ANNA-NEWS радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Включить радио ANNA-NEWS Выключить радио
ANNA-NEWS Радио
ANNA-NEWS Радио
Наверх Наверх